Skip to content

Thera 5.2: Subhūtattheragāthā – Subhūta

Quando una persona, desiderando un certo risultato,
si impegna dove non dovrebbe;
non ottiene ciò per cui ha lavorato,
si dice: “Questo è un segno della mia sfortuna.”

Quando una disgrazia viene subita e sconfitta,
cederla in parte sarebbe come perdere ai dadi;
ma per cederla tutta bisognerebbe essere ciechi,
non vedendo i pro e i contro.

Dovresti dire solo quello che faresti;
non dovresti dire ciò che non faresti.
Il saggio riconosce
chi parla senza agire.

Proprio come un fiore magnifico
multicolore ma senza profumo;
i discorsi ben pronunciati sono inutili
per colui che non agisce.

Proprio come un fiore magnifico
multicolore e profumato,
un discorso ben pronunciato è fruttuoso
per colui che agisce in base ad esso.

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Sujato e Jessica Walton, 2019. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.