Skip to content

Tag: dhamma

SN 15.1: Tinakattha Sutta – Foglie e rami

Così ho sentito. Un tempo il Beato soggiornava presso Savatthi al monastero offerto da Anathapindika nel boschetto di Jeta. Lì il Buddha si rivolse ai monaci: “Monaci.” “Sì, venerabile signore.” – risposero i monaci. Il Buddha così disse: “Monaci, da un inconoscibile inizio deriva la trasmigrazione. Il punto di inizio non è evidente, sebbene degli […]

SN 14.10: Dutiyabāhiraphassanānatta Sutta –  Nessuna Diversità dei Contatti

A Savatthi. “Monaci, la diversità degli elementi fa sorgere la diversità delle percezioni. La diversità delle percezioni fa sorgere la diversità delle intenzioni … delle sensazioni … dei desideri … delle passioni … La diversità delle ricerche fa sorgere la diversità dei contatti. La diversità dei contatti non fa sorgere la diversità delle ricerche. La […]

AN 2.42–51: Parisa Vagga – Assemblee

42. “Monaci,vi sono queste due assemblee? Quali due? Un’assemblea superficiale e un’assemblea meditata. E cos’è un’assemblea superficiale? Un’assemblea in cui i monaci sono inquieti, insolenti, volubili, pettegoli, licenziosi, distratti, senza presenza mentale e senza visione profonda, con una mente vaga e con indisciplinate facoltà. Questa è chiamata un’assemblea superficiale. E cos’è un’assemblea meditata? Un’assemblea in […]