Skip to content

Parole: conoscenza

SN 22.130: Dutiyaassāda Sutta – Gratificazione (2)

Sāriputta spiega a Mahākoṭṭhita che la conoscenza è il comprendere gli aggregati in termini di gratificazione, pericolo e fuga.

SN 22.128: Tatiyasamudayadhamma Sutta – Responsabile del sorgere (3)

Sāriputta spiega a Mahākoṭṭhita che la conoscenza è la comprensione degli aggregati in termini di sorgere e cessare.

AN 3.125: Gotamakacetiya Sutta – Il Santuario Gotamaka

Il Buddha insegna un messaggio semplice ma potente: il suo insegnamento si basa sull’esperienza personale, e funziona.

SN 22.114: Vijjā Sutta – Conoscenza

La conoscenza è comprendere gli aggregati.

AN 3.122: Moneyya Sutta – Sagacia

Sagacia del corpo, della parola e della mente.

SN 12.33: Nanavatthu Sutta – Rami della conoscenza

Un’analisi dei 44 contesti per lo sviluppo della visione profonda relativa all’origine dipendente.

DN 11: Kevatta Sutta – Kevatta

Questo discorso esplora il ruolo dei miracoli e delle conversazioni con gli esseri celesti in quanto base possibile per la fede. Il Buddha non nega la realtà di tali esperienze, ma fa notare che – di tutti i miracoli possibili – il solo al quale si possa fidare è il miracolo della conoscenza e della perfetta pratica.