Skip to content

SN 35.158: Ajjhattaaniccanandikkhaya Sutta – La concentrazione, i campi sensoriali interni e la fine del piacere

“Monaci, meditate rettamente sulla vista. Comprendete realmente l’impermanenza della vista. Quando un monaco fa questo, si disillude della vista. Quando finisce il piacere, finisce la brama. Quando finisce la brama, finisce il piacere. Quando il piacere e la brama cessano, si dice che la mente sia ben liberata.

Meditate rettamente dell’udito… dell’olfatto… del gusto… del tatto… della mente. Comprendete realmente l’impermanenza della mente. Quando un monaco fa questo, si disillude della vista. Quando finisce il piacere, finisce la brama. Quando finisce la brama, finisce il piacere. Quando il piacere e la brama cessano, si dice che la mente sia ben liberata.”

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Sujato, 2018. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.