Skip to content

SN 46.4: Vattha Sutta – Vestiti

Un tempo il venerabile Sāriputta soggiornava presso Sāvatthī nel boschetto di Jeta, nel monastero di Anāthapiṇḍika. Lì Sāriputta si rivolse ai monaci: “Venerabili, monaci!”
“Venerabile.”, risposero. Sāriputta così disse:
“Ci sono questi sette fattori del risveglio. Quali sette? Il fattore del risveglio della presenza mentale, dell’investigazione del Dhamma, dell’energia, dell’estasi, della tranquillità, della concentrazione e dell’equanimità. Questi sono i sette fattori del risveglio.
Al mattino medito su uno dei sette fattori del risveglio che desidero. A mezzogiorno e alla sera medito su uno di questi sette fattori del risveglio che desidero. Se si tratta del fattore del risveglio della presenza mentale, so che è illimitato e che è stato realizzato rettamente. Se permane, capisco che permane. E se si attenua in me, capisco il motivo specifico per cui si attenua. … Se si tratta del fattore del risveglio dell’equanimità, so che è illimitato e che è stato realizzato rettamente. Finché permane, capisco che permane. E se si attenua, capisco il motivo specifico per cui si attenua.
Supponiamo che un sovrano o il suo ministro abbiano un baule pieno di vestiti di diversi colori. Al mattino, indossano i vestiti che desiderano. A mezzogiorno e alla sera, indossano i vestiti che desiderano.

Allo stesso modo, al mattino medito su uno dei sette fattori del risveglio che desidero. A mezzogiorno e alla sera medito su uno di questi sette fattori del risveglio che desidero. Se si tratta del fattore del risveglio della presenza mentale, so che è illimitato e che è stato realizzato rettamente. Se permane, capisco che permane. E se si attenua in me, capisco il motivo specifico per cui si attenua. … Se si tratta del fattore del risveglio dell’equanimità, so che è illimitato e che è stato realizzato rettamente. Finché permane, capisco che permane. E se si attenua, capisco il motivo specifico per cui si attenua.

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Sujato, 2018. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.