Skip to content

AN 7.1: Paṭhamapiya Sutta – Piacevole (1)

Così ho sentito. Un tempo il Buddha soggiornava presso Savatthi nel boschetto di Jeta, al monastero di Anathapindika. In quel luogo il Buddha si rivolse ai monaci: “Monaci.”

“Venerabile signore.” – i monaci risposero. Il Buddha così disse:

“Monaci, un monaco con sette qualità non è né accettato e né accolto dai suoi compagni spirituali, né rispettato né ammirato. Quali sette? Quando desidera beni materiali, onore e rispetto. Manca di coscienza e prudenza. Ha desideri malvagi e falsa visione. Un monaco con queste sette qualità non è né accettato e né accolto dai suoi compagni spirituali, né rispettato né ammirato.

“Monaci, un monaco con sette qualità è accettato e accolto dai suoi compagni spirituali, rispettato e ammirato. Quali sette? Quando non desidera beni materiali, onore e rispetto. E’ colmo di coscienza e prudenza. Ha pochi desideri e retta visione. Un monaco con queste sette qualità è accettato e accolto dai suoi compagni spirituali, rispettato e ammirato.”

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Sujato, 2018. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.