Skip to content

SN 48.33: Arahanta Sutta – Un arahant

“Monaci, ci sono queste cinque facoltà. Quali cinque? La facoltà del piacere, del dolore, della felicità, della tristezza e dell’equanimità. Un monaco è liberato dal non attaccamento dopo aver compreso realmente l’origine, la fine, la gratificazione, il pericolo e la fuga di queste cinque facoltà.
Un monaco di questo tipo è chiamato un arahant, senza influssi impuri, che ha completato il viaggio spirituale, ha fatto ciò che doveva essere fatto, ha deposto il fardello, ha raggiunto la sua vera meta, ha posto fine alle catene della rinascita ed è rettamente liberato attraverso l’illuminazione.”

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Sujato, 2018. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.