Skip to content

SN 46.55: Saṅgārava Sutta – Saṅgārava

A Sāvatthī. Il brahmano Saṅgārava si recò dal Buddha e, appena giunto, dopo aver scambiato dei cortesi saluti, si sedette a lato e disse: “Qual è la causa, maestro Gotama, qual è la ragione per cui a volte non vengono ricordati nemmeno gli inni recitati a lungo, per non parlare di quelli non recitati? E perché a volte anche gli inni non recitati da tempo vengono ricordati, per non parlare di quelli recitati?”

“Brahmano, c’è un momento in cui il tuo animo è sopraffatto e sommerso dal desiderio sensuale e non comprendi veramente la fuga dal desiderio sensuale appena sorto. In quel momento non conosci e non vedi ciò che è bene per te stesso, ciò che è bene per gli altri o ciò che è bene per entrambi. Persino gli inni recitati a lungo non vengono ricordati, per non parlare di quelli non recitati. Supponiamo che ci sia una ciotola d’acqua mescolata con un colorante rosso, o giallo, o indaco o rosa. Anche una persona con una buona vista non riuscirebbe a vedere la propria immagine riflessa. Allo stesso modo, quando il tuo animo è sopraffatto e sommerso dal desiderio sensuale … Anche gli inni recitati da tempo non vengono ricordati, per non parlare di quelli non recitati.
Inoltre, quando il tuo animo è sopraffatto e sommerso dalla cattiva volontà… Anche gli inni recitati a lungo non vengono ricordati, per non parlare di quelli non recitati. Supponiamo che ci sia una ciotola d’acqua riscaldata dal fuoco, che bolle e ribolle. Anche una persona con una buona vista non riuscirebbe a vedere la propria immagine riflessa. Allo stesso modo, quando il tuo animo è sopraffatto e sommerso dalla cattiva volontà … Anche gli inni recitati a lungo non vengono ricordati, per non parlare di quelli non recitati.
Inoltre, quando il tuo animo è sopraffatto e sommerso dal torpore e dalla sonnolenza … anche gli inni recitati a lungo non vengono ricordati, per non parlare di quelli non recitati. Supponiamo che ci sia una ciotola d’acqua invasa da muschio e piante acquatiche. Anche una persona con una buona vista non riuscirebbe a vedere la propria immagine riflessa. Allo stesso modo, quando il tuo animo è sopraffatto e sommerso dal torpore e dalla sonnolenza … anche gli inni recitati da tempo non vengono ricordati, per non parlare di quelli non recitati.
Inoltre, quando il tuo animo è sopraffatto e sommerso dall’inquietudine e dal rimorso … Anche gli inni recitati a lungo non vengono ricordati, per non parlare di quelli non recitati. Supponiamo che ci sia una ciotola d’acqua mossa dal vento, che si agita, vortica e si muove. Anche una persona con una buona vista non riuscirebbe a vedere la propria immagine riflessa. Allo stesso modo, quando il tuo animo è sopraffatto e sommerso dall’inquietudine e dal rimorso … Anche gli inni recitati da tempo non vengono ricordati, per non parlare di quelli non recitati.
Inoltre, quando il tuo animo è sopraffatto e sommerso dal dubbio … Anche gli inni recitati da tempo non vengono ricordati, per non parlare di quelli non recitati. Supponiamo che ci sia una ciotola d’acqua torbida, sporca e fangosa, posta al buio. Anche una persona con una buona vista non riuscirebbe a vedere la propria immagine riflessa. Allo stesso modo, c’è un momento in cui il tuo animo è sopraffatto e sommerso dal dubbio e non comprendi veramente la fuga dal dubbio appena sorto. In quel momento non conosci e non vedi veramente ciò che è bene per te stesso, ciò che è bene per gli altri o ciò che è bene per entrambi. Persino gli inni recitati a lungo non vengono ricordati, per non parlare di quelli non recitati. Questa è la causa, brahmano, questa è la ragione per cui a volte non vengono ricordati nemmeno gli inni recitati da tempo, per non parlare di quelli non recitati.
C’è un momento in cui il tuo animo non è sopraffatto e sommerso dal desiderio sensuale e comprendi veramente la fuga dal desiderio sensuale appena sorto. In quel momento conosci e vedi veramente ciò che è bene per te stesso, ciò che è bene per gli altri e ciò che è bene per entrambi. Anche gli inni non recitati da tempo vengono ricordati, per non parlare di quelli recitati. Supponiamo che ci sia una ciotola d’acqua non mescolata con un colorante rosso, giallo, indaco o rosa. Una persona con una buona vista riuscirebbe a vedere la propria immagine riflessa. Allo stesso modo, quando il tuo animo non è sopraffatto e sommerso dal desiderio sensuale … anche gli inni che non sono stati recitati a lungo vengono ricordati, per non parlare di quelli che sono stati recitati.
Inoltre, quando l’animo non è sopraffatto e sommerso dalla cattiva volontà … anche gli inni non recitati da tempo vengono ricordati, per non parlare di quelli recitati. Supponiamo che ci sia una ciotola d’acqua non riscaldata dal fuoco, che né bolle né ribolle. Una persona con una buona vista riuscirebbe a vedere la propria immagine riflessa. Allo stesso modo, quando il tuo animo non è sopraffatto e sommerso dalla cattiva volontà … Anche gli inni che non sono stati recitati a lungo vengono ricordati , per non parlare di quelli che sono stati recitati.
Inoltre, quando il tuo animo non è sopraffatto e sommerso dal torpore e dalla sonnolenza … Anche gli inni che non sono stati recitati a lungo vengono ricordati, per non parlare di quelli che sono stati recitati. Supponiamo che ci sia una ciotola d’acqua non invasa da muschio e piante acquatiche. Una persona con una buona vista riuscirebbe a vedere la propria immagine riflessa. Allo stesso modo, quando l’animo non è sopraffatto e sommerso dal torpore e dalla sonnolenza … Anche gli inni che non sono stati recitati a lungo vengono ricordati, per non parlare di quelli che sono stati recitati.
Inoltre, quando il tuo animo non è sopraffatto e sommerso dall’inquietudine e dal rimorso … vengono ricordati anche gli inni non recitati da tempo, per non parlare di quelli recitati. Supponiamo che ci sia una ciotola d’acqua che non viene mossa dal vento, che non si agita, non vortica e non si muove. Una persona con una buona vista riuscirebbe a vedere la propria immagine riflessa. Allo stesso modo, quando il tuo animo non è sopraffatto e sommerso dall’inquietudine e dal rimorso … anche gli inni non recitati da tempo vengono ricordati, per non parlare di quelli recitati.
Inoltre, quando il tuo animo non è sopraffatto e sommerso dal dubbio … Anche gli inni che non sono stati recitati a lungo vengono ricordati, per non parlare di quelli che sono stati recitati. Supponiamo che ci sia una ciotola d’acqua trasparente, limpida e chiara, posta alla luce. Una persona con una buona vista riuscirebbe a vedere la propria immagine riflessa. Allo stesso modo, c’è un momento in cui il tuo animo non è sopraffatto e sommerso dal dubbio e comprendi veramente la fuga dal dubbio appena sorto. In quel momento conosci e vedi veramente ciò che è bene per te stesso, ciò che è bene per gli altri e ciò che è bene per entrambi. Persino gli inni che non sono stati recitati a lungo vengono ricordati, per non parlare di quelli che sono stati recitati. Questa è la causa, brahmano, questa è la ragione per cui a volte anche gli inni non recitati da tempo vengono ricordati, per non parlare di quelli recitati.
Questi sette fattori del risveglio non sono ostacoli, impedimenti o impurità della mente. Se sviluppati e coltivati, conducono alla vera conoscenza e al nibbana. Quali sette? Il fattore del risveglio della presenza mentale, dell’investigazione del Dhamma, dell’energia, dell’estasi, della tranquillità, della concentrazione e dell’equanimità. Questi sette fattori del risveglio non sono ostacoli, impedimenti o impurità della mente. Se sviluppati e coltivati, conducono alla vera conoscenza e al nibbana.”

Detto questo, Saṅgārava disse al Buddha: “Eccellente, maestro Gotama! … Da oggi in poi, possa il Maestro Gotama ricordarsi di me come un seguace laico che ha preso in lui rifugio per tutta la vita.”

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Sujato, 2018. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.