Skip to content

SN 45.63: Kalyāṇamitta Sutta – Buon amico

A Savatthī. “Monaci, una realtà è molto utile per il sorgere del Nobile Ottuplice Sentiero. Quale realtà? La buona amicizia. Quando un monaco ha un buon amico può sviluppare e coltivare il Nobile Ottuplice Sentiero.
E in che modo un monaco che ha un buon amico può sviluppare e coltivare il Nobile Ottuplice Sentiero? Ecco, monaci, un monaco sviluppa la retta visione, che si basa sulla solitudine, sul distacco e sulla cessazione, e matura nella liberazione. Sviluppa la retta concentrazione, che si basa sulla solitudine, sul distacco e sulla cessazione, e matura nella liberazione. In questo modo, monaci, un monaco che ha un buon amico può sviluppare e coltivare il Nobile Ottuplice Sentiero”.

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di © Bhikkhu Bodhi, The Connected Discourses of the Buddha (Wisdom Publications, 2000). Tradotto in italiano da Enzo Alfano.