Skip to content

SN 38.16: Dukkarapañhā Sutta – Una domanda su ciò che è difficile da fare

“Venerabile Sāriputta, in questo Dhamma e Disciplina, cosa è difficile da fare?”
“Intraprendere la vita ascetica, venerabile, è difficile da fare in questo Dhamma e Disciplina.”
“Ma cosa è difficile da fare per qualcuno che ha intrapreso la vita ascetica?”
“Quando hai intrapreso la vita ascetica è difficile essere soddisfatto.”
“Ma cosa è difficile fare per qualcuno che è soddisfatto?”
“Quando sei soddisfatto, è difficile praticare in linea con il Dhamma.”
“Ma se un monaco pratica in linea con il Dhamma, gli ci vorrà molto tempo per diventare un arahant?”
“Non molto, venerabile.”

I samyutta su Jambukhādaka sono completi.

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Sujato, 2018. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.