Skip to content

Il Canone Pāli

Il Canone Pāli, ovvero l’insieme delle opere che racchiudono l’insegnamento del Buddha, fu redatto tra il II e il III concilio buddhista tenuti rispettivamente a Vesali nel 340 a.C. e a Pataliputta nel 247 o 246 a.C. Viene tradizionalmente suddiviso in tre canestri (pitaka) in base al contenuto dei testi:

I) Vinayapitaka, il canestro della Disciplina

II)  Suttapitaka, il canestro dei Discorsi

1. Digha Nikaya – Raccolta dei discorsi lunghi (abbr. DN)

2. Majjhima Nikaya – Raccolta dei discorsi medi (abbr. MN)

3. Samyutta Nikaya – Raccolta dei discorsi riuniti  (abbr. SN)

4. Anguttara Nikaya– Raccolta dei discorsi in progressione (abbr. AN)

5. Khuddaka Nikaya – Raccolta dei testi brevi

1) Khuddakapatha – Lezioni brevi
2) Dhammapada – Versi della Legge
3) Udana – Versi ispirati
4) Itivuttaka – Così è stato detto (abbr. Iti)
5) Suttanipata – Raccolta dei discorsi (abbr. Sn / Snp)
6) Vimanavatthu – Palazzi divini
7) Petavatthu – Storie di spiriti famelici
8) Theraghatha – Canti dei monaci
9) Therighata – Canti delle monache
10) Jataka – Le nascite
11) Niddesa – Indice
12) Patisambhidavamsa – Sentiero della completa discriminazione
13) Apadana – Gesta
14) Buddhavamsa – Stirpe del Buddha
15) Cariyapitaka – Cesta della condotta
· Milindapañha – Le domande del re Milinda
(solo nell’edizione Birmana del Tipitaka)

III) Abhidhammapitaka, il canestro della Legge