Skip to content

AN 6.120–139: Bhallikādi Sutta – Bhallika, ecc.

“Monaci, possedendo sei qualità, il capofamiglia Bhallika . . . il capofamiglia Sudatta Anāthapiṇḍika . . . il capofamiglia Citta di Macchikāsaṇḍa . . . il capofamiglia Hatthaka di Āḷavī… il capofamiglia Mahānāma di Sakyan… il capofamiglia Ugga di Vesālī . . . il capofamiglia Uggata . . il capofamiglia Sūra di Ambaṭṭha … il capofamiglia Jīvaka Komārabhacca . . il capofamiglia Nakulapitā . . . il capofamiglia Tavakaṇṇika . . . il capofamiglia Pūraṇa . . . il capofamiglia Isidatta… il capofamiglia Sandhāna… il capofamiglia Vijaya . . il capofamiglia Vajjiyamāhita . . il capofamiglia Meṇḍaka . . . il seguace laico Vāseṭṭha . . il seguace laico Ariṭṭha . . . . il seguace laico Sāragga ha realizzato la verità del Tathagata ed è diventato un veggente dell’immortale, colui che vive avendo realizzato l’immortale. Quali sei? Fiducia incrollabile nel Buddha, fiducia incrollabile nel Dhamma, fiducia incrollabile nel Saṅgha, nobile comportamento virtuoso, nobile conoscenza e nobile liberazione. Possedendo queste sei qualità, il seguace laico Sāragga ha realizzato la verità del Tathagata ed è diventato un veggente dell’immortale, colui che vive avendo realizzato l’immortale.”

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di © Bhikkhu Bodhi, The Numerical Discourses of the Buddha (Wisdom Publications, 2012).
Tradotto in italiano da Enzo Alfano.