Skip to content

AN 10.91: Kāmabhogī Sutta – Cercatori di piacere

Un tempo il Buddha soggiornava presso Sāvatthī nel boschetto di Jeta, al monastero di Anāthapiṇḍika. Allora il capofamiglia Anāthapiṇḍika si avvicinò al Buddha, si inchinò e si sedette a lato. Seduto a lato, il Buddha disse al capofamiglia Anāthapiṇḍika: “Questi dieci cercatori di piacere si trovano nel mondo. Quali dieci? In primo luogo, il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi illegittimi e coercitivi. Non si compiace e non è felice, non la condivide e non guadagna meriti.
Poi, il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi illegittimi e coercitivi. E’ felice e si compiace, ma non la condivide e non guadagna meriti.
Poi, il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi illegittimi e coercitivi. E’ felice e si compiace, ma la condivide e guadagna meriti.
Poi, il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi legittimi e illegittimi, coercitivi e non. Non si compiace e non è felice, non la condivide e non guadagna meriti.
Poi, il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi legittimi e illegittimi, coercitivi e non coercitivi. E’ felice e si compiace, ma non la condivide e non guadagna meriti.
Poi, il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi sia legittimi che illegittimi, coercitivi e non coercitivi. E’ felice e si compiace, la condivide e guadagna meriti.
Poi, il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi. Non si compiace e non è felice, non la condivide e non guadagna meriti.
Poi, il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi. E’ felice e si compiace, ma non la condivide e non guadagna meriti.
Poi, il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi. E’ felice e si compiace, la condivide e guadagna meriti. Ma gode di quella ricchezza vincolato, invaghito, con attaccamento, cieco agli svantaggi e senza conoscere la via di fuga.
Poi, il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi. E’ felice e si compiace, la condivide e guadagna meriti. Gode di questa ricchezza in modo distaccato, non invaghito, senza attaccamento, conoscendo gli svantaggi e la via di fuga.
Ora, consideriamo il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi illegittimi e coercitivi e non è felice e non si compiace, né la condivide né guadagna meriti. Può essere criticato per tre motivi. Cerca la ricchezza con mezzi illegittimi e coercitivi. Questo è il primo motivo di critica. Non è felice e non si compiace. Questo è il secondo motivo di critica. Non la condivide e non guadagna meriti. Questo è il terzo motivo di critica. Questo cercatore di piacere può essere criticato per questi tre motivi.
Ora, consideriamo il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi illegittimi e coercitivi, e che è felice e si compiace, ma non la condivide e non guadagna meriti. Può essere criticato per due motivi e lodato per uno. Cerca la ricchezza con mezzi illegittimi e coercitivi. Questo è il primo motivo di critica. E’ felice e si compiace. Questo è il primo motivo di lode. Non la condivide e non guadagna meriti. Questo è il secondo motivo di critica. Questo cercatore di piacere può essere criticato per questi due motivi e lodato per uno.
Ora, consideriamo il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi illegittimi e coercitivi, è felice e si compiace, la condivide e guadagna meriti. Può essere criticato per un motivo e lodato per due. Cerca la ricchezza con mezzi illegittimi e coercitivi. Questo è il primo motivo di critica. E’ felice e si compiace. Questo è il primo motivo di lode. La condivide e guadagna meriti. Questo è il secondo motivo di lode. Questo cercatore di piacere può essere criticato per questo motivo e lodato per questi due.
Ora, consideriamo il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi legittimi e illegittimi, coercitivi e non coercitivi, e che né è felice e né si compiace, né la condivide né guadagna meriti. Può essere lodato per un motivo e criticato per tre. Cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi. Questo è l’unico motivo di lode. Cerca la ricchezza con mezzi illegittimi e coercitivi. Questo è il primo motivo di critica. Non è né felice né si compiace. Questo è il secondo motivo di critica. Non la condivide e non guadagna meriti. Questo è il terzo motivo di critica. Questo cercatore di piacere può essere lodato per questo motivo e criticato per questi tre.
Ora, consideriamo il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi legittimi e illegittimi, coercitivi e non, e che è felice e si compiace, ma non la condivide e non guadagna meriti. Può essere lodato per due motivi e criticato per due. Cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi. Questo è il primo motivo di lode. Cerca la ricchezza con mezzi illegittimi e coercitivi. Questo è il primo motivo di critica. E’ felice e si compiace. Questo è il secondo motivo di lode. Non la condivide e non guadagna meriti. Questo è il secondo motivo di critica. Questo cercatore di piacere può essere lodato per questi due motivi e criticato per altri due motivi.
Ora, consideriamo il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi legittimi e illegittimi, coercitivi e non coercitivi, è felice e si compiace, la condivide e guadagna meriti. Può essere lodato per tre motivi e criticato per uno. Cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi. Questo è il primo motivo di lode. Cerca la ricchezza con mezzi illegittimi e coercitivi. Questo è il primo motivo di critica. E’ felice e si compiace. Questo è il secondo motivo di lode. La condivide e guadagna meriti. Questo è il terzo motivo di lode. Questo cercatore di piacere può essere lodato per questi tre motivi e criticato per questo.
Ora, consideriamo il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi, e che non è felice e non si compiace, non la condivide e non guadagna meriti. Può essere lodato per un motivo e criticato per due. Cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi. Questo è l’unico motivo di lode. Non è felice e non si compiace. Questo è il primo motivo di critica. Non la condivide e non guadagna meriti. Questo è il secondo motivo di critica. Questo cercatore di piacere può essere lodato per questo motivo e criticato per questi due motivi.
Ora, consideriamo il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi, è felice e si compiace, ma non la condivide e non guadagna meriti. Può essere lodato per due motivi e criticato per uno.
Cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi. Questo è il primo motivo di lode. E’ felice e si compiace. Questo è il secondo motivo di lode. Non la condivide e non guadagna meriti. Questo è il primo motivo di critica. Questo cercatore di piacere può essere lodato per questi due motivi e criticato per questo.
Ora, consideriamo il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi, è felice e si compiace, la condivide e guadagna meriti. Ma gode di quella ricchezza vincolato, invaghito, con attaccamento, cieco agli svantaggi e senza conoscere la via di fuga.
Può essere lodato per tre motivi e criticato per uno. Cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi. Questo è il primo motivo di lode. E’ felice e si compiace. Questo è il secondo motivo di lode. La condivide e guadagna meriti. Questo è il terzo motivo di lode. Gode di questa ricchezza vincolato, invaghito, con attaccamento, cieco agli svantaggi e non conosce la via di fuga. Questo è l’unico motivo di critica. Questo cercatore di piacere può essere lodato per questi tre motivi e criticato per questo.
Ora, consideriamo il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi, è felice e si compiace, la condivide e guadagna meriti. Gode della ricchezza in modo distaccato, non invaghito, senza attaccamento, vedendo gli svantaggi e conoscendo la via di fuga. Può essere lodato per quattro motivi. Cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi. Questo è il primo motivo di lode. E’ felice e si compiace. Questo è il secondo motivo di lode. La condivide e guadagna meriti. Questo è il terzo motivo di lode. Gode di questa ricchezza in modo distaccato, non invaghito, senza attaccamento, vedendo gli svantaggi e conoscendo la via di fuga. Questo è il quarto motivo di lode. Questo cercatore di piacere può essere lodato per questi quattro motivi.
Questi sono i dieci cercatori del piacere che si trovano nel mondo. Il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi, che è felice e si compiace, che la condivide e guadagna meriti, e che usa questa ricchezza distaccato, non invaghito, senza attaccamento, vedendo gli svantaggi e conoscendo la via di fuga, è il primo, il migliore, il principale, l’eccelso e il più nobile dei dieci. Dalla mucca nasce il latte, dal latte la cagliata, dalla cagliata il burro, dal burro il ghee e dal ghee la crema di ghee. Si dice che la crema di ghee sia la migliore di tutte.
Allo stesso modo, il cercatore del piacere che cerca la ricchezza con mezzi legittimi e non coercitivi, che è felice e si compiace, che la condivide e guadagna meriti, e che usa questa ricchezza distaccato, non invaghito, senza attaccamento, vedendo gli svantaggi e conoscendo la via di fuga, è il primo, il migliore, il principale, l’eccelso e il più nobile dei dieci.”

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Sujato, 2018. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.