Skip to content

Il Canone Pāli, o Tipitaka [triplice canestro], è l’insieme dei testi che racchiudono l’insegnamento del Buddha e l'interpretazione della sua dottrina.

SN 12.3 – Patipada Sutta – I due sentieri

A Savatthi. “Monaci, vi insegnerò l’errato sentiero e il retto sentiero. Ascoltate con molta attenzione, vado a parlare.” “Sì, signore venerabile.” – i monaci risposero. Il Beato così disse: “Monaci, qual è l’errato sentiero? Con l’ignoranza come condizione nascono le formazioni mentali con le formazioni mentali come condizione nasce la coscienza … Questa è l’origine […]

Dhammasangani 2.1.4 – Tebhumakakusala

2.1.4. Gradi di Efficacia su Ciò che è positivo nei tre Regni d’Esistenza 1. Ciò che è positivo nell’Universo dei Sensi Quali stati sono positivi? Quando sorge un pensiero positivo concernente l’universo dei sensi, accompagnato da gioia ed associato alla conoscenza – un pensiero • inferiore • o medio • o di assoluta efficacia, o […]

Dhammasangani 2.1.3 – Arupavacarakusala

2.1 Sorgere della Mente 2.1.3 Ciò che è positivo nell’Universo Immateriale (o Senza Forma) I Quattro Jhana connessi all’Esistenza Immateriale 1. La Sfera dello Spazio Infinito Quali stati sono positivi? Quando, per raggiungere i paradisi Immateriali, egli così medita, e in questo modo, con il completo superamento di ogni coscienza materiale, con lo svanire della […]

SN 21.1: Kolita Sutta – Discorso sul Nobile Silenzio

Così ho udito una volta che il Beato dimorava presso Savatthi, nel boschetto di Jeta, nel monastero di Anathapindika. Là il Venerabile Mahamoggallana si rivolse ai monaci: “Amici monaci!” “Sì, amico”, gli risposero i monaci. Il venerabile Mahamoggallana disse: “Amici, una volta che mi ero ritirato in solitudine, si presentò alla mia consapevolezza questo ragionamento: […]

SN 11.19 – Satharavendana Sutta – La venerazione del maestro (o La venerazione di Sakka 2)

“Egli è colui Perfettamente Illuminato Qui in questo mondo con tutti i suoi deva, Il maestro insuperabile: Costui io venero, o Matali. Egli è colui i cui pensieri sono privi di brama, di avversione e di ignoranza, tutti i veleni distrutti, gli Arahat: Costui io venero, o Matali. Coloro che hanno disperso brama ed avversione, […]