Skip to content

Vv 2.2: Lakhumāvimānavatthu – Il palazzo di Lakhuma

Moggallana Bhante:
Devata, sei in questo Parco Cittalata con tante divinità come se fossi il dio Sakka. La tua bellezza risplende in tutte le direzioni come la stella luminosa di nome Osadhi.
Quali azioni meritorie hanno portato questa felicità?
Dimmi Devata, che tipo di azioni meritorie hai compiuto quando eri nel mondo umano per ottenere questa bellezza che splende in tutte le direzioni ed aver guadagnato tutte queste cose meravigliose?

Narratore:
Quella divinità, felice di essere stata interrogata dall’Arahant Moggallana, spiegò volentieri le sue azioni meritorie che gli hanno fatto ottenere una così grande felicità.

Devata:
Bhante, nel mondo umano la mia casa si trovava in un villaggio di pescatori. Alcuni dei monaci del Buddha Supremo visitarono quella zona per la questua. Con una mente felice a quei monaci virtuosi dediti alla pratica del Dhamma ho offerto del riso, una torta con miele, verdure e farina di riso.

Osservavo gli Otto Precetti quattro volte al mese in ognuna delle quattro fasi lunari. Conducevo una vita moderata ed ero molto generosa. Mi sono astenuta dall’uccidere, dal rubare, dal mentire e dall’assumere sostanze intossicanti. Non ho mai tradito mio marito. Sono stata felice di osservare questi cinque precetti ogni giorno. Ero una seguace laica di Gautama il Supremo Buddha, colui che ha la grande saggezza di vedere la realtà del mondo. Sono stata abbastanza saggia da realizzare le Quattro Nobili Verità.

Per la mia vita virtuosa e per le mie azioni meritorie vivo felicemente in questo mondo. Sono nata come una bellissima divinità e mi godo tutte le cose meravigliose che deliziano il mio cuore.
Sommo Bhante, quelle sono state le azioni meritorie che ho fatto per avere un corpo così bello che splende in tutte le direzioni.
Per favore Bhante, rendi omaggio al Beato dicendo: “Bhante, la seguace laica di nome Lakhuma rende omaggio al Beato.” Il Bhagavan ha affermato che ho ottenuto un frutto dell’illuminazione. Lo so anch’io.
Bhante, il Buddha Supremo ha dichiarato che ho ottenuto il frutto del ‘ritornare-una-sola-volta’.

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Ven. Kiribathgoda Gnanananda Thera. Stories of Heavenly Mansions from the Vimanatthu © 2018 Mahamegha Publications Tradotto in italiano da Enzo Alfano.