Skip to content

Vv 1.6: Paṭhamanāvāvimānavatthu – Il palazzo (a forma di) nave

Moggallana Bhante:
Devata, la tua dimora divina è una nave con un tetto d’oro. Galleggia su uno stagno pieno di fiori di loto. Raccogli felicemente quei fiori di loto con le tue mani.
Che tipo di azione meritoria hai compiuto quando eri nel mondo umano per ottenere questa bellezza che risplende in tutte le direzioni e aver guadagnato tutte queste cose meravigliose?

Narratore:
Quel devata, lieto di essere stato interrogato dall’Arahant Moggallana, spiegò volentieri ciò che aveva compiuto per ottenere una così grande felicità.

Devata:
Nella mia vita precedente ero una donna nel mondo umano. Un giorno, ho visto diversi monaci che avevano molta sete ed erano sfiniti. Subito offrii loro dell’acqua da bere.
Ora so che se le persone offrono acqua a un monaco assetato, nel mondo celeste appariranno freschi stagni pieni di fiori di loto bianco. Inoltre, le loro dimore divine saranno circondate da bellissime spiagge sabbiose dove i flussi d’acqua scorrono senza intoppi. Alberi di mango, alberi di sala, tilaka, mele, cassie e fiori a tromba saranno in piena fioritura ovunque. Queste bellissime dimore appaiono in questi luoghi e splendono brillantemente.
Bhante, quella è stata la mia azione meritoria che mi ha dato questo meraviglioso risultato. Solo chi compie tali azioni meritorie ottengono questa felicità.
Per questo atto meritorio, sono nato come una bellissimo deva e mi godo tutte le cose meravigliose che deliziano il mio cuore.
Grande Bhante, questa è l’azione meritoria che ho compiuto per avere un corpo così bello che brilla in tutte le direzioni.

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Ven. Kiribathgoda Gnanananda Thera, Stories of Heavenly Mansions from the Vimanatthu © 2018 Mahamegha Publications. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.