Skip to content

Therigatha: Cap. 1 — Canti di una strofa

Therigatha 1.1: Una monaca qualsiasi {v. 1}

Dormi, piccola venerabile, dormi confortevolmente,
avvolta nella veste che hai fatto,
perchè le tue brame sono distrutte —
come verdure secche conservate
in una pentola.

Therigatha 1.3: Punna {v. 3}

Punna, è colma di sublimi qualità
come la luna nel quindicesimo giorno.
Con la perfetta conoscenza, ha distrutto
la massa
dell’oscurità.

Therigatha 1.11: Mutta {v. 11}

Sono libera! Sono completamente liberata! —
da queste tre cose deformate:
dalla calce, dal pestello,
e da un vecchio marito deforme.
Avendo sradicato la brama
che conduce a nuove esistenze,
sono libera dalla vecchiaia e dalla morte.

Therigatha 1.17: Dhamma {v. 17}

Dopo la questua,
appoggiandomi al bastone,
Debole, con il corpo tremante,
Pensai di cadere a terra;
Ma, percependo la promiscuità del corpo,
La mia mente fu completamente liberata.

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Thanissaro Bhikkhu. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.