Skip to content

Therigatha 7.1-3: Sattakanipāta

Theri 7.1: Uttarātherīgāthā – Uttarā (2)

“Con un pestello,
molti giovani pestano il mais.
Sostenendo moglie e figli,
si acquista ricchezza.

Lavora agli ordini del Buddha,
e non te ne pentirai.
Dopo esserti lavato i piedi,
siediti in un luogo isolato per meditare.

Focalizza la mente,
unificata e serena.
Esamina le condizioni
come altro, non come sé.”

“Dopo aver ascoltato le sue parole,
gli insegnamenti di Patācārā,
Ho lavato i piedi
e mi sono ritirata in un luogo isolato.

Nella prima veglia notturna,
Ho ricordato le mie vite passate.
Durante la veglia notturna,
Ho purificato la mia chiaroveggenza.

Nell’ultima veglia notturna,
ho distrutto la massa dell’oscurità.
Ho realizzato le tre conoscenze:
il Dhamma è stato eseguito.

Dimorerò onorandoti
come i trenta deva onorano Sakka,
imbattuto in battaglia.
Con le tre conoscenze, 
sono libera da influssi impuri.”

Theri 7.2: Cālātherīgāthā – Cālā

“Come monaca con facoltà sviluppate,
avendo stabilito la presenza mentale,
dimoro in quello stato pacifico,
il beato placarsi delle condizioni.”

“In nome di chi ti sei rasata la testa?
Sembri un asceta
ma non credi in nessuna dottrina.
Perché vivi così confusa?”

“I seguaci di altre dottrine
fanno affidamento sulle loro teorie.
Non comprendono il Dhamma,
perché non sono esperti del Dhamma.

Ma ce n’è uno nato tra i Sakya,
l’impareggiabile Buddha;
mi ha insegnato il Dhamma
per superare le apparenze.

Sofferenza, origine della sofferenza,
cessazione della sofferenza,
e il nobile ottuplice sentiero
che conduce alla distruzione della sofferenza.

Dopo aver ascoltato le sue parole,
ho praticato felicemente il Dhamma.
Ho realizzato le tre conoscenze
e adempiuto agli insegnamenti del Buddha.

Il desiderio è distrutto sotto ogni aspetto,
e la massa delle tenebre è dissolta.
Quindi sappi questo, Maligno:
sei sconfitto, nefasto!”

Theri 7.3: Upacālātherīgāthā – Upacālā

“Una monaca con facoltà sviluppate,
consapevole, chiaroveggente,
Dimoro in quello stato pacifico,
che gli impuri non coltivano.”

“Perché non approvi la rinascita?
Appena nata, puoi goderti i piaceri sensuali.
Goditi le delizie del piacere sensuale;
non te ne pentirai più tardi.”

“La morte accade a coloro che sono nati;
e quando nascono cadono nella sofferenza:
il taglio di mani e piedi,
uccisione, carcere, miseria.

Ma ce n’è uno nato tra i Sakya,
un vincitore risvegliato.
Mi ha insegnato il Dhamma
per andare oltre la rinascita:

sofferenza, origine della sofferenza,
la cessazione della sofferenza,
e il nobile ottuplice sentiero
che conduce alla distruzione della sofferenza.

Dopo aver ascoltato le sue parole,
Ho praticato felicemente il Dhamma.
Ho realizzato le tre conoscenze
e adempiuto agli insegnamenti del Buddha.

Il desiderio è distrutto sotto ogni aspetto,
e la massa delle tenebre è dissolta.
Quindi sappi questo, Maligno:
sei sconfitto, nefasto!”

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Sujato e Jessica Walton, 2019. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.