Skip to content

Theragatha 2.1-10: Paṭhama Vagga

Thera 2.1: Uttarattheragāthā – Uttara (1)

Nessuna vita è permanente
e nessuna condizione dura per sempre.
Gli aggregati rinascono
e muoiono di continuo.

Conoscendo questo pericolo,
non ho bisogno di un’altra vita.
Sono sfuggito a tutti i piaceri sensuali,
e ho raggiunto la fine degli influssi impuri.

Thera 2.2: Piṇḍolabhāradvājattheragāthā – Piṇḍolabhāradvāja

Non si può vivere digiunando,
ma il cibo non porta la pace della mente.
Vedendo come questo sacco di ossa è sostenuto dal cibo,
io erro, io cerco.

Si sa che è solo una palude
questa lode e venerazione delle famiglie rispettabili.
L’onore è un dardo sottile, difficile da estrarre,
difficile per un peccatore da abbandonare.

Thera 2.3: Valliyattheragāthā – Valliya (2)

Una scimmia si avvicina alla piccola dimora
con cinque porte.
Gira intorno, bussando continuamente
ad ogni porta.

Fermati scimmia, non correre!
Le cose adesso sono diverse;
sei stata catturata dalla saggezza –
non andrai lontano.

Thera 2.4: Gaṅgātīriyattheragāthā – Gaṅgātīriya

La mia capanna sulla riva del Gange
è composta da tre foglie di palma.
La mia ciotola per l’elemosina è un vaso funebre,
la mia veste è fatta di stracci.

Nelle mie prime due stagioni delle piogge
ho detto solo una parola.
Nella mia terza stagione delle piogge
la massa dell’oscurità è stata distrutta.

Thera 2.5: Ajinattheragāthā – Ajina

Anche un maestro delle tre conoscenze,
che ha vinto la morte ed è senza influssi impuri,
è guardato dall’alto in basso perché sconosciuto
agli sciocchi ignoranti.

Ma qualsiasi persona qui
che ottiene cibo e bevande
è da loro onorato,
anche se hanno una cattiva indole.

Thera 2.6: Meḷajinattheragāthā – Meḷajina

Quando ho ascoltato il Maestro
parlare del Dhamma,
non avevo alcun dubbio
sull’onnisciente, sul non conquistato,

la grande guida, il grande eroe,
il più eccellente degli aurighi.
non ho dubbi
sul sentiero o sulla pratica.

Thera 2.7: Rādhattheragāthā – Rādha

Come la pioggia filtra dentro
una casa mal coperta,
così la brama penetra
una mente non protetta.

Come la pioggia non filtra dentro
una casa ben coperta,
così la brama non penetra
una mente ben protetta.

Thera 2.8: Surādhattheragāthā – Surādha

La rinascita per me è finita;
il Dhamma del vincitore è compiuto;
ciò che chiamano “groviglio” è stata abbandonato;
l’attaccamento alla rinascita è sradicato.

Ho raggiunto la meta
della vita ascetica
dalla vita laica all’ascetismo:
la distruzione di tutte le catene.

Thera 2.9: Gotamattheragāthā – Gotama (1)

I saggi dormono felici
se non sono legati alle donne.
Perché la verità è difficile da trovare tra loro
e bisogna essere sempre protetti.

Piacere sensuale, sei stato distrutto!
Non sono più in debito con te.
Adesso vado a dimorare
dove non c’è dolore.

Thera 2.10: Vasabhattheragāthā – Vasabha

Il primo uccide
poi uccidono gli altri.
Uccisioni, morti,
come uno che uccide gli uccelli usando un uccello morto come esca.

Il colore di un arahant non è all’esterno;
un arahant è colorato all’interno.
Chi nutre cattive azioni
è davvero oscuro, Sujampati.

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Sujato e Jessica Walton, 2019. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.