Skip to content

SN 12.39: Dutiyacetana Sutta – Intenzione (2)

A Savatthi.
“Monaci, ciò che percepite o pianificate, e le tendenze nascoste sono un sostegno per il divenire della coscienza. Quando esiste questo sostegno, la coscienza si determina. Quando la coscienza si determina, sorgono nome e forma. Nome e forma sono le condizioni per le sei basi sensoriali. Le sei basi sensoriali sono le condizioni per il contatto. Il contatto è una condizione per la sensazione. … per la brama … per l’attaccamento … per l’esistenza … per la rinascita … per vecchiaia e morte, da cui sorgono dolore, lamento, sofferenza, tristezza e angoscia. Ecco come nasce tutta questa massa di sofferenza.

Se non percepite o pianificate, ma avete ancora tendenze nascoste, tutto ciò diventa un sostegno per il divenire della coscienza. Quando esiste questo sostegno, la coscienza si determina. Quando la coscienza si determina, sorgono nome e forma. Nome e forma sono le condizioni per le sei basi sensoriali. … Ecco come nasce tutta questa massa di sofferenza.

Se non percepite o pianificate, e non avete tendenze nascoste, tutto ciò non diventa un sostegno per il divenire della coscienza. Senza sostegno, la coscienza non si determina. Quando la coscienza non si determina, non sorgono nome e forma. Quando nome e forma cessano, le sei basi sensoriali cessano. … Ecco come cessa tutta questa massa di sofferenza.” 

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Sujato, 2018 Tradotto in italiano da Enzo Alfano.