Skip to content

Pv 3.6: Seriṇīpetivatthu – Lo spettro Serini

Uomo:
Sei nudo, brutto e molto magro. Le tue costole e le tue vene sporgono dal tuo corpo. Chi sei?

Spettro femminile:
Sono uno spettro. Ho compiuto azioni malvagie quando ero nel mondo umano. Come risultato, devo soffrire nel mondo degli spiriti.

Uomo:
Quale cattiva azione hai commesso con il corpo, la parola o la mente per soffrire in questo modo?

Spettro femminile:
Nel mondo umano, avevo molte ricchezze e molte opportunità di raccogliere meriti. Ma ero molto avido e non davo niente a nessuno.
Ora, a causa della mia avidità, se mi avvicino a un fiume per bere, il fiume mi appare vuoto e pieno di sabbia. Se vado verso l’ombra di un albero per riposare, il posto diventa bruciato dal sole. Il vento è come il fuoco che soffia su di me e mi brucia. Ma io merito tutte queste sofferenze perché ho fatto del male.
Per favore, potresti andare nella città di Hatthinipura, trovare mia madre e dirle: “Ho visto tua figlia rinascere nel miserabile mondo di Yama perché ha fatto azioni cattive.”
E dille anche che ho raccolto quattrocentomila monete e le ho nascoste sotto il divano dove dormivo. Non ne ho parlato con nessuno.
Chiedile di prendere i soldi e di usarli per fare l’elemosina a mio nome. Lei dovrebbe dedicare il merito di questo dono a me. Allora sarò felice e otterrò tutto ciò che voglio.

Uomo:
Molto bene.
L’uomo si recò nella città di Hatthinipura, trovò la madre dello spettro femminile e le disse:
‘Ho visto tua figlia rinascere nel miserabile mondo di Yama perché ha fatto azioni malvagie. Mi ha detto di dirti che ha raccolto quattrocentomila monete e le ha nascoste sotto il divano dove dormiva. Non ne ha parlato con nessuno.
Vuole che tu usi quei soldi per fare l’elemosina in suo nome. Dovresti dedicarle il merito di questo dono. Allora sarà felice e otterrà tutto ciò che vuole.’

La madre usò il denaro per fare l’elemosina ai monaci e assegnò il merito della donazione a lei. Il fantasma divenne molto felice e ottenne un corpo molto bello.

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli del Ven. Kiribathgoda Gnanananda Thera, Stories of Ghosts from the Petavatthu © 2018 Mahamegha Publications. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.