Skip to content

Pv 1.14: Sāriputtattheramātupetivatthu – La madre del Venerabile Sariputta

Il venerabile Sariputta incontra uno spettro donna e chiede:

Sariputta Bhante:
Sei nuda e orribile. Le tue vene sono sporgenti. Sei magra e scheletrica, chi sei?

Spettro:
Sono stata tua madre in una vita precedente. Ora vivo in un mondo di spiriti soffrendo fame e sete. Il mio cibo è saliva, muco, catarro, grasso dei corpi che bruciano, sangue delle partorienti, sangue delle ferite, pus e sangue delle ferite da rasatura. Posso solo nutrirmi del pus e del sangue di uomini e di animali. Non ho una mia dimora, quindi dimoro al cimitero. Oh, figlio mio, per favore fai delle offerte ai monaci e dedica a me questo merito. Solo così sarò libera dal mangiare pus e sangue.

Dopo aver sentito quelle parole da sua madre, il compassionevole venerabile Sariputta chiamò il venerabile Moggallana, il venerabile Narada e il venerabile Kappina. Il venerabile Sariputta costruì quattro capanne e le offrì, insieme a cibo e bevande, a tutta la comunità dei monaci e dedicò il merito a sua madre. Il risultato di questa donazione ebbe immediatamente effetto sotto forma di cibo, bevande e vestiti per lo spettro. Si purificò e, dopo aver indossato vestiti più puliti e adornata con gioielli, si avvicinò al venerabile Moggallana.

Moggallana Bhante:
Chi sei, con tale bellezza celeste che splende in tutte le direzioni come una stella? Perché sei così bella? Che merito hai raccolto quando eri nel mondo umano?

Spettro:
Ero tua madre in una vita precedente. Sono rinata nel mondo degli spiriti soffrendo fame e sete. Il mio cibo era saliva, muco, catarro, grasso dei corpi in fiamme, sangue delle partorienti, sangue delle ferite, pus e sangue delle ferite da rasatura. Potevo nutrirmi solo del pus e del sangue di esseri umani e di animali. Non avevo una mia dimora, quindi dimoravo al cimitero.

Ora sono molto felice, rallegrandomi per il dono del venerabile Sariputta. Non ho paura di nulla. Sono venuta qui per adorare il compassionevole Sariputta.

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli del Ven. Kiribathgoda Gnanananda Thera. Stories of Ghosts from the Petavatthu © 2018 Mahamegha Publications. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.