Skip to content

Pp 2.5: Pañcakapuggalapaññatti – Divisione dei Tipi Umani a Cinque

1. Una persona che agisce tormentata dal rimorso, che non conosce la liberazione della mente e la liberazione tramite la visione profonda com’è realmente, in cui le sue qualità impure e maligne appena sorte sono totalmente distrutte, così deve essere descritto: “di costui le tendenze impure dovute ad azioni esistono e le tendenze impure dovute al rimorso aumentano. Se costui avesse abbandonato le tendenze impure dovute alle sue azioni e avesse soppresso le tendenze impure a causa del rimorso, e avesse praticato la meditazione e la visione profonda.” In questo modo costui sarebbe uguale alla quinta persona in questo gruppo.
Una persona che agisce non tormentata dal rimorso, che non conosce la liberazione della mente e la liberazione tramite la visione profonda com’è realmente, in cui le sue qualità impure e maligne appena sorte sono totalmente distrutte, così deve essere descritto: “di costui le tendenze impure dovute ad azioni esistono e le tendenze impure dovute al rimorso non aumentano. Se costui avesse abbandonato le tendenze impure dovute alle sue azioni e avesse praticato la meditazione e la visione profonda.” In questo modo costui sarebbe uguale alla quinta persona in questo gruppo.
Una persona che non agisce ma è tormentata dal rimorso, che non conosce la liberazione della mente e la liberazione tramite la visione profonda com’è realmente, in cui le sue qualità impure e maligne appena sorte sono totalmente distrutte, così deve essere descritto: “di costui le tendenze impure dovute ad azioni non esistono e le tendenze impure dovute al rimorso aumentano. Se costui avesse rimosso le tendenze impure dovute al rimorso e avesse praticato la meditazione e la visione profonda.” In questo modo costui sarebbe uguale alla quinta persona in questo gruppo.
Una persona che non agisce e non è tormentata dal rimorso, che non conosce la liberazione della mente e la liberazione tramite la visione profonda com’è realmente, in cui le sue qualità impure e maligne appena sorte sono totalmente distrutte, così deve essere descritto: “di costui le tendenze impure dovute ad azioni non esistono e le tendenze impure dovute al rimorso non aumentano. Se avesse praticato la meditazione e la visione profonda.” In questo modo costui sarebbe uguale alla quinta persona in questo gruppo. Queste quattro persone così esortate, così istruite da un quinto uomo, riescono gradualmente a distruggere le tendenze impure.

2. Quale persona disprezza dopo aver donato?
Ecco una persona che ha ricevuto vestiti, cibo, ciotola per l’elemosina, letto, sedie, medicine e altro; chi dona pensa: “Io do; questa persona, accetta.” Invece la persona lo disprezza; così una persona dà, l’altro disprezza.
Quale persona disprezza dopo aver vissuto insieme?
In questo caso una persona dimora con un’altra persona per due o tre anni; vivendo insieme a lui lo disprezza; così una persona disprezza vivendo insieme.
Quale persona è di bocca aperta?
In questo caso una persona, mentre viene pronunciata la lode o il disprezzo di un’altra persona, si infatua di costui; quindi è una persona di bocca aperta.
Quale persona è volubile?
In questo caso una persona ha poca fede, poca devozione, poco amore, poca soddisfazione; così una persona è volubile.
Quale persona è ottusa e stupida?
In questo caso una persona non conosce le qualità buone o cattive, non conosce le qualità biasimevoli o irreprensibili, non conosce le qualità inferiori o eccellenti, non conosce le qualità oscure o luminose; così una persona è ottusa e stupida.

3. Chi sono le persone persone paragonabili a un guerriero?
Esistono cinque tipi di guerriero: In questo caso un guerriero nel vedere la nuvola di polvere (sollevata dalla marcia del nemico) ha paura, si abbatte, non riesce a controllarsi, non è in grado di continuare la battaglia. Questo è il primo tipo di guerriero esistente al mondo.
Ancora:In questo caso un guerriero sopporta la nuvola di polvere, ma vedendo la propria bandiera cadere, si abbatte, non riesce a controllarsi, non è in grado di continuare la battaglia. Questo è il secondo tipo di guerriero esistente al mondo.
Ancora: In questo caso un guerriero sopporta la nuvola di polvere e la bandiera; ma sentendo le grida di guerra si impaurisce, si abbatte, non riesce a controllarsi, non è in grado di continuare la battaglia. Questo è il terzo tipo di guerriero esistente al mondo.
Ancora: In questo caso un guerriero sopporta la nuvola di polvere, sopporta la bandiera, sopporta le grida di guerra, ma durante la battaglia viene ucciso o fatto prigioniero. Questo è il quarto tipo di guerriero esistente al mondo.
Ancora: In questo caso un guerriero sopporta la nuvola di polvere, sopporta la bandiera, sopporta le grida di guerra, resiste alla battaglia; vince ed è vittorioso in battaglia, sopravvive alla battaglia. Questo è il quinto tipo di guerriero esistente nel mondo.
Questi sono i cinque tipi di guerrieri esistenti nel mondo, lo stesso sono queste cinque persone che vivono e hanno il loro essere tra i monaci paragonabili ai guerrieri. Quali cinque?
In questo caso un monaco che vede la nuvola di polvere, sprofonda verso il basso tormentato dal rimorso, non riesce a controllarsi, non è in grado di sviluppare la vita santa, mostrando debolezza nel Dhamma, rinunciando ai precetti, e torna alla precedente vita familiare.
Cosa significa polvere per lui? In questo caso un monaco sente che in quel villaggio o città vive una donna o una ragazza che è bella, affascinante, graziosa e dotata di grande bellezza; ne rimane affascinato, si tormenta dal rimorso, non controlla se stesso, non è in grado di sviluppare la vita santa, mostrando debolezza nel Dhamma, rinunciando ai precetti torna alla precedente vita familiare; questo è ciò che la polvere significa per lui. Proprio come un guerriero che vede la polvere alzarsi, si tormenta dal rimorso, non riesce a controllarsi, non è in grado di continuare a combattere, così è questa persona. Questa persona è la prima esistente al mondo paragonabile a un guerriero.
Ancora: In questo caso un monaco sopporta la nuvola di polvere, ma vedendo la bandiera affondare, si tormenta dal rimorso, non si controlla, non è in grado di sviluppare la vita santa; mostrando debolezza nel Dhamma, rinunciando ai precetti, torna alla precedente vita familiare.Cosa significa per lui la bandiera? In questo caso un monaco non solo sente che in un villaggio o città vive una donna o una ragazza bella, affascinante, graziosa e dotata di grande bellezza; lui personalmente vede la donna o la ragazza, che è bella, affascinante, graziosa e dotata di grande bellezza; vedendola ne rimane affascinato, si tormenta dal rimorso, non si controlla, non è in grado di sviluppare una vita santa; mostrando debolezza nel Dhamma, rinunciando ai precetti, torna alla precedente vita familiare; questo è ciò che significa la cima della bandiera per lui. Proprio come il guerriero sopporta la polvere, ma nel vedere la bandiera affondare, si tormenta dal rimorso, non si controlla, non è in grado di continuare a combattere, così è quest’uomo. Questa è la seconda persona esistente tra i monaci paragonabile a un guerriero.
Ancora: In questo caso un monaco sopporta la nuvola di polvere, sopporta la bandiera, ma sentendo le grida di guerra piange, si impaurisce, si tormenta dal rimorso, non si controlla, non è in grado di sviluppare la vita santa; mostrando debolezza nel Dhamma, rinunciando ai precetti, ritorna alla precedente vita familiare. Cosa significano per lui le grida di guerra? In questo caso una donna che si avvicina a un monaco, che si è recato nella foresta o ai piedi di un albero o in una stanza vuota, parla con leggerezza, conversa, ride e scherza. Gli viene parlato con leggerezza, conversa o scherza o viene deriso dalla donna, si tormenta dal rimorso, non si controlla, non è in grado di sviluppare una vita santa; mostrando debolezza nel Dhamma, rinunciando ai precetti, torna alla precedente vita familiare; questo è ciò che le grida di guerra significano per lui. Proprio come quel guerriero resiste alla polvere, resiste alla bandiera, sentendo le grida di guerra piange, si impaurisce, è tormentato dal rimorso, non si controlla, non è in grado di continuare a combattere, così è questa persona. Questa è la terza persona esistente tra i monaci paragonabile a un guerriero.
Ancora: In questo caso un monaco sopporta la nuvola di polvere, sopporta la bandiera, sopporta le grida di guerra, ma viene ucciso in battaglia o fatto prigioniero.
Cosa significa per lui la battaglia? In questo caso una donna che si avvicina a un monaco, che è andato nella foresta o ai piedi di un albero o in un posto solitario, si siede vicino, si sdraia vicino, lo abbraccia; lui ha la donna seduta vicino a lui, la vede sdraiata vicino a lui, lei fa abbracciare, abbandona i precetti e, mostrando debolezza, si comporta in modo impuro. Questo è ciò che la battaglia significa per lui. Proprio come quel guerriero sopporta la polvere, sopporta la bandiera, sopporta le grida di guerra, ma è ucciso o fatto prigioniero, così è questa persona. Questa è la quarta persona esistente tra i monaci paragonabile a un guerriero.
Ancora: In questo caso un monaco sopporta la nuvola di polvere, sopporta la bandiera, sopporta le grida di guerra e resiste alla battaglia; egli vince la battaglia, vittorioso, sopravvive in battaglia.
Cosa significa per lui vincere la battaglia? In questo caso una donna che si avvicina al monaco, che è andato nella foresta o ai piedi di un albero o in una stanza vuota, si siede vicino, si sdraia vicino, lo abbraccia. Con la donna seduta vicino a lui, sdraiata vicino a lui, che lo abbraccia, se ne distacca; si reca in un luogo solitario, in una foresta, ai piedi di un albero, in una montagna, in una grotta, in una grotta di montagna, in un cimitero, in un tratto di foresta, all’aria aperta o su un mucchio di paglia: andato nella foresta, ai piedi di un albero o in una stanza vuota, siede a gambe incrociate, con il corpo eretto e preparando il ricordo; rinunciando alla bramosia nel mondo, vive con una mente libera dalla bramosia, purifica la mente dalla bramosia; rinunciando alla cattiveria, vive con una mente libera dalla cattiveria; compassionevole con tutti gli esseri viventi, purifica la mente dalla cattiveria; rinunciando alla pigrizia e alla sonnolenza, consapevole della luce, consapevole e posseduto dalla conoscenza, purifica la mente dalla pigrizia e dalla sonnolenza; rinunciando alla distrazione e irrequietezza, purifica la mente da questi, mantenendo la mente calma internamente; rinunciando al dubbio, vive oltre ogni dubbio; libero da dubbi, per quanto riguarda le buone qualità, purifica la mente dal dubbio; rinunciando a questi cinque ostacoli, che sono gli influssi impuri della mente, che indeboliscono l’intelletto, libero dai piaceri sensuali e dalle cattive qualità entra e dimora nel primo jhana (meditazione estatica) con pensiero applicato e sostenuto, gioia e felicità dovute al distacco; egli, ponendo fine al pensiero applicato e sostenuto, entra e dimora nel secondo, terzo e quarto Jhana. Con una mente così concentrata, pura, chiara, libera da influssi impuri, libera da colpe, leggera, controllata, salda e immobile, tramite conoscenza della distruzione delle tendenze impure controlla la sua mente; egli realmente comprende che questa è sofferenza, ecc. … questo è il sentiero che conduce alla cessazione della sofferenza; egli realmente comprende gli influssi impuri, ecc., comprende che questo è il sentiero che conduce alla cessazione degli influssi impuri. Così conoscendo e vedendo, la sua mente viene liberata dalla tendenza verso i piaceri sensuali, la sua mente viene liberata dalla tendenza alla rinascita, la sua mente viene liberata dalla tendenza all’ignoranza; così liberato, ha la consapevolezza di essere libero, sa che la nascita è finita, la vita santa è compiuta, ciò che doveva essere fatto è stato fatto e “non ci saranno altre rinascite in questa esistenza.” È questo che la vittoria in battaglia significa per lui. Proprio come quel guerriero sopporta la polvere, sopporta la bandiera, sopporta le grida di guerra, sopporta la lotta, vince la battaglia, essendo vittorioso in battaglia, sopravvive alla battaglia, così è questa persona. Questa è la quinta persona esistente tra i monaci paragonabile a un guerriero.
Queste sono le cinque persone che vivono e hanno il loro essere tra i monaci paragonabili ai guerrieri.

4. Quali sono le cinque (persone) che vivono di elemosina?
Si vive di elemosina per idiozia e stupidità, si vive di elemosina per desiderio impuro, si vive di elemosina per follia e per una mente non controllata, si vive di elemosina perché si pensa: ‘è lodato dai Buddha e dai loro discepoli’; inoltre, c’è qualcuno che per assenza di desiderio, per appagamento, per distruzione (delle colpe) e perché [la vita è necessaria], vive di elemosina.
In quel caso la persona che vive di elemosine per assenza di desiderio, per appagamento, per distruzione (delle colpe) e perché [la vita è necessaria], è la guida, il capo, il più importante, il migliore e il più eccellente di queste cinque (persone) che vivono di elemosina. Proprio come il latte deriva dalla mucca, la cagliata dal latte, il burro dalla cagliata, il burro chiarificato dal burro e la schiuma di burro chiarificato dal burro chiarificato, così è questa persona che è la guida, il capo, il più importante, il migliore e il più eccellente di queste cinque (persone) che vivono di elemosina. Queste sono le cinque persone che vivono di elemosina.

5–14. Chi sono le cinque persone che rifiutano di accettare il cibo dopo il tempo opportuno? Chi sono le cinque persone che usano un tipo di sedia? Chi sono le cinque persone che indossano gli stracci raccolti nei rifiuti? Chi sono le cinque persone che indossano una triplice veste? Chi sono le cinque persone che dimorano nella foresta? Chi sono le cinque persone che vivono ai piedi di un albero? Chi sono le cinque persone che vivono a cielo aperto? Chi sono le cinque persone che riposano seduti? (Chi sono le cinque persone che usano i posti offerti?) Chi sono le cinque persone che vivono in un cimitero?
Qui termina la descrizione del raggruppamento dei Tipi Umani a Cinque.

Traduzione in inglese dalla versione Pali di Bimala Charan Law, Designation of Human Types, Pali Text Society.
Tradotto in italiano da Enzo Alfano.