Skip to content

Patthana: Stati mentali

Sincronia delle relazioni negli Stati Mentali

Ci sono novantuno “radiose” classi di coscienza. Sono: ventiquattro classi “radiose” di coscienza kama, quindici classi di coscienza rupa, dodici classi di coscienza arupa e quaranta classi di coscienza trascendentale. Di queste, le ventiquattro classi “radiose” di coscienza kama sono: otto classi di coscienza morale, otto classi di tipo risultante “radioso” e altre otto classi di tipo “radioso” inoperativo.

Esistono venticinque tipi di proprietà mentali sobhana (“radiante”): alobha (disinteresse), adosa (amicizia), amoha (intelligenza) – questi tre sono chiamati hetu morali – saddha (fede), sati (consapevolezza), hiri (prudenza), ottappa (discrezione), tatramajhattata (equilibrio mentale), kayapassaddhi (padronanza delle proprietà mentali), cittapassaddhi (padronanza della mente), kaya-lahuta (emersione delle proprietà mentali), citta-lahuta (emersione della mente ), kayamuduta (flessibilità delle proprietà mentali), citta-mudata (flessibilità della mente), kayakammannata (idoneità del lavoro delle proprietà mentali), citta-kammannata (idoneità del lavoro della mente), kaya-pagunnata (abilità delle proprietà mentali), citta-pagunnata (abilità della mente), kayujukata (rettitudine delle proprietà mentali), cittujukata, (rettitudine della mente), samma-vaca (retta parola), samma-kammanta (retta azione), samma-ajiva (retta sussistenza) – gli ultimi tre sono chiamati le tre rinunce; karuna (compassione) e mudita (gioia) – questi ultimi due sono chiamati i due senza limiti.

Di questi, i tre hetu morali sono hetupaccaya. L’intelligenza appare sotto il nome di vimamsa nella relazione adhipati; sotto il nome di panna nella relazione indriya; e sotto il nome di sammaditthi nella relazione magga. Saddha o fede è la relazione indriya. Sati o consapevolezza è un satindriya nella relazione indriya e un sammasati nella relazione magga. Le tre rinunce (retta parola, retta azione, retta sussistenza) sono relazioni magga. I restanti diciassette stati mentali non sono relazioni particolari.

Trentotto proprietà mentali entrano in combinazione con le otto classi morali della coscienza kama (kama = desideri dei sensi). Sono: sette universali, sei particolari e venticinque sobhana. Di questi, l’interesse piacevole entra in combinazione solo con le quattro classi di coscienza accompagnate dalla gioia. L’intelligenza entra anche in combinazione con le quattro classi legate alla conoscenza. Le tre rinunce entrano in combinazione solo quando si osservano regole o precetti morali. I due illimitabili sorgono solo quando simpatizzano con la sofferenza, o condividono la felicità, degli esseri viventi. In queste otto classi di coscienza, le radici doppie o triple sono relazioni hetu. Tra i quattro tipi di adhipati, cioè desiderio di agire, mente, sforzo e ricerca, ognuno è a sua volta un adhipati. La volontà è la relazione kamma. I tre nutrimenti sono le relazioni ahara. Gli otto stati mentali, cioè mente, sensazione, concentrazione, vita psichica, fede, consapevolezza, sforzo e intelligenza sono relazioni indriya. I cinque fattori jhana, cioè applicazione iniziale, applicazione sostenuta, interesse piacevole, sensazione e concentrazione sono relazioni jhana. Gli otto componenti del sentiero, cioè investigazione, applicazione iniziale, le tre astinenze, consapevolezza, sforzo e concentrazione sono relazioni magga. Pertanto, solo le due relazioni (pacchajata e vipaka) non si ottengono in queste otto classi di coscienza, mentre si ottengono le restanti ventidue. Le tre rinunce non si ottengono nelle otto classi sobhana di coscienza inoperativa. Come nella coscienza morale, due relazioni non sono ottenibili e ventidue sono ottenibili in questo contesto. Anche le tre astinenze e le due illimitabili non si ottengono nelle otto belle classi di coscienza risultante. Le relazioni non ottenibili sono tre, vale a dire, adhipati, pacchajata e asevana; e le restanti ventuno sono ottenibili.

Le classi superiori di rupa, arupa e coscienza trascendentale non ottengono più di ventidue relazioni. La sincronia delle relazioni dovrebbe essere intesa come esistente nelle quattro classi morali della coscienza kama connessa con la conoscenza. Se è così, allora perché quelle classi di coscienza sono più elevate e trascendentali della coscienza kama? A causa della grandezza asevana. Sono modellati da esercizi marcati, quindi asevana è superiore a loro; per questo motivo anche indriya, jhana, magga e altre relazioni diventano superiori. Quando queste relazioni diventano supreme – ognuna più alta e più alta dell’altra – anche quelle classi di coscienza diventano più elevate e trascendentali della coscienza kama.

Fine della Sincronia delle relazioni negli stati mentali.

The Patthanuddesa Dipani di Mahathera Ledi Sayadaw & Sayadaw U Nyana. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.