Skip to content

Kd 1.9: Discorso sulla vita ascetica e sulla completa ordinazione

Poco dopo, i monaci condussero da varie regioni e paesi le persone che desideravano intraprendere la vita ascetica e la completa ordinazione, pensando: “Il Buddha li ordinerà.” I monaci si stancarono, così come i richiedenti l’ordinazione.
Allora, mentre meditava in solitudine, il Buddha pensò: “Perché non permetto ai monaci di intraprendere la vita ascetica e la completa ordinazione in quelle regioni e in quei paesi?”
La sera il Buddha, dopo la meditazione, diede un insegnamento e riferì ai monaci ciò che aveva pensato, aggiungendo: “Vi permetto di intraprendere la vita ascetica e la completa ordinazione in quelle varie regioni e paesi.
Monaci, dovete fare in questo modo. Per prima cosa il richiedente deve radersi capelli e barba e indossare una veste color ocra. Poi deve sistemare la veste superiore su una spalla, portare rispetto ai monaci, accovacciarsi sui talloni e a mani giunte dire:

Prendo rifugio nel Buddha,
prendo rifugio nel Dhamma,
prendo rifugio nel Sangha.

Per la seconda volta prendo rifugio nel Buddha,
Per la seconda volta prendo rifugio nel Dhamma,
Per la seconda volta prendo rifugio nel Sangha.

Per la terza volta prendo rifugio nel Buddha,
Per la terza volta prendo rifugio nel Dhamma,
Per la terza volta prendo rifugio nel Sangha.

Dovete intraprendere la vita ascetica e la completa ordinazione attraverso i tre rifugi.”

Il discorso sull’ordinazione completa attraverso i tre rifugi è terminato.

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Brahmali. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.

TestoKhandhaka