Skip to content

Kd 1.23: I cinque requisiti per conferire l’ordinazione completa

Un monaco che ha cinque qualità non dovrebbe dare l’ordinazione completa, né dare un sostegno formale, né farsi assistere un monaco novizio. Non possiede la virtù, la quiete, la saggezza, la liberazione, la conoscenza e la visione della liberazione di un monaco pienamente formato.
Ma un monaco che possiede le cinque qualità può conferire l’ordinazione completa, dare un sostegno formale e farsi assistere da un monaco novizio. Egli possiede la virtù, la quiete, la saggezza, la liberazione, la conoscenza e la visione della liberazione di un monaco pienamente formato.

Un monaco che possiede altre cinque qualità non dovrebbe dare l’ordinazione completa, né dare un sostegno formale, né farsi assistere un monaco novizio. Non possiede egli stesso né incoraggia gli altri nella virtù, nella quiete, nella saggezza, nella liberazione o nella conoscenza e nella visione della liberazione di un monaco pienamente formato.
Ma un monaco che possiede cinque qualità può conferire l’ordinazione completa, dare un sostegno formale e farsi assistere da un monaco novizio. Egli possiede la virtù, la quiete, la saggezza, la liberazione, la conoscenza e la visione della liberazione di un monaco pienamente formato e incoraggia gli altri.

Un monaco che possiede altre cinque qualità non dovrebbe dare l’ordinazione completa, né dare un sostegno formale, né farsi assistere un monaco novizio. Non ha fede, coscienza e prudenza morale; è pigro e distratto.
Ma un monaco che possiede cinque qualità può conferire l’ordinazione completa, dare un sostegno formale e farsi assistere da un monaco novizio. Ha fede, coscienza, prudenza morale, energia e consapevolezza.

Un monaco che possiede altre cinque qualità non dovrebbe dare l’ordinazione completa, né dare un sostegno formale, né farsi assistere da un monaco novizio. Ha fallito nella moralità superiore, nella condotta e nella visione; è ignorante e sciocco.
Ma un monaco che ha cinque qualità può dare l’ordinazione completa, dare un sostegno formale e farsi assistere da un monaco novizio. Non ha fallito nella moralità superiore, nella condotta o nella visione; è colto e saggio.

Un monaco che possiede altre cinque qualità non dovrebbe dare l’ordinazione completa, né dare un sostegno formale, né farsi assistere da un monaco novizio. Non è in grado di fare tre cose nei confronti di un discepolo: curarlo o farlo curare quando è malato; allontanarlo o farlo allontanare quando è insoddisfatto della vita spirituale; e usare il Dhamma per dissipare l’ansia. Non conosce le colpe e non sa come si eliminano le colpe.
Ma un monaco che possiede cinque qualità può conferire l’ordinazione completa, dare un sostegno formale e farsi assistere da un monaco novizio. È in grado di fare tre cose nei confronti di un discepolo: curarlo o farlo curare quando è malato; allontanarlo o farlo allontanare quando è scontento della vita spirituale; e usare il Dhamma per dissipare l’ansia. E conosce le colpe; e sa come le colpe vengono cancellate.

Un monaco che possiede altre cinque qualità non dovrebbe dare l’ordinazione completa, né dare un sostegno formale, né farsi assistere da un monaco novizio. Non è in grado di fare cinque cose nei confronti di un discepolo: educarlo alla buona condotta; educarlo alle basi della vita spirituale; educarlo al Dhamma; educarlo alla Legge monastica; usare il Dhamma per fargli abbandonare le falsi visioni.
Ma un monaco che possiede cinque qualità può dare l’ordinazione completa, dare un sostegno formale e farsi assistere da un monaco novizio. È in grado di fare cinque cose nei confronti di un discepolo: educarlo alla buona condotta; educarlo ai fondamenti della vita spirituale; educarlo al Dhamma; educarlo alla Legge monastica; usare il Dhamma per fargli abbandonare le false visioni.

Un monaco che possiede altre cinque qualità non dovrebbe dare l’ordinazione completa, né dare un sostegno formale, né farsi assistere da un monaco novizio. Non conosce le colpe; non conosce le non colpe; non sa quali sono le colpe minori; non sa quali sono le colpe maggiori; nessuno dei due Codici Monastici è stato da lui adeguatamente appreso in dettaglio, e non li ha analizzati bene, né li ha padroneggiati a fondo, né li ha studiati bene, né per quanto riguarda le regole né per quanto riguarda la loro esposizione dettagliata.
Ma un monaco che possiede cinque qualità può dare l’ordinazione completa, dare un sostegno formale e farsi assistere da un monaco novizio. Conosce le colpe; conosce le non colpe; sa quali sono le colpe minori; sa quali sono le colpe maggiori; ha imparato bene entrambi i Codici Monastici in dettaglio, li ha analizzati bene, li ha padroneggiati a fondo e li ha studiati bene, sia per quanto riguarda le regole che la loro esposizione dettagliata.

Un monaco che possiede altre cinque qualità non dovrebbe dare l’ordinazione completa, né dare un sostegno formale, né farsi assistere da un monaco novizio. Non conosce le colpe; non conosce le non colpe; non sa quali sono le colpe minori; non sa quali sono le colpe maggiori; ha meno di dieci anni di anzianità.
Ma un monaco che ha cinque qualità può dare l’ordinazione completa, dare il sostegno formale e farsi assistere da un monaco novizio. Conosce le colpe; conosce le non colpe; sa quali sono le colpe minori; sa quali sono le colpe maggiori; ha dieci o più anni di anzianità.”

La sezione composta da sedici gruppi di cinque requisiti per il conferimento dell’ordinazione completa è terminata.

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Brahmali. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.

TestoKhandhaka