Skip to content

AN 6.59: Dārukammika Sutta – Dārukammika

Così ho sentito. Un tempo il Buddha soggiornava a Nādika nella dimora in muratura.
Quindi il capofamiglia Dārukammika si recò dal Buddha, si inchinò e si sedette a lato. Il Buddha gli disse: “Capofamiglia, la tua famiglia fa delle offerte?”

“Si, signore. Le offerte sono date a quei monaci perfetti o sul sentiero della perfezione; essi vivono in solitudine, mangiano solo cibo elemosinato e indossano vesti fatte di stracci.”

“Capofamiglia, come laico che gode dei piaceri sensuali, che vive in casa con i suoi figli, che usa legno di sandalo importato da Kāsi, che indossa ghirlande, profumi e ornamenti, e che accetta oro e denaro, è difficile per te sapere chi è perfetto o sul sentiero della perfezione.
Se un monaco che vive in solitudine è inquieto, insolente, volubile, scorbutico, ciarliero, poco attento, privo di consapevolezza della realtà e di concentrazione, con la mente smarrita e le facoltà incontrollate, allora da questo punto di vista è biasimevole. Se un monaco che vive in solitudine non è inquieto, insolente, volubile, scorbutico o ciarliero, ma ha stabilito la consapevolezza della realtà, la consapevolezza della realtà e la concentrazione, con la mente unificata e le facoltà controllate, allora da questo punto di vista è degno di lode.
Se un monaco che vive in un villaggio è inquieto … allora da questo punto di vista è biasimevole. Se un monaco che vive in un villaggio non è inquieto … allora da questo punto di vista è degno di lode.
Se un monaco che mangia solo cibo elemosinato è inquieto … allora da questo punto di vista è biasimevole. Se un monaco che mangia solo cibo elemosinato non è inquieto … allora da questo punto di vista è degno di lode.
Se un monaco che accetta inviti è inquieto … allora da questo punto di vista è biasimevole. Se un monaco che accetta inviti non è inquieto … allora da questo punto di vista è degno di lode.
Se un monaco che indossa vesti fatte di stracci è inquieto … allora sotto questo aspetto è biasimevole. Se un monaco che indossa vesti fatte di stracci non è inquieto … allora da questo punto di vista è degno di lode.
Se un monaco che indossa vesti offerte da capifamiglia è inquieto, insolente, volubile, scorbutico, ciarliero, poco attento, privo di consapevolezza della realtà e di concentrazione, con la mente smarrita e le facoltà incontrollate, allora da questo punto di vista è biasimevole. Se un monaco che indossa vesti offerte da capifamiglia non è inquieto, insolente, volubile, scorbutico, ciarliero, ma ha stabilito la consapevolezza della realtà e la concentrazione, con la mente unificata e le facoltà controllate, allora da questo punto di vista è degno di lode.
Capofamiglia, fai offerte al Saṅgha. La tua mente diventerà luminosa e chiara e, alla dissoluzione del corpo, dopo la morte, rinascerai in un regno celeste.”
“Signore, da questo giorno in poi farò offerte al Saṅgha.” 

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Sujato, 2018. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.