Skip to content

AN 5.308–1152: 308–1152

5.308–316

“Monaci, per la piena conoscenza della brama… per la totale distruzione… per il disincanto… per l’annullamento… per la scomparsa… per la fine… per la cessazione… per la rinuncia… per l’abbandono della brama si devono sviluppare cinque realtà. Quali cinque? La percezione del distacco … (continua come sutta precedenti) … Il potere della fede, il potere dell’energia, il potere della consapevolezza, il potere della concentrazione e il potere della saggezza. Per la rinuncia alla brama queste cinque realtà devono essere sviluppate.”

5.317–1152

“Monaci, per la conoscenza diretta … per la piena conoscenza … per la totale distruzione … per il disincanto… per l’annullamento… per la scomparsa… per la fine… per la cessazione… per la rinuncia all’odio … all’ignoranza … alla rabbia … all’avversione … alla denigrazione … all’insolenza … all’invidia … all’avarizia … all’inganno … all’astuzia … all’ostinazione … alla veemenza … alla presunzione … all’arroganza … all’intossicazione … alla disattenzione cinque realtà devono essere sviluppate. Quali cinque? La percezione del distacco … (continua come sutta precedenti) … Il potere della fede, il potere dell’energia, il potere della consapevolezza, il potere della concentrazione e il potere della saggezza. Per la rinuncia alla negligenza, queste cinque realtà devono essere sviluppate.”
Così disse il Beato. Felici, quei monaci si rallegrarono delle parole del Beato.

IL Libro dei Cinque è terminato.

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di © Bhikkhu Bodhi, The Numerical Discourses of the Buddha (Wisdom Publications, 2012). 
Tradotto in italiano da Enzo Alfano.