AN 2.118–129: Saduppajaha Vagga – Speranze difficili da abbandonare

118. “Queste due speranze sono difficili da abbandonare. Quali due? La speranza di godere buona salute e la speranza di vivere a lungo. Queste sono le due speranze difficili da abbandonare.”

119. “Queste due persone sono rare al mondo. Quali due? Colui che prende l’iniziativa e colui che è grato e riconoscente. Queste sono le due persone che sono rare al mondo.”

120. “Queste due persone sono rare al mondo. Quali due? Colui che è soddisfatto e colui che soddisfa gli altri. Queste sono le due persone che sono rare al mondo.”

121.  “Queste due persone sono difficili da soddisfare nel mondo. Quali due? Colui che accumula sempre ricchezza, e colui che dissipa sempre la propria ricchezza. Queste sono le due persone che sono difficili da soddisfare nel mondo.” 

122. “Queste due persone sono facili da soddisfare nel mondo. Quali due? Colui che non accumula sempre ricchezza, e colui che non dissipa sempre la propria ricchezza. Queste sono le due persone che sono facili da soddisfare nel mondo.” 

123. “Vi sono due condizioni che fanno sorgere la brama. Quali due?  L’apparenza della bellezza e l’errata attenzione. Queste sono le due condizioni che fanno sorgere la brama.”

124. “Vi sono due condizioni che fanno sorgere l’odio. Quali due? L’avversione e l’errata attenzione. Queste sono le due condizioni che fanno sorgere l’odio.”

125. “Vi sono due condizioni che fanno sorgere la falsa visione. Quali due? Le parole altrui e l’errata attenzione. Queste sono le due condizioni che fanno sorgere la falsa visione.”

126. “Vi sono due condizioni che fanno sorgere la retta visione. Quali due? Le parole altrui e la retta attenzione. Queste sono le due condizioni che fanno sorgere la retta visione.”

127. “Vi sono queste due colpe? Quali due? Una colpa lieve e una colpa grave. Queste sono le due colpe.” 

128. “Vi sono queste due colpe. Quali due? Una colpa con intenzione impura e una colpa senza intenzione impura. Queste sono le due colpe.”

129. “Vi sono queste due colpe. Quali due? Una colpa che richiede espiazione e una colpa che non richiede espiazione. Queste sono le due colpe.”

Traduzione in Inglese dalla versione Pali di Bhikkhu Sujato. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.