Dhammasangani 2.3.2: Dukanikkhepa – Il Gruppo delle Coppie (cap. I)

2.3. Sezioni
2.3.2. Il Gruppo delle Coppie

Capitolo 1: Il Gruppo delle Cause

Quali sono gli stati che sono cause?

A. Le tre cause del buon (karma).
B. Le tre cause del cattivo (karma).
C. Le tre cause del (karma) indeterminato.
D. Le nove cause attive nell’universo dei sensi.
E. Le sei cause attive nell’universo materiale.
F. Le sei cause attive nell’universo immateriale.
G. Le sei cause attive nell’universo apariyapanna [Non-incluso, non appartenente al triplice ciclo dell’esistenza]

A. In questo legame:

Quali sono le cause del buon karma?

L’assenza di brama, odio e illusione.

In questo legame:

Cos’è l’assenza di brama?

L’assenza di brama, di desiderio, di lussuria è l’assenza di infatuazione, di avidità, di bramosia; l’assenza di cupidigia, quell’assenza di brama che è la radice del buon (karma).

Cos’è l’assenza di odio?

• L’assenza di odio, avversione, livore;
• amore, affetto, gentilezza amorevole;
• sensibilità, tolleranza, stima;
• cercare il bene universale, compassione;
• l’assenza di malvagità, di cattiveria;
• quell’assenza di odio che è la radice del buon (karma).

Cos’è l’assenza di illusione?

• Conoscenza della sofferenza, della sua nascita, della sua cessazione e del sentiero che conduce alla cessazione della sofferenza;
• Conoscenza delle realtà remote, delle realtà ultime e di entrambe;
• Conoscenze della causalità assegnabile a stati determinati causalmente

— anche quella saggezza che è conoscenza, ricerca, analisi, ricerca del Dhamma, ecc.

continua come in §34.

Queste sono le tre cause del buon (karma).

B. In questo legame:

Quali sono le cause del cattivo (karma)?

Brama, odio e illusione.

In questo legame:

Cos’è la brama?

Ciò che è

• passione (rago),
• infatuazione (sarago),
• adulazione (anunayo),
• disciplina (anurodho),
• provare piacere per (nandi),
• provare piacere passionale per (nandi-rago),
• infatuazione mentale (cittassa sarago),
• desiderio (iccha),
• angoscia (muccha),
• divorare (ajjhosanam),
• avidità (gedho),
• avidità onnivora (paligedho),
• attaccarsi a (sango),
• un mutamento (panko),
• seduzione (eja),
• inganno (maya),
• genitrice (janika),
• progenitrice (sanjanani),
• cucitrice (sibbani),
• colei che intrappola (jalini),
• il fiume (sarita),
• colei che avvelena (visattika),
• il filo (suttam),
• diffusione (visata),
• colei che lavora (ayuhani),
• la consorte (dutiya),
• arroganza (panidhi),
• colei che conduce ad una nuova esistenza, (bhavanetti)
• la giungla (vanam),
• il sottobosco (vanatho),
• intimità (santhavo),
• affetto ignoto (sineho),
• affetto (apekkha),
• connessione (patibandhu),
• brama (asa),
• volere (asimsana),
• cupidigia (asimsitattam),
• brama per la materia visibile (rupasa, etc.),
• brama per i suoni,
• brama per gli odori,
• brama per i gusti,
• brama per ciò che è tangibile,
• brama di avere,
• brama di ricchezza,
• brama di bambini,
• brama per la vita,
• lamentarsi (jappa),
• lamentarsi per,
• lamentarsi oltre,
• lagnarsi,
• borbottare,
• auto-compassione (loluppam),
• auto-assoluzione,
• lussuria,
• agitazione (puncikata),
• desiderio per ciò che è piacevole (sadhu kamyata),
• passione incestuosa (adhammarago),
• illecita lussuria (visamalobho),
• fame (nikanti),
• aver fame di (nikamana),
• supplicare (patthana),
• invidiare (pihana),
• implorare (sampatthana),
• sete di assoluzione sensuale (kamatanha),
• sete di esistenza (bhavatanha),
• sete di non-esistenza (vibhavatanha),
• sete per ciò che è materiale,
• sete per ciò che è immateriale,
• sete di annichilimento,
• sete per la materia visibile,
• sete per i suoni,
• sete per gli odori,
• sete per i gusti,
• sete per ciò che è tangibile,
• sete per gli stati mentali (dhammatanha),
• un flusso (ogho),
• un giogo (yogo),
• vincoli (gantho),
• attaccamento (upadanam),
• ostruzione (avaranam),
• ostacoli (nivaram),
• contraffazione (chadanam),
• legame (bandhanam),
• depravazione (upakkileso),
• esitazione (anusayo),
• propagazione (pariyutthanam),
• una liana (lata),
• avarizia (veviccham),
• radice della sofferenza,
• sorgente del dolore (dukkhanidanam),
• (dukkhappabhavo),produzione di dolore
• trappola di Mara (marapaso),
• esca di Mara (marabalisa?),
• dominio di Mara (maravisayo),
• sete,
• sete di piacere (nanditanha),
• la rete della sete (jalamtanha),
• il collare della sete (gaddulatanh a),
• l’oceano (samuddo),
• cupidigia (abhijjha),
• la brama è la radice del male

— ciò è chiamato brama.

Cos’è l’odio?

Quando il pensiero emana malessere:

• mi ha fatto del male, mi sta facendo del male, mi farà del male;
• ha fatto del male, sta facendo del male, farà del male a qualcuno a me caro;
• ha procurato un beneficio, sta procurando, procurerà un beneficio a qualcuno che è contro di me o che non amo;
• o quando un disagio nasce senza motivo:

— tutte le persecuzioni

• dello spirito,
• risentimento,
• ripugnanza,
• ostilità;
• cattivo umore,
• irritazione,
• indignazione;
• avversione,
• antipatia,
• orrore;
• disturbo mentale,
• disprezzo;
• rabbia,
• collera,
• irascibilità;
• avversione,
• disprezzo,
• astio;
• alterazione,
• rancore,
• alienazione;
• opposizione,
• ostilità;
• maleducazione,
• villania,
• ripugnanza

— ciò è chiamato odio.

Cos’è l’illusione?

• Non conoscere la sofferenza,
• Non conoscere l’origine della sofferenza,
• Non conoscere la cessazione della sofferenza,
• Non conoscere il sentiero che conduce alla cessazione della sofferenza;
• Non conoscere le realtà remote, le realtà ultime o entrambe;
• Non conoscere la causalità assegnabile a stati determinati causalmente

— inoltre non conoscere:

• la visione profonda,
• la cognizione,
• il risveglio,
• l’illuminazione,
• la penetrazione,
• la comprensione,
• la saggezza,
• il confronto,
• la contemplazione,
• la perspicacia;
• l’impurità,
• l’immaturità,
• la stupidità,
• l’ottusità,
• l’ignoranza,
• un flusso di ignoranza,
• il giogo dell’ignoranza,
• essere dipendenti dall’ignoranza,
• essere posseduti dall’ignoranza,
• la barriera dell’ignoranza,
• l’illusione come radice del male

— ciò è chiamato illusione.

Queste sono le tre cause del cattivo karma.

C. In questo legame:

Quali sono le tre cause degli stati indeterminati?

L’assenza di brama, di odio ed illusione che si verificano come effetto degli stati positivi, o come gli stati indeterminati conosciuti come kiriya.

Quali sono le nove cause operative nell’universo dei sensi?

Le tre cause del buon karma, le tre cause del cattivo karma, le tre cause degli stati indeterminati.

Quali sono le sei cause operative nell’universo materiale?

Le tre cause del buon karma e le tre cause degli stati indeterminati.

Quali sono le sei cause operative nell’universo immateriale?

Le tre cause del buon karma e le tre cause degli stati indeterminati.

Quali sono le sei cause operative nell’universo apariyapanna?

Le tre cause del buon karma e le tre cause degli stati indeterminati.

In questo legame:

Quali sono le tre cause del buon karma?

L’assenza di brama, di odio e di illusione.

In questo legame:

Cos’è l’assenza di brama … di odio … di illusione?

Risposte come in §§1055–1057, omettendo §1056.

Queste sono le tre cause del buon karma.

D. In questo legame:

Quali sono le tre cause degli stati indeterminati?

L’assenza di brama, di odio e di illusione come effetto degli stati positivi.

Queste sono le sei cause operative nell’apariyapanna. Questi sono gli stati che sono cause.

Quali sono gli stati che non sono cause?

Ogni stato, positivo, negativo e indeterminato relativo all’universo dei sensi, a quello immateriale, immateriale o a quello apariyapanna, tranne gli stati prima elencati; in altre parole, i quattro aggregati; ogni materia e l’elemento semplice.

Quali sono gli stati che hanno cause concomitanti?

Quegli stati, cioè, i quattro aggregati che hanno come cause concomitanti gli stati prima elencati.

Quali sono gli stati che non hanno cause concomitanti?

Quegli stati, cioè i quattro aggregati, ogni materia e l’elemento semplice che non hanno come cause concomitanti gli stati prima elencati.

Quali sono gli stati associati ad una causa?

Gli stati, cioè i quattro aggregati associati a quegli stati prima elencati.

Quali sono gli stati non associati ad una causa?

Gli stati, cioè i quattro aggregati, ogni materia e l’elemento semplice non associati agli stati prima elencati.

Quali sono gli stati che sono sia cause sia hanno le cause come loro concomitanti?

Brama ed illusione, illusione e brama. Odio ed illusione, illusione ed odio. L’assenza di brama, l’assenza di odio, l’assenza di illusione – questi, presi assieme sono sia cause sia hanno le cause come loro concomitanti.

Quali sono gli stati che hanno le cause come loro concomitanti, ma non sono cause?

Gli stati, cioè i quattro aggregati che hanno come loro concomitante le cause di quegli stati [prima elencati], gli ultimi stati sono esclusi.

Quali sono gli stati che sono sia cause sia associati ad una causa?

Quali sono gli stati associati ad una causa, ma non sono cause?

Risposte identiche a quelle delle coppie precedenti.

Quali sono gli stati che non sono cause, ma hanno una causa come loro concomitante?

Gli stati, cioè i quattro aggregati che non sono cause di quegli stati prima elencati, ma hanno ognuno di loro come loro concomitante.

Quali sono gli stati che non sono cause e non hanno le cause come loro concomitanti?

Gli stati, cioè i quattro aggregati, ogni materia e l’elemento semplice, che non sono né cause di quegli stati prima elencati né hanno ognuno di loro come loro concomitanti.

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Caroline A.F. Rhys Davids, A Buddhist Manual of Psychological Ethics, (Compendium of States or Phenomena), Oriental Translation Fund (New Series), Vol. xii, London, Royal Asiatic Society, 1900. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.