Dhammasangani 2.1.8: Lokuttaravipaka-pathamamaggavipaka – Nel sentiero dell’Ultramondano

2.1 Sorgere della Mente
2.1.8. Nel sentiero dell’Ultramondano

1. Il Primo Sentiero

(i) Estasi meditativa

I Quattro Modi di Avanzamento nella Purificazione

Quali stati sono indeterminati?

Quando egli coltiva il Jhana Ultramondano (l’estasi meditativa), per cui vi è un progresso continuo e costante per ottenere la distruzione della rinascita, e una volta raggiunto il Primo Stadio, abbandona le varie teorie e opinioni, e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana, … (continua come in §277) … con progresso difficile ed intuizione inerte – allora vi è contatto … equanimità. Ora questi … sono stati positivi.

Ma quando, come risultato di questo proprio Jhana che si è creato, coltivato nella ricerca dell’Ultramondano, egli, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana … con avanzamento doloroso ed intuizione inerte, che è Vuoto – allora vi è contatto … la facoltà della perfetta conoscenza … equanimità. E questi … sono stati indeterminati.

Quali stati sono indeterminati?

Quando egli coltiva il Jhana Ultramondano (l’estasi meditativa), per cui vi è un avanzamento continuo e costante per ottenere la distruzione della rinascita, e una volta raggiunto il Primo Stadio, abbandona le varie teorie e opinioni, e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana, … (continua come in §277) … con avanzamento difficile ed intuizione inerte – allora vi è contatto … equanimità. Ora questi … sono stati positivi.

Ma quando, come risultato di questo proprio Jhana che si è creato, coltivato nella ricerca dell’Ultramondano, egli, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana … con avanzamento doloroso ed intuizione inerte, che è Senza Impronta … (come prima)

[o]

che è Senza Brama – allora vi è contatto … la facoltà della perfetta conoscenza … equanimità. E questi … sono stati indeterminati.

Quali stati sono indeterminati?

Quando egli coltiva il Jhana Ultramondano (l’estasi meditativa), per cui vi è un avanzamento continuo e costante per ottenere la distruzione della rinascita, e una volta raggiunto il Primo Stadio, abbandona le varie teorie e opinioni, e in questo modo, avendo acquietato l’idea razionale e il pensiero discorsivo, entra e dimora nel Secondo Jhana …

• [o] … nel Terzo Jhana …
• [o] … nel Quarto Jhana …
• [o] … (continua allo stesso modo per il quintuplice Jhana) … con avanzamento doloroso e intuizione inerte, quindi ciò costituisce un buon karma.

Invece quando, come risultato di questo o di quel Jhana corrispondente, il Jhana è raggiunto con avanzamento doloroso ed un’intenzione inerte,

• e che è Vuoto,
• Senza Impronta,
• [o] Senza Brama,

allora il contatto … l’equanimità che in lui sorgono – questi … sono stati indeterminati.

Vengono ripetute le due sezioni precedenti, sostituendo in ordine i tre rimanenti Modi di Avanzamento: “avanzamento doloroso, ma intuizione rapida”, “avanzamento facile, ma intuizione inerte” e “avanzamento facile e intuizione rapida” (§§176–180).

(ii.) La Nozione di Vacuità applicata alla Purificazione

Quali stati sono indeterminati?

Quando egli coltiva il Jhana Ultramondano (l’estasi meditativa), per cui vi è un avanzamento continuo e costante per ottenere la distruzione della rinascita, e una volta raggiunto il Primo Stadio, abbandona le varie teorie e opinioni, e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana, … che è Vuoto – allora vi è contatto … equanimità. Ora questi … sono stati positivi.

Ma quando, come risultato di questo proprio Jhana che si è creato, coltivato nella ricerca dell’Ultramondano, egli, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana … che è Vuoto …

[o] che è Senza Impronta …
[o] che è Senza Brama – allora vi è contatto … equanimità. E questi … sono stati indeterminati.

Si ripete per ognuno dei rimanenti Jhana nel Quadruplice Sistema, e per tutti i Jhana nel Quintuplice Sistema.

(iii.) I Quattro Modi di Avanzamento relativi alla Nozione di Vacuità

Il Primo Modo

Quali stati sono indeterminati?

Quando egli coltiva il Jhana Ultramondano (l’estasi meditativa), per cui vi è un avanzamento continuo e costante per ottenere la distruzione della rinascita, e una volta raggiunto il Primo Stadio, abbandona le varie teorie e opinioni, e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana, … con avanzamento doloroso e intuizione inerte,

• che è Vuoto,

allora vi è contatto … equanimità. Ora questi … sono stati positivi.

Ma quando, come risultato di questo proprio Jhana che si è creato, coltivato nella ricerca dell’Ultramondano, egli, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana … con avanzamento doloroso e intuizione inerte,

• che è Vuoto …
• …[o] che è Senza impronta …
• … [o] che è Senza Brama,

allora vi è contatto … equanimità. E questi … sono stati indeterminati.

Si ripete per tutti i rimanenti Jhana nel Quadruplice Sistema, e per tutti i Jhana nel Quintuplice Sistema.

Il Secondo, Terzo e Quarto Modo

Quali stati sono indeterminati?

Quando egli coltiva il Jhana Ultramondano (l’estasi meditativa), per cui vi è un avanzamento continuo e costante per ottenere la distruzione della rinascita, e una volta raggiunto il Primo Stadio, abbandona le varie teorie e opinioni, e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana, …

• — avanzamento doloroso, ma intuizione rapida,
• e che è Vuoto …
• — avanzamento facile, ma intuizione inerte
• e che è Vuoto …
• — avanzamento facile e intuizione rapida,
• e che è Vuoto …

Si ripete sostituendo i rimanenti Jhana con ognuno dei tre Modi;

… quindi questi formano buon karma.

Ma quando, come risultato [di questo o di quel Jhana in ognuno dei tre Modi], egli entra e dimora rispettivamente in ogni Jhana, che vi è in ognuno dei tre Modi,

• che è Vuoto …
• …[o] che è Senza impronta …
• … [o] che è Senza Brama,

allora vi è contatto … equanimità. E questi … sono stati indeterminati.

(iv) L’Assenza di Brama applicata alla Purificazione

Quali stati sono indeterminati?

Quando egli coltiva il Jhana Ultramondano (l’estasi meditativa), per cui vi è un avanzamento continuo e costante per ottenere la distruzione della rinascita, e una volta raggiunto il Primo Stadio, abbandona le varie teorie e opinioni, e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana …

• che è Senza Brama,

allora vi è contatto … equanimità. Ora questi … sono stati positivi.

Ma quando, come risultato di questo proprio Jhana che si è creato, coltivato nella ricerca dell’Ultramondano, egli, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana …

• … che è Senza Brama …
• … [o] che è Senza Impronta …
• … [o] che è Vuoto,

allora vi è contatto … equanimità. E questi … sono stati indeterminati.

Si ripete per tutti i rimanenti Jhana nel Quadruplice Sistema, e per tutti i Jhana nel Quintuplice Sistema.

(v) I Quattro modi di Avanzamento in connessione con l’Assenza di Brama

Quali stati sono indeterminati?

Quando egli coltiva il Jhana Ultramondano (l’estasi meditativa), per cui vi è un avanzamento continuo e costante per ottenere la distruzione della rinascita, e una volta raggiunto il Primo Stadio, abbandona le varie teorie e opinioni, e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana … con avanzamento difficile e intuizione inerte,

• che è Senza Brama,

allora vi è contatto … equanimità. Ora questi sono stati positivi.

Ma quando, come risultato di questo proprio Jhana che si è creato, coltivato nella ricerca dell’Ultramondano, egli, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana … con avanzamento difficile e intuizione inerte,

• … e che è Senza Brama …
• … [o] che è Senza Impronta …
• … [o] che è Vuoto,

allora vi è contatto … equanimità. E questi … sono stati indeterminati.

Quali stati sono indeterminati?

Quando egli coltiva il Jhana Ultramondano (l’estasi meditativa), per cui vi è un avanzamento continuo e costante per ottenere la distruzione della rinascita, e una volta raggiunto il Primo Stadio, abbandona le varie teorie e opinioni, e in questo modo, libero dall’idea razionale e dal pensiero discorsivo, entra e dimora nel Secondo Jhana, o in uno dei rimanenti Jhana, sia del Quadruplice sia del Quintuplice con avanzamento difficile e intuizione inerte,

• e che Senza Brama,

quindi ciò forma un buon karma.

Ma quando, come risultato di questo o di quel Jhana corrispondente, ottenuto con avanzamento difficile e intuizione inerte,

• … e che è Senza Brama …
• … [o] che è Senza Impronta …
• … [o] che è Vuoto,

allora vi è contatto … equanimità. E questi … sono stati indeterminati.

Il Secondo, il Terzo e il Quarto Modo vengono sostituiti a loro volta come in §518.

2–20. I Rimanenti Diciannove Grandi Metodi

Quali stati sono indeterminati?

Seguono i diciannove concetti, ognuno dei quali può sostituire “il Jhana Ultramondano” nelle esercitazioni precedenti (§§505–528), l’esercitazione cui sono effettivamente applicati in questo paragrafo sono i “Modi di avanzamento nella Purificazione ‘ espressi in §§505-509. Questi diciannove concetti sono enumerati in §358.

(vi) I Modi di Avanzamento nella Purificazione connessi con la Dominante Influenza del Desiderio

Quali stati sono indeterminati?

Quando egli coltiva il Jhana Ultramondano (l’estasi meditativa), per cui vi è un avanzamento continuo e costante per ottenere la distruzione della rinascita, e una volta raggiunto il Primo Stadio, abbandona le varie teorie e opinioni, e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana … con avanzamento difficile e intuizione inerte e con la dominante influenza del Desiderio – allora vi è contatto … equanimità. Ora questi … sono stati positivi.

Ma quando, come risultato di questo proprio Jhana che si è creato, coltivato nella ricerca dell’Ultramondano, egli, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana … con avanzamento difficile e intuizione inerte,

• – che è Vuoto …
• … [o] che è Senza Impronta …
• … [o] che è Senza Brama,
e con la dominante influenza del Desiderio – allora vi è contatto … equanimità. E questi … sono stati indeterminati.

Si ripete in ognuno dei rimanenti Jhana in entrambi i sistemi.

Si ripete in ognuno dei tre rimanenti “Modi di Avanzamento” applicato ad ogni Jhana.

(vii.) La Nozione di Vacuità applicata alla Purificazione e connessa con il Desiderio come Influenza Dominante

Quali stati sono indeterminati?

Quando egli coltiva il Jhana Ultramondano (l’estasi meditativa), per cui vi è un avanzamento continuo e costante per ottenere la distruzione della rinascita, e una volta raggiunto il Primo Stadio, abbandona le varie teorie e opinioni, e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana … che è Vuoto, e con la dominante influenza del Desiderio – allora vi è contatto … equanimità. Ora questi … sono stati positivi.

Ma quando, come risultato di questo proprio Jhana che si è creato, coltivato nella ricerca dell’Ultramondano, egli, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana …

• – che è Vuoto …
• … [o] che è Senza Impronta …
• … [o] che è Senza Brama,
e con la dominante influenza del Desiderio – allora vi è contatto … equanimità. E questi … sono stati indeterminati.

Si ripete in ognuno dei rimanenti Jhana in entrambi i sistemi.

(viii)

Quali stati sono indeterminati?

Quando egli coltiva il Jhana Ultramondano (l’estasi meditativa), per cui vi è un avanzamento continuo e costante per ottenere la distruzione della rinascita, e una volta raggiunto il Primo Stadio, abbandona le varie teorie e opinioni, e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana … con avanzamento difficile e intuizione inerte, che è Vuoto, e con la dominante influenza del Desiderio – allora vi è contatto … equanimità. Ora questi … sono stati positivi.

Ma quando, come risultato di questo proprio Jhana che si è creato, coltivato nella ricerca dell’Ultramondano, egli, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana … con avanzamento difficile e intuizione inerte,

• – che è Vuoto …
• … [o] che è Senza Impronta …
• … [o] che è Senza Brama,
e con la dominante influenza del Desiderio – allora vi è contatto … equanimità. E questi … sono stati indeterminati.

Si ripete in ognuno dei rimanenti Jhana in entrambi i sistemi.

Si ripete in ognuno dei tre rimanenti “Modi di Avanzamento” applicato ad ogni Jhana.

(ix)

Questo gruppo è identico al gruppo vii, [§§534–537], solo che il concetto di Senza Brama sostituisce il concetto di Vuoto, e viceversa.

(x)

Identico al gruppo viii, [§§538–542], solo che il concetto di Senza Brama sostituisce il concetto di Vuoto, e viceversa.

2–20. I Rimanenti Diciannove Grandi Metodi

Quali stati sono indeterminati?

Quando egli coltiva il Sentiero Ultramondano, l’Avanzamento nella Consapevolezza verso l’Ultramondano, il Sistema degli Otto Sforzi verso l’Ultramondano, ecc. [continua come in §358, “Pensiero relativo all’Ultramondano”] per cui vi è un avanzamento continuo e costante per ottenere la distruzione della rinascita, e una volta raggiunto il Primo Stadio, abbandona le varie teorie e opinioni, e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana … con avanzamento difficile e intuizione inerte, e con la dominante influenza del Desiderio – allora vi è contatto … equanimità. Ora questi … sono stati positivi.

Ma quando, come risultato di questo proprio Jhana che si è creato, coltivato nella ricerca dell’Ultramondano, egli, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana … con avanzamento difficile e intuizione inerte, che è

• Vuoto,
• o Senza Impronta …
• o Senza Brama,

e con la dominante influenza del

• Desiderio
• o dell’Energia,
• o di un Pensiero,
• o dell’Investigazione,

allora vi è contatto … equanimità. E questi … sono stati indeterminati.

Qui termina il Quadruplice Sistema del Jhana.

2–4. I Rimanenti Tre Sentieri

Cf. §§362–364a.

Quali stati sono indeterminati?

Quando egli coltiva il Jhana Ultramondano (l’estasi meditativa) per cui vi è un avanzamento continuo e costante per ottenere la distruzione della rinascita, e una volta raggiunto il Secondo Stadio, egli riduce la forza delle passioni sensuali e della malvagità …
[o] una volta raggiunto il Terzo Stadio, abbandona l’intero residuo delle passioni sensuali e della malvagità …
[o] una volta raggiunto il Quarto Stadio, abbandona totalmente e completamente tutta la brama per la Forma (o Materia), tutta la brama per il Senza Forma (o Immateriale), ogni concetto, ogni angoscia ed ignoranza – e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana … con avanzamento difficile e intuizione inerte, allora vi è contatto … la facoltà della perfetta conoscenza … equanimità. Ora questi … sono stati positivi.

Ma quando, come risultato di questo proprio Jhana che si è creato, coltivato nella ricerca dell’Ultramondano, egli, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana … con avanzamento difficile ed intuizione inerte, che è Vuoto – allora vi è contatto … la facoltà della perfetta conoscenza … equanimità. E questi … sono stati indeterminati.

Domanda e risposta sul “contatto” come sopra, passim.

Cos’è la facoltà della perfetta conoscenza in quella circostanza?

La retta conoscenza, la scienza, la comprensione delle dottrine la cui conoscenza è perfetta, la loro ricerca, lo studio, la ricerca del Dhamma; discernimento, discriminazione, distinzione; erudizione, apprendimento, acume; critica, riflessione, analisi; mente aperta, sagacità, guida; visione profonda, intelligenza, incitamento; saggezza come facoltà e potere; saggezza come una spada, saggezza come apice, come luce, come gloria, come splendore, come pietra preziosa; l’assenza di pigrizia, la ricerca della Verità, retta visione, la ricerca del Dhamma come fattore del Grande Risveglio; un componente del Sentiero, incluso nel Sentiero – questa è la facoltà della perfetta conoscenza presente in quella circostanza.

Questi – o altri stati immateriali, casualmente indotti in quella circostanza – sono stati indeterminati.

Qui termina il Quadruplice Sistema del Jhana.

Traduzione di Caroline A.F. Rhys Davids, A Buddhist Manual of Psychological Ethics, (Compendium of States or Phenomena), Oriental Translation Fund (New Series), Vol. xii, London, Royal Asiatic Society, 1900. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.