Dhammasangani 2.1.2 – Rupavacarakusala

2.1 Sorgere della Mente
2.1.2 Ciò che è positivo nell’Universo della Forma (Materia)

Metodo 1: Le Otto Integrità

(A) Il Quadruplice Sistema dei Jhana (catukkanayo)

Quali sono gli stati positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, e in questo modo, dall’integrità terrena, entra e dimora nel Primo Jhana (la prima estasi meditativa), nato dal distacco, accompagnato dall’idea razionale e dal pensiero discorsivo, e colmo di gioia e di piacere – quindi il contatto, la sensazione … l’attaccamento, l’equanimità sorgono in lui, o altre realtà immateriali, o stati attinenti casualmente indotti – questi stati sono positivi.

Continua come nel Primo Tipo di Pensiero riguardo all’universo sensuale, inclusi il Sommario e le divisioni del “Vuoto”.

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, avendo acquietato l’idea razionale e il pensiero discorsivo, e così dall’integrità terrena, entra e dimora nel Secondo Jhana (la seconda estasi meditativa), nato dalla concentrazione e colmo di estasi e di gioia, libero dall’idea razionale e dal pensiero discorsivo, dove la mente acquista calma e sicurezza dimorando su un punto elevato – quindi il contatto, la sensazione, la percezione, il pensare, il pensiero, la gioia, la tranquillità, l’autocontrollo, le facoltà della fede, la consapevolezza, la concentrazione, la saggezza, l’ideazione, la felicità e la vitalità, la retta visione, il retto sforzo, … l’attaccamento, l’equanimità sorgono in lui – questi, o altre realtà immateriali, o stati attinenti casualmente indotti – sono stati positivi.

Sunto

Ora, in quella circostanza

• i khandha sono quattro
• le sfere sono due,
• gli elementi son tre,
• le facoltà sono otto,
• i nutrimenti sono tre,
• le facoltà sono otto,
• il Jhana è duplice,
• il sentiero è quadruplice,
• i poteri sono sette,
• le cause sono tre,
• il contatto vale come singolo fattore,
• ecc.

Continua come §58

Qual è il khandha di sintesi in quella circostanza?

• contatto
• pensare
• autocontrollo
• le facoltà di
• fede
• concentrazione
• energia
• saggezza
• consapevolezza
• vitalità
• retta visione
• retto sforzo
• ecc.

Continua come §62

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, e inoltre, con lo svanire dell’estasi, dimora mentalmente presente e chiaramente consapevole, e sperimenta nella propria coscienza dei sensi quell’equanimità di cui i Nobili dichiarano: “Felicemente vive colui il quale dimora nell’equanimità ed è mentalmente presente!”‘ – e in questo modo, dall’integrità terrena, entra e dimora nel Terzo Jhana – quindi il contatto, la sensazione, la percezione, il pensare, il pensiero, la tranquillità, l’autocontrollo, le facoltà della fede, l’energia, la consapevolezza, la concentrazione, la saggezza, l’ideazione, la felicità e la vitalità, la retta visione, il retto sforzo, ecc. … l’attaccamento, l’equanimità sorgono in lui – questi, o altre realtà immateriali, o stati attinenti casualmente indotti – sono stati positivi.

Sunto

Ora,  in quella circostanza

• i khandha sono quattro,
• le sfere sono due,
• gli elementi sono due,
• i nutrimenti sono tre,
• le facoltà sono otto,
• il Jhana è duplice,
• il Sentiero è quadruplice,
• i poteri sono sette,
• le cause sono tre,
• il contatto vale come singolo fattore,
• ecc.

Continua come §62

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, con l’abbandono del piacere e del dolore, con la scomparsa della gioia e dell’angoscia, che solitamente provava, egli in questo modo, dall’integrità terrena, entra e dimora nel Quarto Jhana (la quarta estasi meditativa) che è al di là del piacere e del dolore e ha la purezza della presenza mentale dovuta all’equanimità – quindi il contatto, la sensazione, la percezione, il pensare, il pensiero, l’autocontrollo, le facoltà della fede, l’energia, la consapevolezza, la concentrazione, la saggezza, l’ideazione, il distacco e la vitalità, la retta visione, il retto sforzo, ecc…

Continua come §163

Sunto

Ora, in quella circostanza

• i khandha sono quattro,
• le sfere sono due,
• gli elementi sono due,
• i nutrimenti sono tre,
• le facoltà sono otto,
• il Jhana è duplice,
• il Sentiero è quadruplice,
• i poteri sono sette,
• le cause sono tre,
• il contatto vale come singolo fattore,
• ecc.

Continua come §58, ecc.

In quella circostanza qual è il khandha di sintesi?

Come §164.

Qui termina il Quadruplice Sistema dei Jhana.

(B) Il Quintuplice Sistema dei Jhana (pancakanayo)

Il Primo Jhana

Domande e risposte come nel Quadruplice Sistema §160

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, e in questo modo, dall’integrità terrena, entra e dimora nel Secondo Jhana (la seconda estasi meditativa), nato dalla concentrazione e colmo di estasi e di gioia, libero dall’idea razionale e dal pensiero discorsivo – quindi il contatto, la sensazione, la percezione, il pensare, il pensiero, l’indagine discorsiva, la gioia, la tranquillità, l’autocontrollo, ecc.

Continua come per il Secondo Jhana §161.

Sunto

Ora, in quella circostanza

• i khandha sono quattro,
• le sfere sono due,
• i nutrimenti sono tre,
• le facoltà sono otto,
• il Jhana è quadruplice.
• il Pensiero è quadruplice,
• ecc.

Continua come §58

Qual è il khandha di sintesi in quella circostanza?

Contatto, pensare, pensiero discorsivo, gioia, ecc.

Continua come §162.

Il Terzo, il Quarto e il Quinto Jhana.

Uguale al Secondo, Terzo e Quarto Jhana del Quadruplice Sistema. Domande e risposte come §§161-166.

[Qui termina] il Quintuplice Sistema dei Jhana.

(C) I Quattro Modi di Progresso (catasso patipada)

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, e in questo modo, dall’integrità terrena, entra e dimora nel Primo Jhana … progresso doloroso e intuizione inerte – quindi il contatto … l’equanimità che sorge – questi … sono stati positivi.
… [o] quando … entra e dimora nel Primo Jhana … progresso doloroso e intuizione rapida …
… [o] quando … entra e dimora nel Primo Jhana … progresso tranquillo, ma intuizione inerte …
… [o] quando … entra e dimora nel Primo Jhana … progresso tranquillo e intuizione rapida – quindi il contatto, ecc. … l’equanimità che sorge – questi … sono stati positivi.

Queste quattro combinazioni si ripetono nel Secondo e nel Quarto Jhana del Quadruplice Sistema, e nel Secondo e nel Quinto del Quintuplice Sistema.

[Qui terminano] i Quattro Modi di Progresso.

(D) I Quattro Oggetti di Pensiero

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, e così, l’integrità terrena, entra e dimora nel Primo Jhana (la prima estasi meditativa), nato dal distacco, accompagnato dall’idea razionale e dal pensiero discorsivo, e colmo di gioia e di piacere – quindi il contatto, … l’equanimità che sorge, … – questi stati sono positivi.
…[o] quando … il Primo Jhana … è limitato, ma ha un oggetto di pensiero capace di una estensione infinita …
…[o] quando … il Primo Jhana … è capace di una estensione infinita, ma ha un limitato oggetto di pensiero …
… [o] quando … il Primo Jhana … è capace di una infinita estensione, e ha un oggetto di pensiero capace di una infinita estensione – quindi il contatto, ecc. … l’equanimità che sorge, … – questi stati sono positivi.

Queste quattro combinazioni vengono ripetute nel Secondo Jhana e nel Quarto Jhana nel Quadruplice Sistema, e nel Primo e nel Quinto Jhana nel Quintuplice Sistema.

Qui terminano i Quattro Oggetti di Pensiero.

(E) = (C) e (D) La sestuplice Combinazione (solasakkhattukam)

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, e in questo modo, dall’integrità terrena, entra e dimora nel Primo Jhana …

Dove il progresso è doloroso e l’intuizione è inerte e limitata, e ha un limitato oggetto di pensiero:

• … [o] è limitata, ma ha un oggetto di pensiero capace di una infinita estensione …

• … [o] è capace di una infinita estensione, ma ha un limitato oggetto di pensiero …

• … [o] è capace di una infinita estensione, e ha un oggetto di pensiero capace di una infinita estensione
… [o] dove il progresso è doloroso, ma l’intuizione è rapida

•  … è limitata e ha un limitato oggetto di pensiero

• [o] … ecc. … Continua come §§191-196 e come §§187-189.
[o] dove il progresso è tranquillo, ma l’intuizione è inerte,

• … limitata ed ha un limitato oggetto di pensiero

• [o] … ecc. … Continua come §§195-196 e come prima.
[o] dove il progresso è tranquillo e l’intuizione è rapida

• e limitata, e ha un limitato oggetto di pensiero …

• [o] … ecc. … Continua come §§199-201 e come prima.

Queste sedici combinazioni vengono ripetute nel Secondo e nel Quarto Jhana nel Quadruplice Sistema, e nel Primo e nel Quinto Jhana nel Quintuplice Sistema.

Qui termina il Quadruplice Sistema dei Jhana.

2. Le Rimanenti Sette Integrità che possono svilupparsi anche nella Combinazione di Sedici parti.

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, e in questo modo, dall’integrità terrena

• dell’acqua …
• del fuoco …
• dell’aria …
• del blu e del nero …
• del giallo
• del rosso
• del bianco
entra e dimora nel Primo Jhana … quindi il contatto, ecc., che sorgono in lui – questi … sono stati positivi.

Qui termina il Quadruplice Sistema dei Jhana.

Metodo 2: Le sedi della Trascendenza (abhibhayatanani)

1. “Forme Limitate”
(A e B) Quadruplice e Quintuplice Jhana.

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, e inconsapevole di qualsiasi parte del suo sé corporeo, ma vedendo oggetti esterni limitati, li trascende con il pensiero: “Io so, io vedo!” e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana, ecc. … quindi il contatto, ecc. … sorgono in lui – questi – … sono stati positivi.

Si ripete nel Secondo e Quarto Jhana nel Quadruplice Sistema, e nel Secondo e Quinto Jhana nel Quintuplice Sistema.

(C) I Quattro Modi di Progresso.

Si ripetono le quattro combinazioni di progresso doloroso e tranquillo, e di intuizione inerte e rapida come in §§176-180, sostituendo “integrità terrena” con la formula della Trascendenza appena detta.

(D) Come prima, sostituendo “integrità terrena” con la formula della Trascendenza del §181, dove il Jhana “è limitato ed ha un oggetto limitato di pensiero”, e del §183, dove il Jhana “è capace di una infinita estensione, ma ha un limitato oggetto di pensiero”.

(E) = (C) e (D) L’Ottuplice Combinazione (attakkhattukam)

Si ripete, con la stessa sostituzione, §§186, 188, 190, 192, 194, 196, 198 e 200 della Combinazione di sedici parti.
Vengono ripetute queste otto combinazioni per ogni rimanente Jhana.

2. “Forme limitate, belle o brutte”
(A) e (B)

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, e inconsapevole di qualsiasi parte del suo sé corporeo, ma vedendo oggetti esterni limitati, belli o brutti, li trascende con il pensiero: “Io so, io vedo!” e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, entra e dimora nel Primo Jhana, ecc. … quindi il contatto, ecc. … sorgono in lui – questi – … sono stati positivi.

Si ripete per i rimanenti Jhana.

Sviluppo nell’ottuplice combinazione.

3. “Forme infinite”
(A) e (B)

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, e inconsapevole di qualsiasi parte del suo sé corporeo, ma vedendo oggetti esterni infiniti, li trascende con il pensiero: “Io so, io vedo!” e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, ecc.

Continua come §204.
Si ripete per i rimanenti Jhana.

(C) I Quattro Modi di Progresso

Si ripete come §§206-210, sostituendo “limitato” con “infinito”.

(D) I Due Oggetti di Pensiero

Si ripete con la stessa sostituzione come in (C), §§211-213.

(E) = (C) e (D) L’Ottuplice Combinazione

Si sviluppa, con la stessa combinazione come in (C) e (D), dopo §§187,189, e così via fino a §§201.
Si ripetono le stesse combinazioni per i rimanenti Jhana.

4. “Forme infinite belle o brutte”
(A) e (B)

Si ripete §223, sostituendo “limitato” con “infinito”.
Si ripete per i rimanenti Jhana.

Sviluppo nell’ottuplice combinazione.

5. “Forme blu/nere”, ecc.
(A)

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, e inconsapevole di qualsiasi parte del suo sé corporeo, ma vedendo oggetti esterni blu o nero, di colore blu o nero, blu o nero in un’espansione visibile, blu o nero in luminosità, li trascende con il pensiero: “Io so, io vedo!” e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, ecc.

Continua come §204.

6-8. “Forme del giallo”, ecc.

Come §246, sostituendo sequenzialmente “blu o nero, di colore blu o nero”, ecc. con “giallo”, “rosso” e “bianco”.

Si sviluppano queste Sedi di Trascendenza nella Combinazione di Sedici parti.

Metodo 3: Le Prime Tre Liberazioni

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, e consapevole della sua forma corporea, vede le forme corporee, e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, e in questo modo, dall’integrità terrena, entra e dimora nel Primo Jhana, ecc. … quindi il contatto, ecc. che sorgono in lui, questi … sono stati positivi.
Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, e inconsapevole della suo sé corporeo, vede le forme corporee esteriori, e in questo modo, distaccato dai desideri sensuali, ecc.

Continua come nella sezione precedente.

3. Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, e con il pensiero: “Tutto è chiaro!” distaccato da desideri sensuali, ecc.

Continua come nella prima Liberazione.

Queste tre Liberazioni possono anche essere sviluppate nella Combinazione di sedici parti.

Metodo 4: I Quattro Jhana delle Dimore Divine

1. Amore
(A) Quadruplice Jhana

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, e in questo modo, dall’integrità terrena, entra e dimora nel Primo Jhana (la prima estasi meditativa), nato dal distacco, accompagnato dall’idea razionale e dal pensiero discorsivo, e colmo di gioia e di piacere – quindi il contatto, ecc. – questi stati sono positivi.

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, avendo acquietato l’idea razionale e il pensiero discorsivo, e in questo modo, dall’osservazione terrena, entra e dimora nel Secondo Jhana (la seconda estasi meditativa), nato dalla concentrazione e colmo di estasi e di gioia, libero … dove la mente acquista calma e sicurezza dimorando su un punto elevato – ed è accompagnata da Amore – quindi il contatto, ecc.

Continua come prima.

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, e inoltre, con lo svanire dell’estasi, dimora mentalmente presente e chiaramente consapevole, e sperimenta nella propria coscienza dei sensi quell’equanimità di cui i Nobili dichiarano: “Felicemente vive colui il quale dimora nell’equanimità ed è mentalmente presente!”‘ – e in questo modo, dall’integrità terrena, entra e dimora nel Terzo Jhana, che è accompagnato da Amore – quindi il contatto, ecc.

Continua come prima.

(B) Quintuplice Jhana

Stesse domande e risposte di §§167, 168, 170, 172, aggiungendo ad ogni risposta, la stessa frase della sezione precedente: “che è accompagnato da Amore”.

2. Compassione

Stesse domande e risposte delle sezioni (A) e (B), sostituendo la frase: “che è accompagnato da Amore” con “che è accompagnato da Compassione”.

3. Simpatia

Stesse domande e risposte delle sezioni precedenti, sostituendo la frase: “che è accompagnato da Compassione” con “che è accompagnato da Simpatia”.

4. Distacco

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, con l’abbandono del piacere e del dolore, con la scomparsa della gioia e dell’angoscia, che solitamente provava, egli in questo modo, dall’integrità terrena, entra e dimora nel Quarto Jhana (la quarta estasi meditativa) che è al di là del piacere e del dolore e ha la purezza della presenza mentale dovuta all’equanimità, e che è accompagnato dal Distacco – quindi il contatto, ecc.

Continua come §165

I Quattro Jhana delle Dimore Divine possono essere sviluppati nelle Combinazioni di Sedici parti.

Metodo 5: I Jhana delle Realtà Immonde

Quali stati sono positivi?

Quando, per raggiungere i paradisi della Forma, egli così medita, distaccato dai desideri sensuali, distaccato da idee nocive, e così, dall’integrità terrena, entra e dimora nel Primo Jhana , ecc.
che è accompagnato dall’idea di un cadavere gonfio …
[o] di un cadavere pallido …
[o] di un cadavere marcio …
[o] di un cadavere con la pelle squarciata …
[o] di un cadavere maciullato e deformato …
[o] di un cadavere fatto a pezzi …
[o] di un cadavere mutilato e fatto a pezzi …
[o] di un cadavere insanguinato …
[o] di un cadavere infestato da vermi …
[o] di uno scheletro …
quindi il contatto, ecc. … che sorgono in lui – questi … sono stati positivi.

I Jhana delle Realtà Immonde possono essere sviluppati nelle Combinazioni di Sedici parti.

Qui termna il Capitolo su Ciò che è positivo nell’Universo della Forma (o Materia).

Traduzione di Caroline A.F. Rhys Davids, A Buddhist Manual of Psychological Ethics, (Compendium of States or Phenomena), Oriental Translation Fund (New Series), Vol. xii, London, Royal Asiatic Society, 1900. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.