Skip to content

DN 31: Sigalovada Sutta – Il sermone a Sigala

Il Codice di Disciplina dei Laici

Così ho sentito. Una volta, il Sublime soggiornava nel Boschetto di Bambù, al Santuario degli Scoiattoli, vicino Rajagaha.
Ora in quel tempo, il giovane Sigala, figlio di un capofamiglia, di mattina presto partì da Rajagaha, con vestiti e capelli bagnati, per venerare i quattro punti cardinali—l’Est, il Sud, l’Ovest, il Nord, il Nadir e lo Zenit.
Il Sublime, dopo aver preso mantello e scodella, giunse a Rajagaha per la questua. Vide il giovane Sigala in adorazione e gli parlò come segue:
“Perché il giovane capofamiglia, di mattina presto parte da Rajagaha, con vestiti e capelli bagnati, per venerare questi punti cardinali—l’Est, il Sud, l’Ovest, il Nord, il Nadir e lo Zenit? ”
“Mio padre, Sublime, prima di morire mi disse: ‘Figlio caro, devi venerare i sei trimestri. Ed io, Sublime rispettando ed onorando la parola di mio padre, mi alzo di mattina presto e lasciando Rajagaha, con vestiti e capelli bagnati, venero questi sei trimestri.”
“Non è così, giovane capofamiglia, i sei trimestri dovrebbero essere venerati nella disciplina del nobile.”
“Come, Sublime, i sei trimestri dovrebbero essere venerati nella disciplina del nobile? ”
“Bene, giovane capofamiglia, ascolta con attenzione. Io parlerò.” —”Molto bene, Sublime” – rispose il giovane Sigala.

Il Sublime disse:
“Considerando che, il giovane capofamiglia, come il discepolo nobile (1) ha sradicato le quattro immoralità in condotta (2) non commette cattiva azione in quattro modi, (3) non intraprende i sei canali per dissipare la ricchezza, così, evitando queste quattordici azioni nocive, copre i sei trimestri, e dimora nel sentiero che conduce alla vittoria in entrambi i mondi: è favorito in questo mondo e nel mondo oltre. Con la dissoluzione del corpo, dopo la morte rinascerà in un mondo paradisiaco e felice.

(1) Quali sono le quattro immoralità in condotta che ha sradicato? La distruzione della vita, capofamiglia, è una immoralità e così il rubare, la condotta sessuale illecita e il mentire. Questi sono i quattro vizi che ha sradicato.”
Così parlò il Sublime. Poi aggiunse:
Uccidere, rubare, mentire e commettere adulterio,
Questi quattro mali il saggio mai encomia.
(2) “In quali quattro modi non si commette cattiva azione? Tramite il desiderio si commette cattiva azione. Tramite la rabbia si commette cattiva azione. Tramite l’ignoranza si commette cattiva azione. Tramite la paura si commette cattiva azione.
“Poiché il discepolo nobile non è guidato dal desiderio, dalla rabbia, dall’ignoranza e dalla paura, non commette nessuna cattiva azione.”
Così parlò il Sublime. Poi aggiunse:
Chi attraverso il desiderio, l’odio o la paura,
O l’ignoranza trasgredisce il Dhamma,
Tutta la sua gloria si affievolisce
Come la luna durante la fase calante.
Chi attraverso il desiderio, l’odio o la paura,
O l’ignoranza non trasgredisce mai il Dhamma,
Tutta la sua gloria aumenta
Come la luna durante la fase crescente.
(3) Quali sono i sei canali per dissipare la ricchezza che non intraprende?
(a) indulgenza per le droghe che provocano infatuazioni e disattenzioni
(b) andare a zonzo in strade ad ore indecenti;
(c) frequentare spettacoli teatrali;
(d) indulgenza nel giocare d’azzardo che provoca disattenzione;
(e) frequentare cattivi compagni;
(f) abitudine all’ozio.

(a) Ci sono, giovane capofamiglia, queste sei conseguenze nocive nell’usare droghe che provocano infatuazione e disattenzione:
(i) perdita di ricchezza,
(ii) aumento di dispute,
(iii) suscettibilità a malattia,
(iv) ottenere una cattiva reputazione,
(v) indecenza fisica,
( vi) indebolire l’intelletto.

(b) Ci sono, giovane capofamiglia, queste sei conseguenze nocive nell’andare a zonzo in strade ad ore indecenti:

(i) si è indifesi e non protetti,
(ii) moglie e bambini sono indifesi e non protetti,
(iii) la proprietà è indifesa e non protetta,
(iv) si è sospettati di cattivo comportamento,
(v) si è soggetti a pettegolezzi,
(vi) si va incontro a molti guai.

(c) Ci sono, giovane capofamiglia, queste sei conseguenze nocive nel frequentare spettacoli teatrali. Si pensa:

(i) dove si balla?
(ii) dove si canta?
(iii) dove c’è musica?
(iv) dove si recita?
(v) dove si suonano i cembali?
(vi) dove si mangia?

(d) Ci sono, giovane capofamiglia, queste sei conseguenze nocive nel giocare d’azzardo:

(i) il vincitore genera odio,
(ii) il perdente si addolora per la ricchezza perduta,
(iii) perdita della ricchezza,
(iv) la sua parola non conta davanti alla legge,
(v) è disprezzato dai suoi amici e compagni,
(vi) non è ricercato per il matrimonio, perché le persone direbbero: ‘E’ un giocatore d’azzardo e non è adatto a proteggere una moglie.’

(e) Ci sono, giovane capofamiglia, queste sei conseguenze nocive nel frequentare cattivi compagni, vale a dire: giocatori d’azzardo, libertini, ubriaconi, imbroglioni, ingannatori, attaccabrighe.
(f) Ci sono, giovane capofamiglia, queste sei conseguenze nocive nell’essere assuefatto all’ozio:

“Non lavora dicendo:

(i) fa troppo freddo,
(ii) fa troppo caldo,
(iii) è tardi, è di sera,
(iv) è di mattina troppo presto,
(v) ho fame,
( vi) sono troppo pieno.

“Vivendo in questo modo, lascia molti doveri non fatti, nuovi guadagni persi, e la ricchezza che ha acquisito diminuisce a poco a poco.”
Così parlò il Sublime. Poi aggiunse:
“Uno è un amico di bevute, dice: ‘amico, amico’ solamente quando è vantaggioso.
“Dormire fino a tardi, adulterio, irascibilità, malevolenza, cattivi compagni, avidità—queste sei cause rovinano un uomo.
“L’uomo che ha cattivi compagni ed amici genera cattive azioni, si rovina in entrambi i mondi—in questo mondo e nel prossimo.
“Dadi, donne, liquori, balli, canti, dormire fino a tardi, andare a zonzo ad ore indecenti, cattivi compagni, avidità—queste nove cause rovinano un uomo.
“Chi gioca con i dadi e beve alcolici, frequenta le donne care ad altri, frequenta i più gretti e non i più saggi— declina come la luna durante la fase calante.

“Chi è ubriaco, povero, bisognoso, che beve (alcol) sempre, frequenta bar, sempre in debito porta cattiva fama alla sua famiglia.
“Chi dorme fino a tardi, fa le ore tarde, è sempre ubriaco ed è licenzioso, non è adatto per condurre una vita di famiglia.
“Chi dice fa troppo caldo, troppo freddo, troppo tardi, e lascia le cose non fatte, non approfitta delle buone opportunità.
“Ma colui che non si cura del freddo o…….. e fa onestamente i suoi doveri, non precipita lontano dalla felicità.”

…………………………..

“Questi quattro, giovane capofamiglia, dovrebbero essere capiti come nemici invece che amici:

(1) colui che si appropria dei beni di un amico,
(2) colui che parla male,
(3) colui che adula,
(4) colui che porta rovina.

(1) “In quattro modi, giovane capofamiglia, si capisce che uno è un nemico e non un amico:

(i) si appropria della ricchezza del suo amico,
(ii) dà poco e chiede molto,
(iii) fa il suo dovere solo per paura,
(iv) frequenta gli altri solo quando gli servono.

(2) “In quattro modi, giovane capofamiglia, si capisce che uno che parla male non è un amico, ma un nemico:

(i) si dice amico solo nel passato,
(ii) si dice amico solo nel futuro,
(iii) tenta di guadagnare il favore con parole vuote,
(iv) quando si ha bisogno, esprime la sua inabilità.

(3) “In quattro modi, giovane capofamiglia, si capisce che uno che adula è un nemico mascherato da amico:

(i) approva i cattivi atti del suo amico,
(ii) disapprova i buoni atti del suo amico,
(iii) lo loda in sua presenza,
(iv) parla male in sua assenza.

(4) “In quattro modi, giovane capofamiglia, si capisce che uno che porta rovina è un nemico mascherato da amico:

(i) è un compagno nel bere bevande alcoliche che causano
infatuazione e disattenzione,
(ii) è un compagno nell’andare a zonzo in strade ad ore indecenti,
(iii) è un compagno nel frequentare spettacoli teatrali,
(iv) è un compagno nel giocare d’azzardo che provoca disattenzione.”

Così parlò il Sublime. Poi aggiunse:
L’amico che si appropria,
l’amico che parla male,
l’amico che adula,
l’amico che porta rovina,
questi quattro, i saggi vedono come nemici,
li evitano come sentieri pericolosi.

“Questi quattro, il giovane capofamiglia dovrebbe vederli come amici:

(1) colui che è un compagno,
(2) colui che è lo stesso nella felicità e nel dolore,
(3) colui che dà il buon consiglio,
(4) colui che simpatizza.

(1) “In quattro modi, giovane capofamiglia, si capisce come un compagno è un amico affettuoso:

(i) protegge il disattento,
(ii) protegge la ricchezza del disattento,
(iii) diviene un rifugio quando si è in pericolo,
(iv) quando ci sono impegni si offre per aiutare,

(2) “In quattro modi, giovane capofamiglia, si capisce che uno è lo stesso nella felicità e nel dolore come un amico affettuoso:

(i) rivela i suoi segreti,
(ii) cela i segreti di qualcuno,
(iii) nella sfortuna non ti abbandona,
(iv) sacrifica la sua vita

(3) “In quattro modi, giovane capofamiglia, si capisce che uno che dà il buon consiglio è un amico affettuoso:

(i) si astiene dal far del male,
(ii) incoraggia per fare il bene,
(iii) informa qualcuno ciò che lui sa,
(iv) indica il sentiero per il paradiso.

(4) “In quattro modi, giovane capofamiglia, si capisce che uno che simpatizza è un amico affettuoso:

(i) non si allieta nella sfortuna di qualcuno,
(ii) si allieta nella prosperità di qualcuno,
(iii) si astiene nel parlar male degli altri,
(iv) loda coloro che parlano bene.”

Così parlò il Sublime. Poi aggiunse:
L’amico che è un compagno,
amico nella felicità e nel dolore,
l’amico che dà il buon consiglio,
l’amico che simpatizza—
questi quattro i saggi vedono come amici
e li curano teneramente, affezionatamente
come fa una madre con il suo bambino.

Il saggio e il virtuoso brillano come un fuoco ardente.
Colui che acquisisce la sua ricchezza in modi innocui
come un’ape che produce il miele
e produce ricchezza
come la crescita rapida di una formica.

Con la ricchezza così acquisita,
un laico è adatto per la vita di famiglia,
in quattro parti la sua ricchezza divide:
così l’amicizia canta vittoria.

Una parte per le sue mancanze usa
due parti per suoi affari spende,
un quarto per tempi di bisogno tiene.

………………….

“E come, il giovane capofamiglia, un discepolo nobile copre i sei trimestri?

“Costoro devono essere visti come i sei trimestri. I genitori come l’Est, i maestri come il Sud, moglie e bambini come l’Ovest, amici e compagni come il Nord, i servitori come il Nadir, asceti e bramani come lo Zenit.

“In cinque modi, giovane capofamiglia, un bambino dovrebbe aiutare i suoi genitori come l’Est:

(i) avendomi sostenuto io li sosterrò,
(ii) farò i loro doveri,
(iii) terrò la tradizione di famiglia,
(iv) mi farò degno della mia eredità,
(v) inoltre offrirò elemosine in onore dei miei parenti defunti.

“In cinque modi, giovane capofamiglia, i genitori aiutano così i loro bambini come l’Est, mostrando la loro compassione:

(i) li frenano dal male,
(ii) li incoraggiano per fare il bene,
(iii) li educano per una professione,
(iv) sistemano un matrimonio appropriato,
(v) a tempo debito gli daranno la loro eredità.

“In questi cinque modi i bambini aiutano i loro genitori ed i genitori mostrano la loro compassione ai loro bambini. ……..

“In cinque modi, giovane capofamiglia, un discepolo dovrebbe aiutare un maestro come il Sud:

(i) alzandosi in segno di saluto,
(ii) prestandogli attenzione,
(iii) ansia di imparare,
(iv) servizio personale,
(v) attenzione rispettosa mentre riceve gli insegnamenti.

“In cinque modi, giovane capofamiglia, gli insegnanti aiutano i loro discepoli come il Sud, mostrando la loro compassione:

(i) li educano nella disciplina migliore,
(ii) vedono che loro capiscono bene le loro lezioni,
(iii) li istruiscono nelle arti e nelle scienze,
(iv li presentano ai loro amici e compagni,
(v) provvedono per la loro sicurezza in ogni trimestre.

“I maestri così aiutano i loro discepoli come il Sud, mostrando la loro compassione in questi cinque modi.

“In cinque modi, giovane capofamiglia, un marito come l’Ovest dovrebbe aiutare una moglie:

(i) è cortese con lei,
(ii) non disprezzandola,
(iii) è fedele,
(iv) dandole autorità,
(v) provvedendo ad abbellirla.

“La moglie così aiutata, come l’Ovest, da suo marito mostra la sua compassione a suo marito in cinque modi:

(i) compie bene i suoi doveri,
(ii) è ospitale con parenti e servitori,
(iii) è fedele,
(iv) protegge ciò che il marito guadagna,
(v) è esperta nel compiere i suoi doveri.

“In questi cinque modi la moglie mostra la sua compassione a suo marito che la aiuta come l’Ovest.

“In cinque modi, giovane capofamiglia, un ministro, membro di un clan, aiuta i suoi amici e soci come il Nord:

(i) da liberalità,
(ii) da discorso cortese,
(iii) essendo utile,
(iv) essendo imparziale,
(v) da sincerità.

“Gli amici e soci aiutano così un membro di un clan, come il nord, mostrandogli la loro compassione in cinque modi:

(i) lo proteggono quando è disattento,
(ii) proteggono la sua proprietà quando è disattento,
(iii) divengono un rifugio quando è in pericolo,
(iv) non l’abbandonano se è nei guai,
(v) mostrano rispetto per la sua famiglia.

“Gli amici e soci aiutano così un membro di un clan, come il nord, mostrando la loro compassione verso di lui in questi cinque modi.

“In cinque modi un padrone dovrebbe aiutare i suoi servitori come il Nadir:

(i) assegnando loro il lavoro secondo la loro abilità,
(ii) dandogli cibo e salari,
(iii) prendendosi cura in malattia,
(iv) dividendo con loro alcune delicatezze,
(v) concedendo di andare via in tempo.

“I servitori così aiutano il loro padrone, come il Nadir, mostrandogli la loro compassione in cinque modi:

(i) si alzano di fronte a lui,
(ii) vanno a dormire dopo lui,
(iii) prendono ciò che è dato,
(iv) compiono bene i loro doveri,
(v) alzano il suo buon nome e la fama.

“I servitori così aiutano il loro padrone, come il Nadir, mostrandogli la loro compassione in questi cinque modi:

“In cinque modi giovane capofamiglia, un capofamiglia dovrebbe aiutare gli asceti ed i bramani come lo Zenit:

(i) da atti amabili,
(ii) da parole amabili,
(iii) da pensieri amabili,
(iv) tenendo la casa aperta a loro,
(v) provvedendo alle loro necessità materiali.

“Gli asceti e i bramani così aiutano un capofamiglia, come lo Zenit, mostrando la loro compassione verso di lui in sei modi:

(i) lo frenano dal male,
(ii) lo persuadono a fare il bene,
(iii) l’amano con cuore,
(iv) gli fanno sentire ciò che lui non ha sentito,
(v) chiarificano ciò che lui già ha sentito,
( vi) gli indicano il percorso per un stato paradisiaco.

“In questi sei modi gli asceti e bramani così aiutano un capofamiglia, come lo Zenit, mostrando la loro compassione verso di lui.

Così parlò il Sublime. Poi aggiunse:

La madre e il padre sono l’Est,
I maestri sono il Sud,
Moglie e Bambini sono l’Ovest,
Gli amici e compagni sono il Nord.

I servitori sono il Nadir,
Gli asceti e i bramani sono lo Zenit;
Chi è adatto per condurre la vita di famiglia,
Questi sei trimestri dovrebbe rispettare.

Chi è saggio e virtuoso,
Gentile ed acuto
Umile ed assoggettabile,
Costui deve essere onorato.

Chi è energico e non indolente,
Nella sfortuna non è turbato,
Integro ed intelligente,
Costui deve essere onorato.

Chi è ospitale ed amichevole,
Liberale ed altruista,
Una guida, un maestro, un capo
Costui deve essere onorato.

Generosità,
utilità ad altri,
imparzialità a tutti,
Come le richieste del caso.

Questi quattro modi vincenti fanno muovere il mondo,
…….
Se questi nel mondo non esistono,
Né madre né padre, riceveranno,
Rispetto ed onore dai loro bambini.

Da quando questi quattro modi vincenti
I saggi valutano in ogni modo,
eminenza loro raggiungono,
E lode guadagnano.

Quando il Sublime ebbe così parlato, Sigala, il giovane capofamiglia disse:
“Eccellente, Sublime, eccellente! Proprio come se si rivoltasse ciò che era capovolto, rivelare ciò che era nascosto, mostrare la via a chi si era smarrito, o recare una luce nell’oscurità in modo che chi ha occhi possa vedere le forme, allo stesso modo il Maestro Gotama — con vari metodi — ha reso chiaro il Dhamma. Io prendo rifugio nel Maestro Gotama, nel Dhamma, e nella comunità dei monaci. Possa il maestro Gotama accettarmi come seguace laico che ha preso in lui rifugio, da questo giorno e per tutta la vita.

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Narada Thera. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.