Cv 8.1.2-5 - I doveri dei monaci entranti

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Thanissaro Bhikkhu.
PTS pag.: Horner vol. 5, pp. 291ff.
Copyright © 2002 Thanissaro Bhikkhu.
Access to Insight edition © 2002
Tradotto in italiano da Enzo Alfano.
La diffusione dei testi tradotti è consentita in qualsiasi modo tranne che a fini di lucro.

Un monaco entrante, aprì la porta per occupare una capanna vuota. Un serpente dal soffitto gli cadde addosso. Spaventato, iniziò a gridare.
“Un monaco entrante [nei pressi di un monastero] pensando: 'Entrerò nel monastero', dopo aver tolto i sandali, messi da parte e puliti dalla polvere, aver chiuso il suo parasole, aver scoperto la testa, aver posto il mantello su una spalla, entrerà nel monastero in modo appropriato e con calma. Appena entrato nel monastero deve informarsi dove sono riuniti i monaci. Raggiunto il luogo dove sono riuniti – nella sala dell'assemblea, in un padiglione, ai piedi di un albero – deve porre da parte la scodella, il mantello, prendere posto e sedersi.
Dovrebbe chiedere dell'acqua per bere e per lavarsi, 'Qual è l'acqua da bere? Qual è l'acqua per lavarsi?' Se vuole bere deve prendere l'acqua da bere e bere. Se vuole lavarsi deve prendere l'acqua per lavarsi e lavarsi i piedi. Quando si lava i piedi deve versare l'acqua con una mano e lavarsi con l'altra. Quando usa una mano per versare l'acqua non deve usare la stessa per lavarsi.
“Dopo aver chiesto uno straccio per pulire i sandali, deve pulire i sandali. Quando pulisce i sandali, li deve prima pulire con uno straccio asciutto e poi con uno umido. Dopo aver lavato lo straccio, lo strizza e lo mette ad asciugare.
“ Se il monaco residente è il suo tutore, egli (il monaco entrante) deve salutarlo con rispetto. Se è il monaco residente è un novizio, egli (il monaco entrante) deve essere salutato con rispetto. Deve chiedere della sua dimora, 'Qual è la mia capanna?' . Deve informarsi se è libera o occupata. Deve informarsi dei luoghi di questua. Deve informarsi quali famiglie o persone laiche seguono la pratica. Deve chiedere dove si trova il bagno, la latrina, l'acqua potabile, l'acqua per lavarsi, il bastone da passeggio. Deve informarsi delle regole della comunità riguardo gli orari d'entrata e d'uscita.
“Se la capanna è libera, allora – dopo aver bussato, atteso un momento, aperta la serratura e quindi la porta – aver guardato all'interno da fuori (per controllare se vi sono animali). Se la capanna è sporca o il giaciglio disfatto, tutto in disordine, allora se ne è capace, deve pulire (la capanna o la zona dove deve alloggiare).
“ Nel pulire la capanna, per prima cosa deve prendere il tappeto e metterlo da parte. Prendere i sostegni del letto e metterli da parte. Prendere il materasso ed il cuscino, e metterli da parte. Prendere il panno da seduta e le lenzuola e metterli da parte. Nel prendere il letto, deve fare attenzione per evitare di rovinarlo. Nel prendere la panca, deve fare attenzione per evitare di rovinarla. Prendere la sputacchiera, pulirla e metterla da parte. Prendere la tavola, pulirla e metterla da parte.
“Se vi sono ragnatele, toglierle iniziando dal soffitto. Pulire le finestre, le porte e ogni angolo. Se i muri o il pavimento sono pieni di muffa, bagnare uno straccio, torcerlo e pulirli. Se il pavimento della stanza è annerito, bagnare uno straccio, torcerlo e pulirlo. Se il pavimento è di terra battuta, bagnarlo soltanto con acqua per evitare di far alzare la polvere. Trovare tutti i rifiuti e buttarli via.
“Una volta asciugato al sole il tappeto, pulirlo, scuoterlo e riporlo al proprio posto. Una volta asciugati al sole i supporti del letto, pulirli, e riporli al proprio posto. Una volta asciugati al sole il letto ....... , la panca....., il materasso e i cuscini....., il panno da seduta ed il lenzuolo....., la sputacchiera......, la tavola pulirli e riporli al proprio posto con attenzione per non rovinarli.
“Mettere a posto la scodella e le vesti. Quando si mette a posto la scodella, prenderla con una mano, toccare sotto al letto o panca con l'altra mano, poi porla là, ma non metterla se il pavimento è di terra battuta. Quando si mette a posto la veste, prendere la veste con una mano, toccare la pertica o la corda per la veste con l'altra mano, [controllare se vi possono essere sporco o punti aguzzi tanto macchiare o lacerare la stoffa] porre la veste sopra la corda o la pertica dagli orli e ben piegata [La piega non dovrebbe essere messa sul lato del muro].
“Se i venti che portano polvere provengono da est, chiudere le finestre poste ad est. Se provengono da ovest, chiudere le finestre poste ad ovest. Se provengono da nord, chiudere le finestre poste a nord. Se provengono da sud, chiudere le finestre poste a sud. Se il tempo è mite, aprire le finestre durante il giorno e chiuderle di notte. Se il tempo è caldo, chiuderle di giorno ed aprirle di notte.
“Se il cortile è sporco, spazzare e pulirlo. Se un atrio....una sala d'attesa......una sala per la sauna.....un bagno è sporco, spazzare e pulire. Se non c'è acqua potabile, prenderla. Se non c'è acqua per lavarsi, prenderla. Se non c'è acqua nella brocca per sciacquare, prenderla e versarla nella brocca."