Cv.8.8.1 / 2 - I doveri nella sauna

Una volta un gruppo di sei monaci, bloccati nella sauna da alcuni monaci anziani, per disprezzo portarono dei rami secchi, e dopo averli bruciati, chiusero la porta, e si sedettero davanti all'ingresso. I monaci più anziani, oppressi dal calore, incapaci di uscire, soffocarono.
"Essere bloccato nella sauna, monaci, non si dovrebbe, nè disprezzare o portare molti rami secchi per dar fuoco. Chi compie questi atti commette un malvagio delitto. Dopo aver chiuso la porta, non si dovrebbe sedersi davanti alla porta. Chi compie questi atti commette un malvagio delitto."
- Cv.8.8.1

"Chi va per primo alla sauna, se ha accumulato delle ceneri, le dovrebbe buttare. Se la sauna è sporca, dovrebbe pulirla. Se il corridoio esterno... il recinto... il portico... l'ingresso della sauna è sporco, dovrebbe pulirlo. Dovrebbe mescolare il chunam (polvere da bagno), inumidire l'argilla, versare l'acqua nella bacinella. Entrando nella sauna ci si deve cospargere la faccia d'argilla e ci si deve coprire totalmente (con delle stoffe?). Bisogna sedere al proprio posto senza occupare i posti dei monaci più anziani o dei monaci novizi. Se si è capaci, bisogna aiutare i monaci più anziani [alimentando il fuoco, offrendo argilla ed acqua calda]. Nel lasciare la sauna bisogna essere completamente coperti. Se si è capaci, bisogna aiutare i monaci più anziani durante la sauna [lavandoli]. Non bisogna bagnarsi di fronte ai monaci più anziani o controcorrente. Quando si esce dall'acqua dopo il bagno, agevolare chi entra nell'acqua.
"Chi lascia per ultimo la sauna, deve pulirla. Può andare via dopo aver lavato la vasca dei fanghi, dopo aver messo a posto le sedie della sauna, aver spento il fuoco, ed aver chiuso la porta."
- Cv.8.8.2

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Thanissaro Bhikkhu. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.