Skip to content

Vibhanga 17: Khuddakavatthuvibhanga – Analisi di piccole questioni (Vb 17.10.6)

17.10.6. Sestuplice Esposizione

Quali sono “le sei radici della disputa”? Rabbia, impurità, invidia, ipocrisia, cattivo desiderio, testardaggine. Queste sono le sei radici della disputa.

Quali sono “i sei (tipi di) brama”? I dhamma della brama collegati con la voluttà, cioè: brama, infatuazione, infatuazione della coscienza collegata con la voluttà per gli oggetti piacevoli visibili, udibili, odoriferi, sapidi, tangibili e ideazionali. Questi sono i sei (tipi di) brama.

Quali sono “le sei basi sensoriali dell’avversione”? Vessazione della coscienza, risentimento, ostilità, asprezza, assenza di gioia della coscienza per gli oggetti spiacevoli visibili, udibili, odoriferi, sapidi, tangibili e ideazionali. Queste sono le sei basi sensoriali dell’avversione.

Quali sono “i sei gruppi di brama”? Brama per gli oggetti visibili, brama per gli oggetti udibili, brama per gli oggetti odoriferi, brama per gli oggetti sapidi, brama per gli oggetti tangibili, brama per gli oggetti ideazionali. Questi sono i i sei gruppi di brama.
 
Quali sono “i sei (tipi di) mancanza di rispetto”? Chi dimora senza rispetto, senza deferenza per il Maestro; chi dimora senza rispetto, senza deferenza per il Dhamma; chi dimora senza rispetto, senza deferenza per il Sangha; chi dimora senza rispetto, senza deferenza per i precetti; chi dimora senza rispetto, senza deferenza per l’attenzione; chi dimora senza rispetto, senza deferenza per l’ospitalità. Questi sono i sei tipi di mancanza di rispetto.

Quali sono “i sei dhamma regressivi”? Azione piacevole, discorso piacevole, sonno piacevole, compagnia piacevole, miscuglio piacevole, ossessioni piacevoli. Questi sono i sei dhamma regressivi. 
“Altri sei dhamma regressivi”: Azione piacevole, discorso piacevole, sonno piacevole, compagnia piacevole, contumacia, avere cattivi amici.
 
Quali sono “i sei (tipi di) piacere mentale”? Vedendo un oggetto visibile con l’occhio si esamina l’oggetto visibile che è la causa del piacere mentale; … sentendo un oggetto udibile con l’orecchio … odorando  un oggetto odorifero con il naso … assaporando un oggetto sapido con la lingua … toccando un oggetto tangibile con il corpo … conoscendo un oggetto ideazionale con la mente si esamina l’oggetto ideazionale che è la causa del piacere mentale. Questi sono i sei tipi di piacere mentale.
 
Quali sono “i sei (tipi di) dolore mentale”? (stessa sequenza di prima sostituendo “piacere mentale” con “dolore mentale”)
Questi sono i sei (tipi di) dolore mentale.

Quali sono “i sei (tipi di) indifferenza”? (stessa sequenza di prima sostituendo “piacere mentale” o “dolore mentale” con “indifferenza”)
Questi sono i sei tipi di indifferenza.

Quali sono “i sei (tipi di) piaceri mentali connessi alla sensualità”? Benessere mentale, piacere mentale, tranquilla e piacevole esperienza nata dal contatto mentale, tranquilla e piacevole esperienza nata dal contatto mentale connesso alla sensualità per gli oggetti visibili piacevoli; … per gli oggetti udibili piacevoli … per gli oggetti odoriferi piacevoli … per gli oggetti sapidi piacevoli … per gli oggetti tangibili piacevoli … per gli oggetti ideazionali piacevoli. Questi sono i sei (tipi di) piaceri mentali connessi alla sensualità.
 
Quali sono “i sei (tipi di) dolore mentale connessi alla sensualità”? 
(stessa sequenza di prima sostituendo “piacere mentale” con “dolore mentale”). Questi sono i sei (tipi di) dolore mentale connessi alla sensualità.

Quali sono “i sei (tipi di) indifferenza connessi alla sensualità”? 
(stessa sequenza di prima sostituendo “piacere mentale” o “dolore mentale” con “indifferenza”). Questi sono i sei (tipi di) indifferenza connessi alla sensualità.

Quali sono “le sei teorie errate (false visioni)”? La falsa visione sorge fermamente in lui come verità in questo modo: ‘Esiste in me un’anima.’; … ‘Non esiste in me un’anima.’; … ‘Io, l’anima, riconosco un’anima.’; … ‘Io, l’anima, non riconosco nessuna anima.’; … ‘Io, senza un’anima, riconosco un’anima.’; … ‘Quest’anima in me parla e prova sensazioni.’; ‘per molto tempo in questa o in quella esistenza essa sperimenta gli effetti delle azioni positive e negative’; ‘quest’anima non è nata né è mai nata’; ‘quest’anima non è mai nata né nascerà’; ‘quest’anima è permanente, durevole, eterna, non soggetta al cambiamento’; queste false visioni sorgono in lui fermamente come verità. Queste sono le sei errate teorie o false visioni.

Qui termina la Sestuplice Esposizione. 

Traduzione in inglese dalla versione Pali di U Thittila, The Book of Analysis, Published by Pali Text Society, 1969. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.