Theri 6.7: Gutta {vv. 163-168}

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Thanissaro Bhikkhu.
PTS: vv. 163-168
Copyright © 2004 Thanissaro Bhikkhu
Access to Insight edition © 2004
Tradotto in italiano da Enzo Alfano.
La diffusione dei testi tradotti è consentita in qualsiasi modo tranne che a fini di lucro.

[Il Buddha mi ammonì:]
Gutta, volgiti alla meta
per cui hai intrapreso il sentiero,
dopo aver abbandonato [la speranza]
di avere un figlio tuo.
Non farti dominare dal potere
della mente.

Ingannati dalla mente,
gli esseri subiscono il fascino di Mara,
così vagano
di rinascita in rinascita,
inconsapevoli.

Abbandonando questi seducenti legami, monaca -
desiderio dei sensi, cattiva volontà,
l'idea di un sé,
l'attaccamento a precetti e pratiche,
e come ultimo il dubbio,
non rinascerai
di nuovo.

Abbandonando passione, presunzione,
ignoranza ed agitazione
tagliando tutte queste catene -
porrai fine
alla sofferenza ed al dolore.

Abbandonando nascita e trasmigrazione,
comprendendo ulteriori rinascite,
libera dall'avversione
qui ed ora
sarai totalmente
serena.