SN 7.19: Matuposaka Sutta – La madre aiutata

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhuni Uppalavanna.
Tradotto in italiano da Enzo Alfano.
La diffusione dei testi tradotti è consentita in qualsiasi modo tranne che a fini di lucro.

1. A Savatthi.

2. Allora il bramano che aiutava la madre si avvicinò al Beato e, dopo averlo salutato con rispetto, si sedette a lato.

3. Quindi il bramano che aiutava sua madre disse al Beato: “Venerabile Gotama, io guadagno rettamente e sostengo mia madre e mio padre. Agisco in modo retto, venerabile Gotama?”

4. “Bramano, agisci in modo retto. Colui che guadagna rettamente ed aiuta i propri genitori acquisisce molto merito.
Colui che sostiene la madre e il padre con retti mezzi,
con tali azioni costui diviene saggio per i propri genitori.
In questo mondo è felice e dopo la morte rinasce nei mondi celesti.”

5. Allora il Bramano Matuposaka disse al Beato: “Proprio come se si rivoltasse ciò che era capovolto, rivelare ciò che era nascosto, mostrare la via a chi si era smarrito, o recare una luce nell’oscurità in modo che chi ha occhi possa vedere le forme, allo stesso modo il Maestro Gotama — con vari metodi — ha reso chiaro il Dhamma. Io prendo rifugio nel Maestro Gotama, nel Dhamma, e nella comunità dei monaci. Possa il maestro Gotama accettarmi come seguace laico che ha preso in lui rifugio, da questo giorno e per tutta la vita.”