SN 36.23: Bhikkhu Sutta – Ad un monaco

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Thanissaro Bhikkhu.
PTS: S iv 232 / CDB ii 1281
Copyright © 2005 BTS
Access to Insight edition © 2005
Tradotto in italiano da Enzo Alfano.
La diffusione dei testi tradotti è consentita in qualsiasi modo tranne che a fini di lucro.

Un monaco si recò dal Benedetto e, ivi giunto, dopo averlo salutato con riverenza, si sedette ad un lato. Appena seduto, disse al Benedetto: “Cos’è la sensazione, signore? Qual è la sua origine? Qual è il sentiero che conduce alla sua origine? Qual è la sua cessazione? Qual è il sentiero di pratica che conduce alla sua cessazione? Come seduce, quale pericolo rappresenta, come ci si libera?”
“Monaco, esistono tre tipi di sensazione: piacevole, dolorosa e neutra.
Il contatto è la sua origine.
La brama è il sentiero che conduce alla sua origine.
Dalla cessazione del contatto deriva la cessazione della sensazione.
Il sentiero di pratica che conduce alla cessazione della sensazione è il nobile ottuplice sentiero, ovvero: retta visione, retto proposito, retto discorso, retta azione, retto modo di vivere, retto sforzo, retta presenza mentale, retta concentrazione.
La sensazione seduce tramite il sorgere di qualsiasi piacere..
Siccome ogni sensazione è impermanente, dolorosa e soggetta al cambiamento, ciò rappresenta un pericolo.
Per ottenere la liberazione dalla sensazione bisogna distruggere ed abbandonare ogni desiderio ed attaccamento verso ogni tipo di sensazione.”