SN 20.7: Ani Sutta - Il piolo

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Thanissaro Bhikkhu.
PTS: S ii 265/ CDB i 708
Copyright © 1999 Thanissaro Bhikkhu.
Access to Insight edition © 1999
Tradotto in italiano da Enzo Alfano.
La diffusione dei testi tradotti è consentita in qualsiasi modo tranne che a fini di lucro.

A Savatthi. "Monaci, c'era una volta quando i Dasaraha (una tribù) avevano un grande tamburo chiamato 'Anaka.' Ogni qualvolta veniva diviso, i Dasaraha inserivano un altro piolo, finché venne il tempo che il corpo di legno originale del tamburo si consumò e rimase solamente i pioli.
Allo stesso modo in futuro ci saranno monaci che non ascolteranno i discorsi del Tathagata. Non presteranno orecchio, non metteranno le loro menti alla conoscenza, non considereranno questi insegnamenti un valore profondo. Ma ascolteranno discorsi che sono opere letterarie - poesie, canzoni, retorica, parole di discepoli - recitati a memoria. Presteranno orecchio e metteranno le loro menti verso queste conoscenze. Così considereranno questi insegnamenti un valore dominante.
In questo modo la scomparsa dei discorsi del Tathagata - profonde, penetranti, trascendenti - avverrà.
Così dovete esercitarvi: 'Noi ascolteremo i discorsi del Tathagata - profonde, penetranti, trascendenti - e li reciteremo a memoria. Noi presteremo orecchio, metteremo le nostri menti alla conoscenza, considereremo questi insegnamenti un valore dominante.' Così dovete esercitarvi."