SN 14.1: Dhātunānatta Sutta  - Il Discorso sulla DiversitÓ degli Elementi

Traduzione in Inglese dalla versione PÔli di Piya Tan.
Tradotto in italiano da Enzo Alfano.
La diffusione dei testi tradotti Ŕ consentita in qualsiasi modo tranne che a fini di lucro.

 A Savatthi.

“Monaci, vi esporr˛ la diversitÓ degli elementi. Ascoltate con attenzione. Vado a parlare.”

“Sý, signore.” – risposero i monaci.

Il Beato disse:

“Cos’Ŕ, monaci, la diversitÓ degli elementi?
L’elemento occhio, l’elemento della forma, l’elemento della coscienza visiva.
L’elemento orecchio, l’elemento del suono, l’elemento della coscienza uditiva.
L’elemento naso, l’elemento dell’olfatto, l’elemento della coscienza olfattiva.
L’elemento lingua, l’elemento del gusto, l’elemento della coscienza gustativa.
L’elemento corpo, l’elemento del tatto, l’elemento della coscienza corporea.
L’elemento mente, l’elemento dell’oggetto mentale, l’elemento della coscienza mentale.

Ci˛, monaci, Ŕ chiamata la diversitÓ degli elementi.”