SN 11.17: Buddhavandana Sutta – Venerazione del Buddha

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Bodhi.
The Connected Discourses of the Buddha: A New Translation of the Samyutta Nikaya. VoI 1., by 2000: Wisdom Publications.
Tradotto in italiano da Enzo Alfano.
La diffusione dei testi tradotti è consentita in qualsiasi modo tranne che a fini di lucro.

A Savatthi nel boschetto di Jeta. Ora in quella occasione il Beato verso sera si era ritirato nella sua dimora. Allora Sakka, re dei deva, e Brahma Sahampati si avvicinarono al Beato e stettero ad un lato dinanzi alla porta. Quindi Sakka, re dei deva, recitò questi versi in presenza del Beato:

“Alzati, o eroe, vincitore in battaglia!
Senza alcun fardello, senza alcun debito, errante per il mondo.
La tua mente è completamente liberata
come la luna nella quindicesima notte.”

[Brahma Sahampati:] “Non bisogna venerare i Tathagata in questo modo, re dei deva. I Tathagata così devono essere venerati:

“Alzati, o eroe, vincitore in battaglia!
Suprema guida, senza alcun debito, errante nel mondo.
Insegna il Dhamma, o Beato:
ci sarà chi la comprenderà.”