SN 1.12: Nandati Sutta – Il piacere

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhuni Uppalavanna.
Tradotto in italiano da Enzo Alfano.
La diffusione dei testi tradotti è consentita in qualsiasi modo tranne che a fini di lucro.

Una divinità, dopo aver riverito il Benedetto, stando da parte declamò questa stanza:

“I figli sono il piacere di chi ha figli,
la mandria, il piacere del mandriano,
gli attaccamenti sono il piacere degli esseri umani,
senza attaccamenti, non esiste piacere.”

[Il Benedetto:]

“I figli sono il dolore di chi ha figli,
la mandria, il dolore del mandriano,
gli attaccamenti sono il dolore degli esseri umani,
senza attaccamenti, non esiste dolore.”