MN 117: Mah-cattrsaka Sutta - Grande quarantina

Questo ho sentito.
Una volta il Sublime dimorava presso Svatth, nella Selva del Vincitore, nel parco di Anthapindiko. L egli si rivolse ai monaci: "Vi esporr il santo, retto raccoglimento, con i suoi precedenti ed i suoi requisiti: ascoltate con attenzione. Che dunque il santo raccoglimento, con i suoi precedenti ed i suoi requisiti? come dire: retti cognizione, intenzione, parola, azione, vita, sforzo e meditazione. Qualunque unificazione dell'animo, fornita di questi sette attributi, si chiama retto raccoglimento, con i suoi precedenti ed i suoi requisiti.

Retta cognizione precede: riconoscendo falsa cognizione da quella retta. Falsa cognizione : 'Non v' oblazione, non elemosina, non sacrificio; non v' frutto risultante da buone e da cattive azioni; non v' questo mondo n quell'altro; non v' madre, n padre, n nascita spirituale; non vi sono nel mondo asceti e sacerdoti, perfetti e completi, che, avendo da s conosciuto e sperimentato questo mondo e l'altro, possano rivelarlo'. Retta cognizione di due modi: smaniosa, utilitaria, materiale; e santa, senza manie, trascendente, che parte dell'ottuplice sentiero. La retta cognizione smaniosa, utilitaria, materiale questa: 'V' oblazione, elemosina e sacrificio; v' frutto risultante da buone e da cattive azioni; v' questo mondo e quell'altro; v' madre, padre, nascita spirituale; vi sono nel mondo asceti e sacerdoti, perfetti e completi, che, avendo da s conosciuto e sperimentato questo mondo e l'altro, possano rivelarlo'. La retta cognizione santa, senza manie, trascendente, che parte dell'ottuplice sentiero quella che proviene da santo cuore senza manie; proviene dal santo sentiero e procede sul santo sentiero; la conoscenza, la capacit e la forza di conoscere, l'investigazione della verit che fa parte del perfetto risveglio. Chi si sforza di abbandonare la falsa cognizione e di acquistare quella retta, fa retto sforzo. Egli meditando abbandona la falsa cognizione e acquista e mantiene quella retta, fa retta meditazione. Cos per lui queste tre cose circondano la retta cognizione: retta cognizione, retto sforzo e retta meditazione.

Qui retta cognizione precede: riconoscendo falsa intenzione come tale, e quella retta come tale. Falsa intenzione quella bramosa, astiosa e nociva. Retta intenzione di due modi: smaniosa, utilitaria, materiale; e santa, senza manie, trascendente, che parte dell'ottuplice sentiero. La retta intenzione smaniosa, utilitaria, materiale intenzione di rinunzia, di non odio, di non nuocenza. L'altra quella che proviene da santo cuore senza manie; proviene dal santo sentiero e procede sul santo sentiero; intenzione pensata, ripensata, ponderata, formata e discussa nell'animo. Il retto sforzo e la retta meditazione, sono quelli d'abbandonare la falsa intenzione e di acquisire quella retta. Cos per chi lo fa, queste tre cose circondano la retta cognizione: retta cognizione, retto sforzo e retta meditazione.

Qui retta cognizione precede: riconoscendo falsa parola come tale, e quella retta come tale. Falsa parola menzogna, calunnia, turpiloquio, vaniloquio. Retta parola di due modi: smaniosa, utilitaria, materiale; e santa, senza manie, trascendente, che parte dell'ottuplice sentiero. La retta parola smaniosa, utilitaria, materiale astensione da menzogna, calunnia, turpiloquio, vaniloquio. L'altra quella che proviene da santo cuore senza manie; proviene dal santo sentiero e procede sul santo sentiero; che si trattiene, si ritiene, si astiene e si distacca dalle quattro cattive condotte in parola. Il retto sforzo e la retta meditazione sono quelli di chi si sforza di abbandonare falsa parola e di acquistare retta parola. Cos per chi lo fa, queste tre cose circondano la retta parola: retta cognizione, retto sforzo e retta meditazione.

Qui retta cognizione precede: riconoscendo falsa azione come tale, e quella retta come tale. Falsa azione uccidere, rubare, fornicare. Retta azione di due modi: smaniosa, utilitaria, materiale; e santa, senza manie, trascendente, che parte dell'ottuplice sentiero. La retta azione smaniosa, utilitaria, materiale astensione dall'uccidere, dal rubare, dal fornicare. L'altra quella che proviene da santo cuore senza manie; proviene dal santo sentiero e procede sul santo sentiero; che si trattiene, si ritiene, si astiene e si distacca dalle tre cattive condotte in opere. Il retto sforzo e la retta meditazione sono quelli di chi si sforza di abbandonare falsa azione e di acquistare retta azione. Cos per chi lo fa, queste tre cose circondano la retta azione: retta cognizione, retto sforzo e retta meditazione.

Qui retta cognizione precede: riconoscendo falsa vita come tale, e quella retta come tale. Falsa vita simulare, intrigare, fare il profeta, fare l'indovino, guadagnare disonestamente. Retta vita di due modi: smaniosa, utilitaria, materiale; e santa, senza manie, trascendente, che parte dell'ottuplice sentiero. Retta vita smaniosa, utilitaria, materiale questa: il nobile discepolo, abbandonando la falsa vita, si procaccia il mantenimento con retta vita. L'altra quella che proviene da santo cuore senza manie; proviene dal santo sentiero e procede sul santo sentiero; che si trattiene, si ritiene, si astiene e si distacca dalla falsa vita. Il retto sforzo e la retta meditazione sono quelli di chi si sforza di abbandonare falsa vita e di acquistare retta vita. Cos per chi lo fa, queste tre cose circondano la retta vita: retta cognizione, retto sforzo e retta meditazione.

Qui retta cognizione precede. Alla retta cognizione succedono retta intenzione, retta parola, retta azione, retta vita, retto sforzo, retta meditazione, retto raccoglimento, retta contemplazione e retta redenzione. Cos un lottatore ottuplamente dotato diviene un santo decuplamente dotato.

Qui retta cognizione precede: dalla retta cognizione vengono eliminate la falsa cognizione e le diverse cose cattive, non salutari da essa derivate; mentre le diverse cose derivanti dalla retta cognizione, giungono a compimento. Dalla retta intenzione, parola, azione, vita, sforzo, meditazione, raccoglimento, contemplazione, redenzione vengono eliminate quelle false corrispondenti, e le diverse cose cattive che da esse derivano; mentre le diverse cose salutari giungono a compimento. Cos dunque, monaci, con venti parti salutari e venti non salutari, una grande quarantina di cose che non pu essere sovvertita da alcun asceta o sacerdote o dio, da cattivo o buono spirito, o da chicchessia altro al mondo, stata esposta. Perch qualunque asceta o sacerdote pensasse di biasimare e riprovare quanto ho esposto, a lui ancora in vita dieci concezioni correligionarie procurerebbero biasimo. Se biasima la retta cognizione, allora significa che gli asceti e sacerdoti di falsa cognizione sono da lui rispettati e venerati. Se biasima le rette intenzione, parola, azione, vita, sforzo, meditazione, raccoglimento, contemplazione e redenzione allora significa che gli asceti e sacerdoti di false intenzione, parola, azione, vita, sforzo, meditazione, raccoglimento, contemplazione e redenzione, sono da lui rispettati e venerati.

Ed anche quelli che sono scettici, indipendenti, parlatori della stagione delle piogge che non ammettono le cause, non ammettono le azioni e non credono a niente, non penserebbero di biasimare e riprovare questa grande quarantina di cose esposte, per timore d'incorrere in disprezzo, odio e repulsione."

Questo disse il Sublime. Contenti quei monaci approvarono quello che aveva detto.

Riscrittura a partire dall'italiano di De Lorenzo, da Pier Antonio Morniroli ed Enrico Federici. Per distribuzione gratuita esclusivamente.

Home

Majjhima Nikaya