GLOSSARIO

 

A B C D E F G H I J K L M N O PQ R S T U V WXYZ

A

abbhokasikanga: 'che vive all'aria aperta', è uno dei significati che indicano una vita ascetica pura.

abhabbagamana: 'incapace di progredire'. "Quegli esseri ostacolati dalle loro cattive azioni (kamma), dai loro influssi impuri (kilesa), dal risultato delle loro cattive azioni (vipaka), o chi è privo della fede, energia e conoscenza, ed incapace di progredire nella pratica.

abhassara: 'Radiosi', esseri celestiali del sottile mondo materiale (rupaloka).

Abhidhamma: Nelle dissertazioni del canone Pali, questo termine intende semplicemente "Dhamma più elevato", ed un tentativo sistematico di definire gli insegnamenti del Buddha e capire le loro interrelazioni.

abhiñña: poteri intuitivi che vengono dalla pratica della concentrazione: l'abilità di esporre i poteri psichici, chiaroveggenza, l'abilità di sapere i pensieri degli altri.

Abhisambodhi: comprensione perfetta

acariya: maestro, insegnante

adhamma: ingiustizia, empietà. L’opposto di dhamma.

adhicitta: mente superiore. Il termine indica una mente [citta] che contempla uno stato di assorbimento meditativo [jhana]

adhitthana: determinazione; decisione. Una delle dieci perfezioni.

Ahara: cibo, nutrimento sia in senso letterale sia figurativo

ajaan, ajahn, achaan ecc.: (tailandese). maestro; mentore. Equivalente al Pali acariya.

akaliko: senza tempo, incondizionato dal tempo.

akusala: insalubre, non salutare. L'opposto di kusala.

anagami: colui che non ritorna. Una persona che ha abbandonato le cinque catene più basse che legano la mente al ciclo delle rinascite, e dopo la morte apparirà in uno dei mondi di Brahma chiamate le Dimore Pure, là raggiungere il nibbana, senza più ritornare a questo mondo.

anapanasati: consapevolezza del respiro. Una pratica di meditazione dove si mantiene l'attenzione e la presenza mentale sulle sensazioni del respiro.

anatta: non sè

anicca: impermanenza

anupadisesa-nibbana: Nibbana senza alcun residuo —il nibbana dell'arahant.

anusaya: inclinazione. Gli anusaya sono sette 1) attaccamento all’esistenza;

2) attaccamento agli oggetti del desiderio; 3) ostilità; 4) orgoglio;

5) ignoranza; 6) false visioni; 7) dubbio.

apaya: rovina, fallimento.

appamada: attenzione. Con essa si sottolinea l’aspetto attivo della presenza mentale.

apsaras: ninfe celesti

arahant: venerabile, santo. Colui che ha raggiunto l’ultimo stadio dello sviluppo spirituale ed ha eliminato gli influssi impuri.

ariyasaccani: le Nobili Verità

arupavacara: reame della non-forma

asava: influsso impuro del desiderio - lett. il liquido intossicante estratto da alcune piante.

asura: demoni

avihimsa: innocenza, non violenza

avijja: ignoranza

ayatana: sfera, dimensione. Gli ayatana sono dodici: sei interni [i cinque sensi più la mente] e sei esterni [gli oggetti dei cinque sensi più l’oggetto della mente]

B

bala: forza, potere

bhava: esistenza, divenire

bhavana: meditazione

bhikkhu: monaco, mendicante

bhikkhuni: monaca

bodhi: risveglio

bodhipakkhikadhamma: fattori del risveglio

bodhisatta: essere destinato al risveglio

bojjhanga: fattore del risveglio

Brahma: dio creatore nell’Induismo

brahmana: la casta sacerdotale

brahmacariya: vita religiosa

brahmavihara: dimora divina

Buddha: Risvegliato, Illuminato

C

cakkhu: occhio, visione

catuparisuddhisila: quattro comportamenti morali che conducono alla purezza

cetana: volizione, volontà

cetiya: monumento sepolcrale

chanda: desiderio

citta: coscienza, mente

cittekaggata: concentrazione mentale su un solo punto

D

dana: dono, generosità

deva: divinità

Dhamma: termine che indica un’infinità di significati, tutti importanti.

Dhammakaya: il corpo del Dhamma

dhuntanga: qualità di un uomo puro

dibbacakkhu: occhio divino

ditthi: visione, teoria

dosa: avversione, odio

dukkha: dolore, sofferenza

E

ekaggatarammana: nella meditazione, la qualità mentale che permette di rimanere raccolto e concentrato sull'oggetto di meditazione.

ekayana-magga: percorso diretto.

evam: Così, in questo modo

G

gahapati: capofamiglia. Si indica nei testi buddhisti, in modo generico, alle persone abbienti.

gandhabba: musici celesti

gati: destino

H

Hinayana: Piccolo Veicolo, scuola buddhista Theravada

I

iddhi: potere psichico

iddhipada: basi del potere psichico [desiderio, energia, intenzione, discriminazione]

indriya: facoltà dei sensi

J

jaramarana: vecchiaia e morte

jataka: storie di nascite

jati: nascita

jhana: assorbimento meditativo

jina: vittorioso

K

kakyanamitta: buon amico

kama: desiderio o oggetto dei desideri

kamavacara: sfera dei piaceri sensuali

kamma: azione, atto

kammatthana: oggetto della pratica meditativa

kappa: evo cosmico

karuna: compassione

kasina: elementi dove si fissa la concentrazione mentale

khana: istante

khandha: aggregato

khanti: pazienza

ketana: volizione

kilesa: afflizione

kusala: salutare, positivo

L

lakkhana: caratteristica

lobha: cupidigia

loka: mondo

lokottara: insieme delle realtà che appartengono alla sfera della Verità assoluta

M

magga: sentiero, strada

Mahâyâna: il Grande Veicolo, scuola buddhista

majjhama patipada: la via di mezzo

mana: orgoglio

manasikara: vigile attenzione

mano: senso interiore

Mara: il Maligno, divinità della morte

metta: benevolenza, amore universale, compassione

moha: offuscamento, ignoranza

N

naga: serpente, elefante

namarupa: none e forma

nekkhamma: rinuncia

nibbana: lett. estinzione

nibbida: sereno disincanto

nidana: causa

nikaya: collezione

niraya: purgatorio. Vi sono otto purgatori caldi e otto purgatori freddi.

nirodha: cessazione

nivarana: ostacolo

P

pabbajja: abbandono della vita laica

Paccekabuddha: Buddha solitario

Pajapati: signore delle creature

pañcabala: cinque forze

pañcindriya: cinque facoltà sensoriali

pañña: saggezza

parami: perfezione

parinibbana: estinzione totale

pasada: serenità

paticcasamuppada: coproduzione condizionata

patimokkha: regole di disciplina per i monaci

peta: spirito famelico

phala: frutto

phassa: contatto

puñña: merito, atto meritorio

R

raga: lett. colore – concupiscenza, attaccamento

rakkhasa: demone

rupa: forma, corpo

rupakaya: corpo formale

S

saddha: fede

Sakka: signore dei Trentratrè deva

sakkayaditthi: credenza nell’esistenza di una personalità

sakyaputtiya: seguace del figlio dei Sakya, cioè del Buddha

samadhi: concentrazione

samapatti: ottenimento

samatha: calma concentrata

sammappadhana: retto sforzo

sampajañña: attenzione, presenza mentale

samyojana: legame

sangha: comunità, ordine monastico buddhista

sanka: dubbio

sankhara: formazione karmica

sañña: percezione

sati: consapevolezza

satipatthana: fondamenti della presenza mentale

sila: moralità

sotapatti: “entrata nel flusso, nella corrente”

Sugata: epiteto del Buddha, lett. “bene andato”

T

tanha: lett. sete

Tathagata: epiteto del Buddha di difficile traduzione

Tavatimsadevaloka: mondo dei Trentratrè deva

Theravada: Dottrina degli anziani

Tusita: nome di una classe di deva

U

upadana: appropriazione

upadanakkhandha: aggregati dell’appropriazione

upekkha: equanimità

Uposatha: rito del sangha


V

vagga: sezione

vatta: vortice

vedana: sensazione

vicara: mentenimento dell’attenzione sull’oggetto di meditazione

vihara: monastero

vinaya: condotta

Vinayapitaka: canestro della disciplina

viññana: coscienza

Vipassana: visione profonda, intuizione

vitakka: applicazione iniziale sull’oggetto di meditazione

Y

Yakkha: creature sovrumane

Home

Torna indietro