AN 2.180-229: Kodha Peyyala Vagga - Rabbia e avversione ...

Traduzione in Inglese dalla versione Pali di Bhikkhu Sujato.
Tradotto in italiano da Enzo Alfano.
La diffusione dei testi tradotti Ŕ consentita in qualsiasi modo tranne che a fini di lucro.

180. "Ci sono queste due realtÓ. Quali due? Rabbia e avversione ... offesa e disprezzo ... invidia e avarizia ... inganno e disonestÓ ... mancanza di coscienza e di prudenza. Queste sono le due realtÓ."

181-185. "Ci sono queste due realtÓ. Quali due? Essere liberi da rabbia e ostilitÓ ... da invidia e avarizia ... da inganno e disonestÓ ... aver coscienza e prudenza. Queste sono le due realtÓ."

186-190. "Chi possiede queste due realtÓ vive nella sofferenza. Quali due? Rabbia e avversione ... offesa e disprezzo ... invidia e avarizia ... inganno e disonestÓ ... mancanza di coscienza e di prudenza. Chi possiede queste due realtÓ vive nella sofferenza."

191-195. "Chi possiede queste due realtÓ vive felicemente. Quali due? Essere liberi da rabbia e ostilitÓ ... da invidia e avarizia ... da inganno e disonestÓ ... aver coscienza e prudenza. Chi possiede queste due realtÓ vive felicemente."

196-200. "Queste due realtÓ conducono al declino della pratica di un monaco. Quali due? Rabbia e avversione ... offesa e disprezzo ... invidia e avarizia ... inganno e disonestÓ ... mancanza di coscienza e di prudenza. Queste due realtÓ conducono al declino della pratica di un monaco."

201-205. "Queste due realtÓ non conducono al declino della pratica di un monaco. Quali due? Essere liberi da rabbia e avversione ... da invidia e avarizia ... da inganno e disonestÓ ... aver coscienza e prudenza. Queste due realtÓ non conducono al declino della pratica di un monaco."

206-210. "Chi possiede queste due realtÓ Ŕ destinato ai mondi infernali. Quali due? Rabbia e avversione ... offesa e disprezzo ... invidia e avarizia ... inganno e disonestÓ ... mancanza di coscienza e di prudenza. Chi possiede queste due realtÓ Ŕ destinato all'inferno."

211-215. "Chi possiede queste due realtÓ Ŕ destinato ai mondi celesti. Quali due? Essere liberi da rabbia e ostilitÓ ... da invidia e avarizia ... da inganno e disonestÓ ... aver coscienza e prudenza. Chi possiede queste due realtÓ Ŕ destinato ai mondi celesti."

216-220. "Quando possiedono due realtÓ, alcune persone - con la dissoluzione del corpo, dopo la morte - rinascono in mondi di sofferenza, in mondi negativi, negli inferi. Quali due? Rabbia e avversione ... offesa e disprezzo ... invidia e avarizia ... inganno e disonestÓ ... mancanza di coscienza e di prudenza. Quando possiedono due realtÓ, alcune persone, con la dissoluzione del corpo, dopo la morte, rinascono in mondi di sofferenza, in mondi negativi, negli inferi."

221-229. "Quando possiedono due realtÓ, alcune persone - con la dissoluzione del corpo, dopo la morte - rinascono in mondi positivi, nei mondi celesti. Quali due? Essere liberi da rabbia e ostilitÓ ... da invidia e avarizia ... da inganno e disonestÓ ... aver coscienza e prudenza. Quando possiedono due realtÓ, alcune persone - con la dissoluzione del corpo, dopo la morte - rinascono in mondi positivi, nei mondi celesti."