AN 1.31/40: Adanta Sutta - Indomita [brani]

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di F.L. Woodward
PTS: A i 5 (I,iii,1-4 and iv,9-10)
Source: From Taming the Mind: Discourses of the Buddha (WH 51), edited by the Buddhist Publication Society (Kandy: Buddhist Publication Society, 1983). Copyright © 1983 Buddhist Publication Society. Used with permission.
Copyright © 1983 Buddhist Publication Society.
Access to Insight edition © 1998
Tradotto in italiano da Enzo Alfano.
La diffusione dei testi tradotti è consentita in qualsiasi modo tranne che a fini di lucro.

31. "O monaci, non conosco niente di più intrattabile di una mente indomita. La mente indomita è, difatti, una cosa intrattabile.

32. "O monaci, non conosco niente di più docile di una mente domata. La mente domata è, difatti, una cosa docile.

33. "O monaci, non conosco nessuna cosa che porta grandi disgrazie come una mente indomita. La mente indomita è sorgente di grandi disgrazie difatti.

34. "O monaci, non conosco nessuna cosa che porta grandi benefici come una mente domata. La mente domata è sorgente di grandi benefici difatti. {I,iv,4}

39. "O monaci, non conosco nessuna cosa che porta tanto dispiacere come la mente indomita, incontrollata, disattenta e indomita. Una tale mente è sorgente di gran dispiacere difatti.

40. "O monaci, non conosco nessuna cosa che porta tanta felicità come la mente domata, controllata, attenta e dominata. Una tale mente è sorgente di grande felicità difatti.