Vibhanga
Divisioni

Vibhanga 17: Khuddakavatthuvibhanga - Analisi di piccole questioni (Vb 17.10.1)

17.10.1. La Singola Esposizione

In questo caso cos’è “l’orgoglio della nascita”? In base alla nascita vi è l’orgoglio, l’essere orgoglioso, lo stato di essere orgoglioso, la presunzione, l’essere presuntuoso, lo stato di essere presuntuoso, la superiorità, la superbia, l’ostentare una bandiera, il presupposto, il desiderio della coscienza per uno stendardo. Ciò si chiama orgoglio della nascita.

In questo caso cos’è “l’orgoglio del clan”? In base al clan … alla salute …  alla giovinezza … alla vita … al guadagno … all’onore … al rispetto … all’importanza … all’avere dei seguaci … alla ricchezza … all’aspetto … all’erudizione … all’intelligenza … all’essere un’autorità conosciuta … all’essere un questuante … al non essere disprezzato … alla postura … al compimento … alla popolarità … alla moralità … ai jhana … all’abilità … all’essere alto … all’essere fisicamente proporzionato … alla materia .. alla perfezione fisica vi è l’orgoglio, l’essere orgoglioso, lo stato di essere orgoglioso, la presunzione, l’essere presuntuoso, lo stato di essere presuntuoso, la superiorità, la superbia, l’ostentare una bandiera, il presupposto, il desiderio della coscienza per uno stendardo. Ciò si chiama orgoglio della perfezione fisica.

In questo caso cos’è “l’orgoglio”? Tutto ciò che è orgoglio, l’essere orgoglioso, lo stato di essere orgoglioso, la presunzione, l’essere presuntuoso, lo stato di essere presuntuoso, la superiorità, la superbia, l’ostentare una bandiera, il presupposto, il desiderio della coscienza per uno stendardo. Ciò si chiama orgoglio.

In questo caso cos’è “l’incuria”? L’errata azione fisica o l’errata azione verbale o l’errata azione mentale o cedere al volere della coscienza ai cinque “lidi” dei piaceri dei sensi o il non lavorare con attenzione, il non lavorare con costanza, il lavorare saltuariamente, l’essere stagnante, cedere al desiderio, abbandonare il compito, non applicarsi, non crescere, non ripetere, non risolvere, non praticare, incuria nello sviluppo dei dhamma positivi; similmente, l’essere trascurato, noncuranza, lo stato d’essere dell’incuria. Ciò si chiama incuria.

In questo caso cos’è “la rigidità mentale”? Tutto ciò che è rigidità, l’essere rigido, lo stato d’essere rigido, rigidezza, inflessibilità della coscienza, non essere flessibile. Ciò si chiama rigidità mentale.
 
In questo caso cos’è “la rivalità”? Tutto ciò che è rivalità, l’atto di rivalità, essere contro, opposizione, lo stato di rivalità. Ciò si chiama rivalità.

In questo caso cos’è “desiderare il meglio”? Il più grande desiderio di colui che non è soddisfatto dei propri averi come vesti, cibo elemosinato, dimora, medicine o dei cinque “lidi” dei piaceri sensuali; similmente, il desiderare,  l’atto del desiderare, desiderare il meglio, cupidigia, infatuazione, infatuazione della coscienza. Ciò si chiama desiderare il meglio.

In questo caso cos’è “desiderare di più”? Il desiderare di più di colui che non è soddisfatto dei propri averi come vesti, cibo elemosinato, dimora, medicine o dei cinque “lidi” dei piaceri sensuali; similmente, il desiderare,  l’atto del desiderare, ecc. ... Ciò si chiama desiderare di più.

In questo caso cos’è “il cattivo desiderio”? Quando qualcuno, senza fede, desidera che gli altri devono avere fede in lui; con una moralità nociva desidera che gli altri lo devono considerare virtuoso; privo di erudizione desidera che gli altri lo devono considerare dotto; felice di stare in compagnia, desidera che gli altri lo devono considerare un asceta solitario; essendo pigro desidera che gli altri lo devono considerare pieno di energia; non mentalmente presente desidera che gli altri lo devono considerare mentalmente presente; privo di samadhi desidera che gli altri lo devono considerare in samadhi; senza alcuna saggezza desidera che gli altri lo devono considerare saggio; non libero da influssi impuri desidera che gli altri lo devono considerare come libero da influssi impuri; similmente, il desiderare,  l’atto del desiderare, desiderare il meglio, cupidigia, infatuazione, infatuazione della coscienza. Ciò si chiama cattivo desiderio.

In questo caso cos’è “la vanità”? Tutto ciò che è vanità, eleganza, l’essere intelligente, lo stato di essere intelligente, vanagloria, lo stato di vanagloria. Ciò si chiama vanità.

In questo caso cos’è “la presunzione”? Tutto ciò che è presunzione, l’essere presuntuoso, lo stato di essere presuntuoso, l’auto-presunzione, lo stato di essere indulgente, lo stato di essere auto-indulgente, agitazione, il desiderio per ciò che è piacevole. Ciò si chiama presunzione.

In questo caso cos’è “la vanità personale”? Ornamento delle vesti, ornamento della ciotola per le elemosine, ornamento della dimora;  decorazione, abbellimento, orgoglio, adorazione, cupidigia, lo stato di cupidigia, l'atto di vanità personale, vanità personale per questo corpo putrido e per i requisiti esterni. Ciò si chiama vanità personale.     
 
In questo caso cos’è “il vivere scortese"? Contrarietà, capziosità, disprezzo, noncuranza, mancanza di rispetto, non deferenza verso la madre o il padre o l'anziano o il fratello o i maestri o il precettore o il Buddha o i discepoli o altre persone degne di rispetto. Ciò si chiama il vivere scortese.
 
In questo caso cos’è “il tedio”? Tedio, l’aver tedio, dispiacere, essere dispiaciuto, insoddisfazione, paura di dimore solitarie o di alcuni dhamma positivi superiori. Ciò si chiama tedio.
 
In questo caso cos’è "l'apatia"? Ciò che è apatia, apatia, letargia mentale, ozio, l’essere ozioso, lo stato d’essere ozioso. Ciò si chiama apatia.

In questo caso cos’è “l'inquietudine”? Tutto ciò che è agitazione, irrequietezza, che si contorce, agitazione del corpo. Ciò si chiama inquietudine.

In questo caso cos’è “la sonnolenza dopo i pasti”? Lievi vertigini dopo aver mangiato a causa del cibo, stanchezza a causa del cibo, stato febbrile a causa del cibo, incapacità fisica. Ciò si chiama sonnolenza dopo i pasti.
 
In questo caso cos’è “l'indolenza mentale”? Tutto ciò che è indisposizione della coscienza, difficoltà, fallimento, indolenza, l’essere indolente, lo stato d’essere indolente, accidia, l’essere accidioso, lo stato d’essere della coscienza accidiosa. Ciò si chiama indolenza mentale.

In questo caso cos’è “l’astuzia”? Chi dipende dal guadagno, dall'onore e dalla fama, che ha cattivi desideri, che è turbato dai desideri: dal cosiddetto uso del necessario, il parlare in modo allusivo, dal modo di porsi o di sistemarsi o di avere la giusta postura: il modo di alzare le sopracciglia, astuzia, l'essere scaltro, lo stato di essere scaltro. Ciò si chiama astuzia
 
In questo caso cos’è “il parlare insinuante”? Il parlare affabile, parole insinuanti, parole divertenti, parole di adulazione, chiacchiere lusinghiere, parole illative, parole illative ripetute, il persuadere, chiacchiere continue, conversazioni piacevoli e costanti, servilismo (nel parlare), il parlare come “zuppa di fagioli” (cioè come nel cucinare la zuppa di fagioli, alcuni vengono ben cotti e altri no, così in questo modo di parlare alcune parole sono vere e altre no), coccolare (nel comportamento). Ciò si chiama il parlare insinuante.

In questo caso cos’è “l’avere importanza”? Chi dipende dal guadagno, dall'onore e dalla fama, chi ha cattivi desideri, chi è turbato dai desideri: un segno, un significato, un accenno di parole, un suggerimento, un discorso allusivo, dei discorsi tortuosi. Ciò si chiama l’avere importanza.

In questo caso cos’è “la diffamazione”? Chi dipende dal guadagno, dall'onore e dalla fama, chi ha cattivi desideri, chi è turbato dai desideri: l'abuso, il vituperare, il rimproverare, il deridere, la continua derisione, lo scherno, il denigrare, il diffondere maldicenze, il calunniare. Ciò si chiama diffamazione.

In questo caso cos’è “il cercare guadagno con il guadagno”? Chi dipende dal guadagno, dall'onore e dalla fama, chi ha cattivi desideri, chi è turbato dai desideri, spostare le cose materiali da una parte ad un’altra; similmente, il desiderare, il cercare, il continuo cercare, l’atto di desiderare, l’atto di cercare le cose materiali. Ciò si chiama il cercare guadagno con il guadagno.

In questo caso cos’è “la presunzione: ‘Sono il migliore’”? La presunzione di una persona derivata dalla nascita o dal clan o da una nobile famiglia o da un bel corpo o dal patrimonio o dagli studi o dal lavoro o dal mestiere o da un ramo scientifico o dall’apprendimento o dall’intelligenza o da una ragione o da una causa qualsiasi; similmente, la presunzione, l’essere presuntuoso, lo stato d’essere presuntuoso, arroganza, superbia, nell’ostentare una bandiera, desiderio della coscienza per uno stendardo. Ciò si chiama la presunzione di essere il migliore.

In questo caso cos’è “la presunzione: ‘Sono uguale a’? La presunzione di una persona derivata dalla nascita o dal clan o da una nobile famiglia o da un bel corpo o dal patrimonio o … (come prima) … Ciò si chiama la presunzione di essere uguale.

In questo caso cos’è “la presunzione: ‘Sono inferiore’? La presunzione di una persona derivata dalla nascita o dal clan o da una nobile famiglia o da un bel corpo o dal patrimonio o … (come prima); similmente, la mancanza di rispetto per se stessi, essere irrispettosi per se stessi, aver disprezzo per se stessi, lo stato di avere disprezzo per se stessi, auto-disprezzo, auto-umiliazione. Ciò si chiama la presunzione di essere inferiore.

Nella condizione di essere il migliore qual è la presunzione: ‘Io sono il migliore’? In questo caso una persona è migliore per nascita, o per clan o per nobile famiglia o per un bel corpo o per il patrimonio o … (come prima) … e si colloca in una condizione migliore degli altri; similmente, la presunzione, l’essere presuntuoso, lo stato d’essere presuntuoso, arroganza, superbia, nell’ostentare una bandiera, desiderio della coscienza per uno stendardo. Ciò si chiama la presunzione di essere il migliore.

Nella condizione di essere il migliore qual è la presunzione: ‘Io sono uguale a’?  … ‘Sono inferiore’? In questo caso una persona è migliore per nascita, o per clan o per nobile famiglia o per un bel corpo o per il patrimonio o … (come prima)  e si colloca in una condizione uguale agli altri … inferiore agli altri; similmente, ecc. …. Ciò si chiama la presunzione di essere uguale … di essere inferiore.
 
Nella condizione di essere uguale qual è la presunzione: ‘Io sono il migliore’ … ‘Sono uguale’ … ‘Sono inferiore’? In questo caso una persona è uguale per nascita, ecc. … In questo caso nella condizione di essere uguale si chiama la presunzione di essere il migliore. … di essere uguale … di essere inferiore.
 
Nella condizione di essere inferiore qual è la presunzione: ‘Io sono il migliore’ … ‘Sono uguale’ … ‘Sono inferiore’? In questo caso una persona è uguale per nascita, ecc. … In questo caso nella condizione di essere inferiore si chiama la presunzione di essere il migliore. … di essere uguale … di essere inferiore.
Tutto questo si chiama presunzione.

Cos’è la ‘presunzione eccessiva’? La presunzione di una persona di essere superiore agli altri per nascita, per clan, ecc. ...; similmente, la presunzione, l’essere presuntuoso, lo stato d’essere presuntuoso, arroganza, superbia, nell’ostentare una bandiera, desiderio della coscienza per uno stendardo. Ciò si chiama la presunzione eccessiva.
 
Cos’è la ‘presunzione sproporzionata’? La presunzione di una persona di essere superiore agli altri per nascita, per clan, ecc. …Ciò si chiama la presunzione sproporzionata.

Cos’è la “presunzione del disprezzo verso se stessi’? La presunzione di una persona che si disprezza a causa della sua nascita, dal suo clan, ecc.; similmente, la mancanza di rispetto per se stessi, essere irrispettosi per se stessi, aver disprezzo per se stessi, lo stato di avere disprezzo per se stessi, auto-disprezzo, auto-umiliazione. Ciò si chiama la presunzione del disprezzo verso se stessi.

Cos’è la "presunzione sovrastimata"? Nel non aver raggiunto, c'è la percezione di aver raggiunto; nel non aver fatto, c'è la percezione di aver fatto; nel non aver conseguito, c'è la percezione di aver conseguito; nel non aver realizzato, c'è la percezione di aver realizzato; similmente, la presunzione, l’essere presuntuoso, lo stato d’essere presuntuoso, … (come prima). Ciò si chiama la presunzione sovrastimata.

Cos’è “l’auto-presunzione”? La presunzione: Io sono forma; il desiderio: Io sono(forma); la tendenza latente: Io sono (forma); (lo stesso per sensazione, percezione, formazioni mentali, coscienza. Ovvero i cinque aggregati.) … similmente, la presunzione, l’essere presuntuoso, lo stato d’essere presuntuoso, … (come prima). Ciò si chiama l’auto-presunzione.

Cos’è la “falsa presunzione”? La presunzione di una certa persona causata da un malsano ambiente di lavoro o di mestiere o di ramo scientifico o da una cattivo apprendimento o da una cattiva intelligenza o ragione o da una causa qualsiasi; similmente, la presunzione, l’essere presuntuoso, lo stato d’essere presuntuoso, … (come prima). Ciò si chiama la falsa presunzione.

Cos’è “pensare solo ai parenti”? Attività mentale, il pensare, errati pensieri collegati con le forme mondane riguardanti i parenti. Ciò si chiama pensare solo ai parenti.
 
Cos’è “pensare solo ad una zona o territorio”? Attività mentale, il pensare, errati pensieri collegati con le forme mondane riguardanti una sola zona. Ciò si chiama pensare solo ad una zona.
 
Cos’è “pensare a (come) non morire e/o sfuggire come un’anguilla”? Attività mentale, il pensare, errati pensieri associati ad una pratica zelante, associati a false teorie, collegati a forme mondane. Ciò si chiama pensare a (come) non morire e / o sfuggire come un’anguilla.

Cos’è “pensare di essere simpatico agli altri”? In questo caso un persona frequenta capifamiglia, gioisce con loro, soffre con loro, è felice quando loro sono felici, è triste quando loro sono tristi, li aiuta in un qualsiasi lavoro; tutto ciò è attività mentale, il pensare, errati pensieri collegati a forme mondane. Ciò si chiama pensare di essere simpatico agli altri.

Cos’è “pensare al guadagno, all'essere onorato, alla fama”? Attività mentale, il pensare, errati pensieri collegati a forme mondane riguardanti il guadagno, l’onore e la fama. Ciò si chiama pensare al guadagno, all'essere onorato, alla fama.

 Cos’è “pensare di non essere disprezzato”? In questo caso una persona in base alla nascita o al clan o alla famiglia o ad un bel corpo … (come prima) pensa: ‘Possano gli altri non disprezzarmi.’; ciò è attività mentale, il pensare, errati pensieri collegati a forme mondane. Ciò si chiama pensare di non essere disprezzato.

Qui termina la Singola Esposizione.

Traduzione in inglese dalla versione Pali di U Thittila, The Book of Analysis, Published by Pali Text Society, 1969. Tradotto in italiano da Enzo Alfano.