Dhammasangani
Classificazione delle realtà

Dhammasangani 1.1: Tikamatika - La Matrice delle Triadi

Traduzione in Inglese dalla versione Pâli di Bhikkhu Sujato, 2014.
Tradotto in italiano da Enzo Alfano.
La diffusione dei testi tradotti è consentita in qualsiasi modo tranne che a fini di lucro.

Compendio dei Fenomeni

1.1 La Matrice delle Triadi

Onore al Sublime, all'Arahat, al Perfetto perfettamente svegliato

1.1.1 La triade “idonea”

Fenomeni che sono idonei.
Fenomeni che non sono idonei.
Fenomeni che non sono rivelati.

1.1.2 La triade delle “sensazioni”

Fenomeni associati con sensazioni piacevoli.
Fenomeni associati con sensazioni spiacevoli.
Fenomeni associati con sensazioni neutre.

1.1.3 La triade degli “effetti”

Fenomeni che sono effetti.
Fenomeni che sono soggetti agli effetti.
Fenomeni che non sono né effetti né soggetti agli effetti.

1.1.4 La triade di “ciò che è stato afferrato”

Fenomeni che sono stati afferrati e soggetti ad essere afferrati.
Fenomeni che non sono stati afferrati ma sono soggetti ad essere afferrati.
Fenomeni che non sono stati né afferrati né soggetti ad essere afferrati.

1.1.5 La triade degli “influssi impuri”

Fenomeni che sono impuri e soggetti agli influssi impuri.
Fenomeni che sono puri ma soggetti agli influssi impuri.
Fenomeni che sono né impuri né soggetti agli influssi impuri.

1.1.6 La triade della “applicazione iniziale”

Fenomeni con un’applicazione iniziale e sostenuta.
Fenomeni con un’applicazione solo sostenuta e non iniziale.
Fenomeni con un’applicazione né iniziale né sostenuta.

1.1.7 La triade “dell’estasi”

Fenomeni colmi d’estasi.
Fenomeni colmi di piacere.
Fenomeni colmi d’equanimità.

1.1.8 Triade senza visione

Fenomeni senza visione.
Fenomeni senza divenire.
Fenomeni senza né visione né divenire.

1.1.9 Triade con radici senza visione

Fenomeni con radici senza visione.
Fenomeni con radici senza divenire.
Fenomeni con radici senza né visione né divenire.

1.1.10 Triade sulla crescita

Fenomeni che conducono alla crescita.
Fenomeni che conducono alla decrescita.
Fenomeni che conducono né alla crescita né alla decrescita.

1.1.11 La triade della “pratica”

Fenomeni della pratica.
Fenomeni del novizio.
Fenomeni né della pratica né del novizio
.
1.1.12 La triade “limitata”

Fenomeni limitati.
Fenomeni illimitati.
Fenomeni incommensurabili.

1.1.13 La triade "dell'oggetto limitato"

Fenomeni il cui oggetto è limitato.
Fenomeni il cui oggetto è illimitato.
Fenomeni il cui oggetto è incommensurabile.

1.1.14 La triade "inferiore"

Fenomeni che sono inferiori.
Fenomeni che sono medi.
Fenomeni che sono superiori.

1.1.15 La triade di ciò che è “legato ad un cattivo destino”

Fenomeni che sono legati ad un cattivo destino.
Fenomeni che sono legati ad un felice destino.
Fenomeni che non sono legati.

1.1.16 La triade degli “oggetti del sentiero”

Fenomeni che sono l’oggetto del sentiero.
Fenomeni che sono la radice del sentiero.
Fenomeni che predominano il sentiero.

1.1.17 La triade del "sorgere"

Fenomeni che sono sorti.
Fenomeni che non sono sorti.
Fenomeni che stanno sorgendo.

1.1.18 La triade del “passato”

Fenomeni del passato.
Fenomeni del futuro.
Fenomeni del presente.

1.1.19 La triade “dell’oggetto passato”

Fenomeni il cui oggetto è nel passato.
Fenomeni il cui oggetto è nel futuro.
Fenomeni il cui oggetto è nel presente.

1.1.20 La triade “interiore”

Fenomeni che sono interiori.
Fenomeni che sono esteriori.
Fenomeni che sono interiori ed esteriori.

1.1.21 La triade “dell’oggetto interiore”

Fenomeni il cui oggetto è interiore.
Fenomeni il cui oggetto è esteriore.
Fenomeni il cui oggetto è interiore ed esteriore.

1.1.22 La triade “visibile”

Fenomeni che sono visibili e duraturi.
Fenomeni che sono invisibili e duraturi.
Fenomeni che sono invisibili e non duraturi.